Facebook a Wall Street, un debutto da dimenticare?

Facebook a Wall Street, un debutto da dimenticare?

Due giorni di perdita e una delicata questione legale all'orizzonte: i primi giorni di Facebook a Wall Street gettano qualche ombra sul colosso dei social network

di pubblicata il , alle 11:14 nel canale Mercato
Facebook
 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

34 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
dawid99924 Maggio 2012, 12:25 #11
mi spiace linkare cosi brutalmente un altro sito ma secondo me questo articolo contiene alcune considerazioni interessanti legate al debutto in borsa di fb:
http://www.technologyreview.com/web/40437/
BLACK-SHEEP7724 Maggio 2012, 12:37 #12
gia l'avevo pronosticato che facebook entrando in borsa avrebbe fatto il tonfo, ricordatevi sempre che se un colosso come facebook o chi che sia guadagnasse miliardi non li spartirebbe con nessuno, se facebook è entrato in borsa vuol dire che i guadagni sono finiti e sta cercando di vendere ai polli prima che fallisca, per me facebook e un'altro titolo tossico
MadMax of Nine24 Maggio 2012, 12:37 #13
Non è questione di truffa o complotti, semplicemente gli investitori si sono fatti accecare dalla speranza di una nuova google quando non ha nulla a che fare con quest'ultima per il motivo che ho scritto sopra.
Se poi acquisiscono qualche azienda strategica e iniziano a comportarsi "come quelli veri" magari il discorso cambia
ragugo24 Maggio 2012, 12:43 #14
Se paghi i tuoi dipendenti (o consulenti esterni, collaboratori ecc..) con stock options che non valgono nulla (e quindi sei pieno di debiti) quando entri in borsa devi far valutare il titolo molto per appianare il debiti fatti attraverso la carta straccia.
MadMax of Nine24 Maggio 2012, 12:59 #15
Originariamente inviato da: ragugo
Se paghi i tuoi dipendenti (o consulenti esterni, collaboratori ecc..) con stock options che non valgono nulla (e quindi sei pieno di debiti) quando entri in borsa devi far valutare il titolo molto per appianare il debiti fatti attraverso la carta straccia.


e con quei 18M che hanno raccolto dovrebbero usarli per crescere, se così non fosse gli investitori se ne scappano
Snickers24 Maggio 2012, 13:37 #16
Originariamente inviato da: BLACK-SHEEP77
gia l'avevo pronosticato che facebook entrando in borsa avrebbe fatto il tonfo, ricordatevi sempre che se un colosso come facebook o chi che sia guadagnasse miliardi non li spartirebbe con nessuno, se facebook è entrato in borsa vuol dire che i guadagni sono finiti e sta cercando di vendere ai polli prima che fallisca, per me facebook e un'altro titolo tossico

Prego gli ignoranti di finanza di non scrivere boiate

Detto ciò, è bene ricordarti che tutti i precedenti azionisti (tra cui microsoft) all'IPO sono rimasti con quote molto consistenti, addirittura 2 o 3 (non mi ricordo, e neanche il nome), non hanno dato mezza azione per la OPV, e ms ne ha dato solo circa 1/6 delle proprie.
Quello che hanno sfruttato è stato un ottimo momento per andare sul mercato, hanno raccolto una marea di fondi per espandere ulteriormente il business. Ora appunto il problema sta nel fatto se riusciranno a trovare impieghi profittevoli e credibili per quel denaro o meno. Nel caso gli vada male ci perderanno comunque tutti, Zuckerberg, microsoft e così via, comprese le Investment Banks (ce ne sono molte, praticamente tutte le IB che operano globalmente) per la botta di reputazione negativa che riceverebbero (da cui minori fees che i clienti sarebbero disposti a pagare).

P.S. Piccolo appunto, la crisi finanziaria non l'hanno causata (lascio stare le cause alla base dei mutui, parlo di fattori macro) le "propriamente dette" IB, ma le IB che hanno smesso di fare attività di Investment Banking per fare puro trading/speculazione (Lehman infatti di attività di IPO, m&a e via dicendo, ne faceva un ridottissimo numero negli anni prima del fallimento). Fine Ot
s0nnyd3marco24 Maggio 2012, 13:40 #17
Volete dirmi che la mia pensione interamente investita su azioni facebook e titoli di stato greci non e' in una botte di ferro? Ma il mio consulente me lo aveva assicurato...
MiKeLezZ24 Maggio 2012, 13:55 #18
Originariamente inviato da: Bakaras
chi auspicava un sicuro successo forse dovrà rivedere le sue conclusioni...
le aziende di internet quotate hanno tutte uno storico dei giorni successivi all'apertura in ribasso

gli speculatori finanziari questo lo sanno bene e hanno comprato il titolo all'apertura per poi rivenderlo in aumento nelle prime ore, prima che scendesse come è stato fatto

il valore del titolo facebook si dovrà vedere nel lungo periodo: se è entrata in borsa è per ottenere liquidità con cui fare investimenti nel medio/lungo (e/o per arginare situazioni che potrebbe mettere a rischio la tenuta dell'aziendà, come ad esempio una eventuale fuoriuscita di zynga)
AlexSwitch24 Maggio 2012, 14:56 #19
Originariamente inviato da: MadMax of Nine
Non è questione di truffa o complotti, semplicemente gli investitori si sono fatti accecare dalla speranza di una nuova google quando non ha nulla a che fare con quest'ultima per il motivo che ho scritto sopra.
Se poi acquisiscono qualche azienda strategica e iniziano a comportarsi "come quelli veri" magari il discorso cambia


Bhè no.... Il problema di fondo dell'IPO di FB, oltre al prezzo troppo elevato che non rifletteva le stime sul business futuro di questo social network ( per capire come Zuckerberg vorrebbe continuare a fare soldi, andatevi a sentire le interviste al responsabile italiano pubblicate sul sito ), è stato anche il fatto che le azioni lasciate ai " comuni mortali " sono state davvero poche. QUasi l'80% dello stock è rimasto in mano alle banche e agli investitori privilegiati che le hanno ricevute direttamente da FB e non comprate sul mercato.
Basta guardare l'andamento del titolo nel corso della prima giornata di contrattazione per capire che il titolo " puzzava ": apertura che sfiora i 43$ ( nonostante il blocco dei server del Nasdaq ) e dopo mezz'ora il titolo piomba sui 38$!! Semplicemente i grandi investitori hanno speculato, grazie alla conoscenza delle nuove stime, sull'apertura. In altre parole c'è stato insider trading di brutto. Non solo, la speculazione è continuata anche dopo, con un rimbalzo forte rimbalzo ed una repentina caduta alla fine della giornata.
La seconda giornata di contrattazione è stata disastrosa ( titolo sceso ampiamente sotto il valore di IPO ) a causa della effettiva pubblicità delle nuove stime di crescita ( ampiamente tagliate verso il basso ). A quel punto, complice una situazione dei mercati tutt'altro che tranquilla e una forte volatilità di questi, c'è stata la corsa alla vendita, pur di non ritrovarsi con nulla in mano. Da qui le inchieste e la class action.....
piererentolo24 Maggio 2012, 15:01 #20
Chissà quante persone hanno comperato pensando di fare l'affare della vita
Eppure "una poltrona per due" è un film che è stato visto più o meno da tutti!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^