Esplosione bomba atomica: simulazione di società artificiali aiuta a capire cosa potrebbe succedere

Esplosione bomba atomica: simulazione di società artificiali aiuta a capire cosa potrebbe succedere

Cosa succederebbe se una bomba atomica fosse sganciata su Washington? Lo mostra una simulazione al computer chiamata Sim-D.C sviluppata dal Politecnico della Virginia (Virginia Tech)

di pubblicata il , alle 12:01 nel canale Scienza e tecnologia
 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

22 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
zappy18 Aprile 2018, 14:15 #11
Originariamente inviato da: Rigetto
Se esplode a terra solleva e irradia più materiale (terreno). Se esplode in aria ad una certa altezza calcolata in base a diversi fattori, si massimizza la potenza dell'esplosione per provocare i maggiori danni possibili.


ok.
interessante il sito che hai postato. Pazzesco che con una sola bomba si possa vaporizzare una regione
Rigetto18 Aprile 2018, 14:39 #12
Originariamente inviato da: zappy
ok.
interessante il sito che hai postato. Pazzesco che con una sola bomba si possa vaporizzare una regione


Non ne conosco l'accuratezza però, non so se tiene conto di eventuali rilievi del terreno (all'interno di una vallata l'esplosione fa più danno per via dell'onda d'urto di rimbalzo, ad esempio) o di altre variabili che influenzano l'efficienza di un ordigno di quelle portate. La cosa interessante è che si possono selezionare ordigni reali prodotti o in produzione e in dotazione agli arsenali passati e odierni, oltre che selezionare arbitrariamente la potenza della bomba.
Quello che mi stupisce maggiormente non è la potenza di queste armi, ma il fatto che qualcuno le abbia utilizzate con cognizione di causa su popolazioni civili. Cosa che per fortuna non si è ancora ripetuta.
AlexSwitch18 Aprile 2018, 15:02 #13
Originariamente inviato da: Rigetto
Non ne conosco l'accuratezza però, non so se tiene conto di eventuali rilievi del terreno (all'interno di una vallata l'esplosione fa più danno per via dell'onda d'urto di rimbalzo, ad esempio) o di altre variabili che influenzano l'efficienza di un ordigno di quelle portate. La cosa interessante è che si possono selezionare ordigni reali prodotti o in produzione e in dotazione agli arsenali passati e odierni, oltre che selezionare arbitrariamente la potenza della bomba.
Quello che mi stupisce maggiormente non è la potenza di queste armi, ma il fatto che qualcuno le abbia utilizzate con cognizione di causa su popolazioni civili. Cosa che per fortuna non si è ancora ripetuta.


Quando si parla di ordigni prossimi o superiori al MT ( megaton ) l'accuratezza conta il giusto... Mi sono sollazzato a simulare la detonazione di una testata atomica russa da 880 KT che equipaggia i missili ICBM Topol sulla mia città: facendola detonare a 200 metri di altezza verrebbe quasi completamente obliterata!!

Sull'utilizzo delle due uniche bombe atomiche la storia ha spiegato il perchè venne deciso di farlo... Ed i motivi vennero anche condivisi dal comitato etico degli scienziati del progetto Manhattan. A metà del 1945 la seconda guerra mondiale aveva già mietuto più di 40 milioni di vittime, le risorse degli alleati erano allo stremo e per gli americani la campagna di Iwo Jima aveva dimostrato che i giapponesi si sarebbero difesi con i denti per ogni palmo di terra.
Da ricordare poi che le finanze USA dopo 4 anni di conflitto e di " Land and Lease Act " erano quasi del tutto esaurite e non potevano reggere un altro anno di conflitto e di produzione bellica. A tutto ciò poi si voleva ( e doveva ) dimostrare al mondo intero che era possibile colpire un nemico in maniera durissima fin da subito causando danni enormi e letteralmente sconvolgenti!! Questa dottrina ha garantito la " pace " dalla fine della seconda GM ad oggi ed ha evitato nuovi conflitti su scala globale... Non ha evitato la guerra, ma questa è un fenomeno umano, e fino a quando ci saremo su questo mondo, ci sarà sempre una guerra da combattere.
Rigetto18 Aprile 2018, 15:14 #14
Originariamente inviato da: AlexSwitch
Quando si parla di ordigni prossimi o superiori al MT ( megaton ) l'accuratezza conta il giusto... Mi sono sollazzato a simulare la detonazione di una testata atomica russa da 880 KT che equipaggia i missili ICBM Topol sulla mia città: facendola detonare a 200 metri di altezza verrebbe quasi completamente obliterata!!

Sull'utilizzo delle due uniche bombe atomiche la storia ha spiegato il perchè venne deciso di farlo... Ed i motivi vennero anche condivisi dal comitato etico degli scienziati del progetto Manhattan. A metà del 1945 la seconda guerra mondiale aveva già mietuto più di 40 milioni di vittime, le risorse degli alleati erano allo stremo e per gli americani la campagna di Iwo Jima aveva dimostrato che i giapponesi si sarebbero difesi con i denti per ogni palmo di terra.
Da ricordare poi che le finanze USA dopo 4 anni di conflitto e di " Land and Lease Act " erano quasi del tutto esaurite e non potevano reggere un altro anno di conflitto e di produzione bellica. A tutto ciò poi si voleva ( e doveva ) dimostrare al mondo intero che era possibile colpire un nemico in maniera durissima fin da subito causando danni enormi e letteralmente sconvolgenti!! Questa dottrina ha garantito la " pace " dalla fine della seconda GM ad oggi ed ha evitato nuovi conflitti su scala globale... Non ha evitato la guerra, ma questa è un fenomeno umano, e fino a quando ci saremo su questo mondo, ci sarà sempre una guerra da combattere.


Sull'accuratezza, mi riferivo a quella del simulatore da me linkato. Se non erro calcola anche il fall-out, ma non so quanto sia preciso questo calcolo. Secondo me è abbastanza grezzo, una cosa giusto per...

Sulle motivazioni delle bombe, non tutti sono d'accordo su tutto. La storia la scrivono i vincitori, per lo più. Inoltre molti scienziati del progetto Manhattan si opposero fermamente all'utilizzo bellico degli ordigni, molti erano più per una dimostrazione in presenza di rappresentanze dei nemici e degli alleati. Insomma, i militari (Groves su tutti) smaniavano per usarle quelle bombe, per vari motivi.

Sarebbe interessante uno scambio su questi argomenti, ma non credo sia il luogo questo e me ne mancherebbe il tempo.
amd-novello18 Aprile 2018, 15:36 #15
Originariamente inviato da: Rigetto
SInsomma, i militari (Groves su tutti) smaniavano per usarle quelle bombe, per vari motivi.


quoto. l'unico precedente dei terroristi di cui si parla sono proprio gli USA
Mparlav18 Aprile 2018, 16:15 #16
Le probabilità che qualcuno possa usare una bomba atomica oggi, secondo me sono molto inferiori rispetto all'uso di una bomba "sporca".

Procurarsi qualche barile di rifiuti radioattivi, invece, è alla portata di molti.

Ma sopra tutti, può essere molto più devastante un attacco batteriologico, perchè può essere concentrato non su un solo bersaglio/città, ma su più più bersagli contemporaneamente.
Rigetto18 Aprile 2018, 16:20 #17
Originariamente inviato da: Mparlav
Le probabilità che qualcuno possa usare una bomba atomica oggi, secondo me sono molto inferiori rispetto all'uso di una bomba "sporca".


Vero, se esplodesse una bomba atomica i probabili colpevoli si potrebbero contare sulle dita della mano di un falegname
zappy18 Aprile 2018, 17:17 #18
Originariamente inviato da: AlexSwitch
...
Sull'utilizzo delle due uniche bombe atomiche la storia ha spiegato il perchè venne deciso di farlo... ...
Da ricordare poi che le finanze USA dopo 4 anni di conflitto e di " Land and Lease Act " erano quasi del tutto esaurite e non potevano reggere un altro anno di conflitto e di produzione bellica. A tutto ciò poi si voleva ( e doveva ) dimostrare al mondo intero che era possibile colpire un nemico in maniera durissima ...


fatto sta che vaporizzare qualche 1-200'000 [B][U]CIVILI[/U][/B] non è molto etico lostesso... specie se potevano fare una demo altrove...
Rigetto18 Aprile 2018, 17:40 #19
Originariamente inviato da: zappy
fatto sta che vaporizzare qualche 1-200'000 [B][U]CIVILI[/U][/B] non è molto etico lostesso... specie se potevano fare una demo altrove...


Infatti, è stata una dimostrazione di forza più che altro verso l'unione sovietica. Inoltre dimostrare di non avere tentennamenti nell'utilizzare quest'arma sulle città nemiche è un messaggio ben chiaro.

Non bisogna poi dimenticare che i bombardamenti incendiari di LeMay su altre città avevano arsi vivi migliaia di civili. Ovviamente servivano più aerei, più giorni e mooooolte più bombe, ma il risultato era quello.
devilred18 Aprile 2018, 18:06 #20
Originariamente inviato da: zappy
cercare di evitare guerre invece no, eh?


ma che sei fuori!!!???? finche c'e' guerra c'e' speranza.............

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^