Il Boeing 737 Max 8 costretto a terra da Cina, Indonesia ed Etiopia: incidenti forse dovuti a bug al software

Il Boeing 737 Max 8 costretto a terra da Cina, Indonesia ed Etiopia: incidenti forse dovuti a bug al software

Il Boeing 737 Max 8, ultima versione del Boeing 737, sembrerebbe soffrire di problemi a una parte del software che hanno poi portato a due incidenti, l'ultimo dei quali avvenuto la scorsa domenica in Etiopia

di pubblicata il , alle 10:41 nel canale Scienza e tecnologia
Boeing
 

Un incidente costato la vita a 157 persone avvenuto la scorsa domenica in Etiopia ha portato le autorità cinesi, indonesiane ed etiopi a bloccare i voli dei Boeing 737 Max 8. Questo è il secondo incidente fatale nel giro di cinque mesi per l'aereo americano: a ottobre c'era stato un incidente in Indonesia con lo stesso modello che ha causato 189 vittime.

Entrambi gli incidenti sono avvenuti appena dopo il decollo, fatto che desta preoccupazioni circa il il possibile collegamento tra i due. Non ci sono ancora elementi sufficienti per affermare che le cause dei due incidenti siano simili, ma le indagini stanno procedendo per accertare se ci siano somiglianze tra i due tragici avvenimenti.

Le autorità americane e indonesiane hanno avanzato l'ipotesi che l'incidente di ottobre sia stato causato da un bug nel software dell'aereo. I motori del Boeing 737 Max sono infatti stati completamente rivisti rispetto ai modelli precedenti e il nuovo posizionamento fa sì che, in certe condizioni, le gondole generino portanza portando il muso a sollevarsi e potenzialmente causando uno stallo. L'azienda ha quindi installato dei sensori che rilevano tale situazione e un sistema di controllo, chiamato MCAS, che riporta automaticamente il muso dell'aereo nella posizione corretta.

Il problema starebbe nell'errata lettura dei dati forniti dai sensori, che porta il sistema a correggere una cabrata in realtà inesistente. Tale correzione non sarebbe facilmente e prontamente aggirabile da parte dei piloti, che dunque si troverebbero nelle condizioni di non poter più governare correttamente l'aeromobile. Al momento queste sono indiscrezioni non confermate: Boeing afferma che è al lavoro su un aggiornamento del software del 737 Max per migliorarne la sicurezza, ma un'analisi precisa delle cause degli incidenti deve ancora essere completata, come riporta The Verge.

Prima degli incidenti Boeing era particolarmente fiera dei risultati del 737, sia in termini di prestazioni (consumi ed emissioni di CO2 inferiori del 14% rispetto alla generazione precedente) che di vendite, con 5.000 aeromobili ordinati complessivamente a fine dicembre.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

227 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Cfranco12 Marzo 2019, 11:02 #1
Due incidenti in breve tempo sono un bruttissimo biglietto da visita un aereo nuovo di pacca.
OUTATIME12 Marzo 2019, 11:02 #2
Per creare aerei sempre più efficienti e performanti ci si sta spingendo verso aerei aerodinamicamente instabili, la cui stabilità è garantita dai computer.
Si arriverà al punto che non sarà più possibile pilotare un aereo senza computer. Ne vale davvero la pena spingersi così oltre?
ninja75012 Marzo 2019, 11:21 #3
un testimone ha visto fiamme.. altro che bug software

Originariamente inviato da: Cfranco
Due incidenti in breve tempo sono un bruttissimo biglietto da visita un aereo nuovo di pacca.


nuovo di pacca insomma.. 1967 la prima presentazione
cignox112 Marzo 2019, 11:21 #4
>>Si arriverà al punto che non sarà più possibile pilotare un aereo senza computer. Ne vale davvero la pena spingersi così oltre?

Mi pareva che praticamente fosse giá cosí e che ci sono troppi dati perché un essere umano possa gestirli contemporaneamente...
Cfranco12 Marzo 2019, 11:29 #5
Originariamente inviato da: ninja750
nuovo di pacca insomma.. 1967 la prima presentazione


Il 737 Max è stato presentato nel 2016 e le consegne sono cominciate nel 2017
Col "vecchio" 737 ha in comune solo il nome praticamente
OUTATIME12 Marzo 2019, 11:34 #6
Originariamente inviato da: cignox1
>>Si arriverà al punto che non sarà più possibile pilotare un aereo senza computer. Ne vale davvero la pena spingersi così oltre?

Mi pareva che praticamente fosse giá cosí e che ci sono troppi dati perché un essere umano possa gestirli contemporaneamente...

La maggior parte dei dati possono essere ignorati in emergenza. I dati alla fine sono: velocità, assetto, altezza, i comandi volantino, pedaliera e manetta.
OUTATIME12 Marzo 2019, 11:35 #7
Originariamente inviato da: ninja750
un testimone ha visto fiamme.. altro che bug software

L'attendibilità è tutt'altro che dimostrata, la mente gioca brutti scherzi in momenti simili.
Simonex8412 Marzo 2019, 11:47 #8
Bug software.... piano con termini....

Il software certificato DO-178 fa esattamente quello che meccanica del volo richiede, se c'è un errore non dipende dai coder

Esempio che viene sempre citato nei seminari: "all'atterraggio, quando le ruote girano, aziona l'aerofreno", poi ti capita la pista ghiacciata/scivolosa, e il povero software non frena
La versione successiva richiedeva "all'atterraggio, quando c'è peso sulle ruote, aziona l'aerofreno"
Cfranco12 Marzo 2019, 11:55 #9
Originariamente inviato da: Saclos
La cosa strana è che su aerei così sofisticati, basta un problema al software di bordo per far schiantare a terra un aereo.
Dovrebbero esserci sistemi ridonanti e non ultimo i comandi dei piloti a scongiurare problemi che portano alla distruzione l'aereo.

A volte sono cause estremamente banali che portano a risultati tragici
OUTATIME12 Marzo 2019, 11:58 #10
Originariamente inviato da: Simonex84
Bug software.... piano con termini....

Il software certificato DO-178 fa esattamente quello che meccanica del volo richiede, se c'è un errore non dipende dai coder

Esempio che viene sempre citato nei seminari: "all'atterraggio, quando le ruote girano, aziona l'aerofreno", poi ti capita la pista ghiacciata/scivolosa, e il povero software non frena
La versione successiva richiedeva "all'atterraggio, quando c'è peso sulle ruote, aziona l'aerofreno"

Chiamalo come vuoi, ma è un errore di programmazione del software.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^