Musk: 'Chi viaggia su Marte deve essere pronto a morire'

Musk: 'Chi viaggia su Marte deve essere pronto a morire'

Nella sessione di domande e risposte tenutasi dopo l'evento di presentazione del progetto di viaggio interplanetario, Elon Musk ha fatto dichiarazioni interessanti quanto oneste

di pubblicata il , alle 16:31 nel canale Scienza e tecnologia
 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

68 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
MiKeLezZ28 Settembre 2016, 18:30 #11
Più che altro che ci si va a fare su Marte
Ultravincent28 Settembre 2016, 18:35 #12
Originariamente inviato da: AlexSwitch
l'uomo è fatto per vivere sulla terra.


Questo e' indubbiamente vero, Marte e' estremamente inospitale per il nostro organismo (radiazioni, gravita', atmosfera...)
Ma e' anche vero che siamo estremamente adattabili. Non mi stupirei se nel giro di poche decine di generazioni nate e cresciute su Marte si sviluppasse una resistenza alle condizioni del pianeta.

Voglio dire, solo sul pianeta Terra abbiamo sviluppato gente scurissima o chiarissima di pelle solo per adattarsi a una quarantina di gradi di differenza...
Ultravincent28 Settembre 2016, 18:41 #13
Originariamente inviato da: MiKeLezZ
Più che altro che ci si va a fare su Marte


Lo stesso dicevano in Europa su chi salpava per le Americhe. O su chi e' nato nel paesello e non e' mai andato in citta'.. Il desiderio dell'esplorazione.

O da un punto di vista della sopravvivenza. La terra durera' altri pochi miliardi di anni se tutto va bene, o chissa' quanto se avviene qualche evento catastrofico. L'unico modo per non estinguerci e', presto o tardi, di colonizzare altri pianeti e uscire dal sistema solare. Marte e' solo il primo passo
Mparlav28 Settembre 2016, 18:47 #14
Originariamente inviato da: Cfranco
La prospettiva di vita di quei marinai era un po' diversa dalla nostra
Sicuramente viaggiare era un rischio, ma lo era anche vivere in un' epoca dove non c' erano medicinali, dove per girare di notte era meglio fare testamento, dove si finiva sulla forca per molto poco ( o anche niente ), dove le guerre erano frequenti e le epidemie di peste erano abituali, fino a poche generazioni fa la morte era un' eventualità frequente che si metteva in conto sempre, la vita costava molto poco e bastava offrire qualche moneta d' oro per trovare gente senza soldi disposti a navigare ovunque.
I grandi esploratori come Colombo, Magellano e Vasco da Gama avevano come obiettivo quello di fare soldi tracciando rotte commerciali per trovare oro e spezie, mica per conoscenza


Premessa, condivido le tue considerazioni.
Ma ne faccio una mia

A quell'epoca nessuno si sarebbe sognato di praticare uno sport estremo rischiando di perdere la vita.
Si rischiava per uno scopo ben preciso: denaro in primis, ma mettici pure fama ed onore.

Nella nostra epoca invece, ci sono migliaia di persone che praticano sport estremi che hanno un'elevatissimo grado di rischio, e che a volte perdono la vita. Non li spinge il denaro, più spesso il mettersi in gioco, lo spirito d'avventura, "l'adrenalina".

Pensi che al mondo sia così difficile reperire qualche centinaia di persone che, a fronte di un viaggio su Marte con elevato rischio di mortalità o malattia, decidano consapevolmente di partire comunque ?

Secondo me la lista dei candidati sarebbe lunghissima.
Max81M28 Settembre 2016, 19:01 #15
E' certo che su Marte devi essere pronto a morire. Ci sono i demoni, come doom insegna :-P
fukka7528 Settembre 2016, 19:20 #16
Originariamente inviato da: MiKeLezZ
Più che altro che ci si va a fare su Marte


a trombarci le marziane, perché sennò?
Bestio28 Settembre 2016, 19:23 #17
Dopotutto sabbiamo bene che il problema grosso non è arrivare su Marte, ma tornare indietro..

Ma se guardiamo con cosa andavano nello spazio negli anni 60/70, gli astronauti di oggi non saranno mai temerari come quelli di allora...

Link ad immagine (click per visualizzarla)
Link ad immagine (click per visualizzarla)
dariuzzo8028 Settembre 2016, 20:11 #18
Eh ma va? Comunque anche chi viaggia sulla tangenziale di Milano o sul G.R.A. deve essere pronto a morire... quindi? Abbiamo scoperto l'acqua fredda?
ziobepi28 Settembre 2016, 20:18 #19
Originariamente inviato da: dariuzzo80
Eh ma va? Comunque anche chi viaggia sulla tangenziale di Milano o sul G.R.A. deve essere pronto a morire... quindi? Abbiamo scoperto l'acqua fredda?


Uno dei rarissimi grillini milanesi, ehilà!
kiprio28 Settembre 2016, 20:26 #20
Brutto da dire ma è la verità, prima sono scelti, poi preparati e alla fine rischiano la vita... sono sempre i migliori che se ne vanno... XD (scherzi a parte) Brutta cosa fatta in nome della scienza. Certo è una cosa che si sogna fin da bambini esplorare lo spazio, non dimentichiamo tutte le persone che si sono sacrificate per realizzare il sogno di volare, oggi forse lo diamo per scontato il viaggio in aereo.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^