Microsoft Places, l'intelligenza artificiale entra nel mondo del lavoro ibrido

Microsoft Places, l'intelligenza artificiale entra nel mondo del lavoro ibrido

Microsoft Places, la piattaforma Connected Workplace di Microsoft, ripensa il modo in cui le persone organizzano il proprio lavoro utilizzando gli insights basati sull'intelligenza artificiale per aiutare le persone a sfruttare al meglio il tempo trascorso in ufficio

di pubblicata il , alle 16:31 nel canale data
Smart Workingintelligenza artificialeMicrosoftMicrosoft 365
 

Microsoft ha reso disponibile, in modalità anteprima, Microsoft Places, un'applicazione integrata in Microsoft 365 per la gestione dei luoghi di lavoro potenziata dall'intelligenza artificiale. Una soluzione progettata per gestire più efficacemente i flussi di lavoro in ambienti ibridi, oggi molto diffusi anche in Italia. 

Microsoft Places, la soluzione per risolvere il problema della coordination tax

Agli americani piace coniare neologismi e coordination tax è un nuovo lemma nel quale ci siamo imbattuti. Non si tratta di una qualche nuova forma di imposta fiscale, ma si riferisce alle difficoltà relative al creare connessioni con il proprio team di lavoro in un ambiente ibrido, decidendo quindi quando sia effettivamente necessario che le persone si incontrino di persona e non solo virtualmente.

Places_Location-Plan_Figma

Microsoft Places è una soluzione che nasce proprio per semplificare questa attività. Include funzioni per coordinare la presenza delle persone in ufficio e di condividere il proprio piano di presenze, così da facilitare il coordinamento delle attività. Essendo integrata in Microsoft 365, che è uno degli strumenti più usati quotidianamente per il lavoro di ufficio, sarà inoltre semplicissimo per tutti avere accesso in ogni istante a queste informazioni.

La funzionalità team guidance consente inoltre ai dirigenti di indicare ai collaboratori quando dovrebbero essere presenti in ufficio e quali saranno le priorità per ogni giorni in presenza. 

Le funzionalità in arrivo

Microsoft Places è ora disponibile in modalità anteprima e senza alcune delle funzioni più interessanti, che arriveranno nella seconda metà dell'anno. La caratteristica più interessante fra quelle in arrivo è l'integrazione con Microsoft Copilot, che aiuterà gli utenti a capire quali sono i giorni migliori per recarsi in ufficio, spiegando anche il motivo per cui sta offrendo questi specifici consigli. 

Places-Finder

Una volta stabiliti quali sono i giorni in cui la presenza in ufficio è importante, tramite la funzione Places Finder, che sarà integrata in Outlook, si potrà prenotare la propria scrivania o eventuali sale riunioni. Un aspetto curioso è che quando si decide di recarsi in ufficio, se non è ancora stata prenotata la scrivania Calendar invierà un messaggio ricordando di farlo, offrendo anche alcuni suggerimento sulle stanze e le scrivanie libere. Expanded Presence, invece, è una funzione che segnalerà i colleghi che si trovano nelle vicinanze (ovviamente solo all'interno dell'ufficio).

Auto-Release

I vantaggi non sono limitati ai singoli utenti: Microsoft Places infatti raccoglierà informazioni statistiche sull'occupazione effettiva degli spazi, consentendo così ai dirigenti di notare eventuali inefficienze e ripensare gli spazi così da abbattere consumi e migliorare collaborazione fra le persone. 

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^