Con .Net e Visual Studio Microsoft si apre agli sviluppatori

Con .Net e Visual Studio Microsoft si apre agli sviluppatori

Dall'evento Connect (); due importanti annunci di Microsoft che vanno nella direzione di estendere l'ambito di utilizzo dei propri strumenti destinati agli sviluppatori nell'ottica di un loro utilizzo con differenti piattaforme

di pubblicata il , alle 10:28 nel canale Software
Microsoft
 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

41 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
pabloski13 Novembre 2014, 11:40 #11
Originariamente inviato da: Itacla
.NET indubbiamente è uno dei linguaggi più potenti in circolazione, MONO ad oggi IMHO non garantiva un sufficiente supporto a questo linguaggio in ambito open.


Frena l'entusiasmo. Cosa sarà opensource? Le winforms? Ho letto in giro di no.

Per ora il .NET multipiattaforma è ancora una piattaforma di serie b rispetto a quello per windows.

Mono, vabbè, soffre di tutti i problemi di una reimplementazione non ufficiale, che non ha alle spalle miliardi di dollari e legioni di programmatori.

Poi non dimentichiamo che le cose sono cambiate parecchie. Anni fa era .NET o Java. Oggi c'è molta più scelta e spuntano librerie, framework e compilatori jit da ogni dove.

Senza contare che la parte del leone ( in termini di numeri almeno ) la stanno facendo javascript e fratelli. Il mobile ha cambiato radicalmente lo scenario.
pabloski13 Novembre 2014, 11:43 #12
Originariamente inviato da: s0nnyd3marco
Da quello che ho letto lo sara'. Per quanto mi riguarda possono anche tenersi il loro visual studio ed il loro .net.


Avere un IDE in più non fa mai male. Soprattutto se girerà anche su mac os e linux.

Nel qual caso migliorerà pure il supporto per linguaggi non ms, tipo golang, dart, haskell, D.
Spectrum7glr13 Novembre 2014, 11:44 #13
Originariamente inviato da: acerbo
che M$ si dia all'open source per riprendersi fà notizia, la polemica era generalizzata


riprendersi da cosa scusa? dal fatto di essere solo ai massimi da 13 anni a questa parte? dal fatto che per la prima volta in 20 anni ha un mercato relativamente vergine (servizi in cloud) in cui da 4 trimestri raddoppia il fatturato ed in cui il suo competitor principale (amazon con AWS) non riesce a generare utili?
s0nnyd3marco13 Novembre 2014, 11:44 #14
Originariamente inviato da: Itacla
e invece secondo me è comunque una ottimo notizia per l'ecosistema open.
.NET indubbiamente è uno dei linguaggi più potenti in circolazione, MONO ad oggi IMHO non garantiva un sufficiente supporto a questo linguaggio in ambito open.

E indubbiamente Visual Studio è uno dei migliori, se non il migliore, IDE per sviluppare.

Per una volta: Grazie Microsoft.


MONO non garantiva un sufficiente supporto perche' non ha mai preso abbastanza piede tra gli sviluppatori *nix, e sinceramente dubito che il .net open source lo fara'.

Tutta questa superiorita' di Visual Studio sinceramente proprio non la vedo.
[Kendall]13 Novembre 2014, 12:05 #15
Originariamente inviato da: s0nnyd3marco
MONO non garantiva un sufficiente supporto perche' non ha mai preso abbastanza piede tra gli sviluppatori *nix, e sinceramente dubito che il .net open source lo fara'.

Tutta questa superiorita' di Visual Studio sinceramente proprio non la vedo.


Beh diamine, l'hai usato davvero poco allora.
Una delle poche, o forse unica, altra IDE che mi ha restituito una esperienza di utilizzo (e funzionalità paragonabile è la piattaforma dei Jetbrains.

(Il tutto chiaramente per quanto concerne la mia sfera di utilizzo, quindi programmazione desktop e mobile)
Holy8713 Novembre 2014, 12:27 #16
Originariamente inviato da: pabloski
La notizia è ovviamente importante. D'altra parte è però indice che C# non riesce a competere con Java, o almeno non è riuscito a detronizzare Java. Altrimenti perchè rendere .NET e tutto il resto open?

Comunque la Visual Studio Community è multipiattaforma? Siete sicuri? Ieri ho provato e ti faceva scaricare un exe!! E' multi? Lo sarà? Non ho ben capito.

Beh ma scusa, basta fare 2+2 e capire perché .NET non è mai andato oltre Java, almeno fino ad ora: è disponibile su ogni piattaforma, mentre .NET è sempre stato legato all'ecosistema Microsoft.

Comunque Visual Studio è solo per Windows al momento, e immagino resterà così per molto tempo.
acerbo13 Novembre 2014, 12:31 #17
Originariamente inviato da: Spectrum7glr
riprendersi da cosa scusa? dal fatto di essere solo ai massimi da 13 anni a questa parte? dal fatto che per la prima volta in 20 anni ha un mercato relativamente vergine (servizi in cloud) in cui da 4 trimestri raddoppia il fatturato ed in cui il suo competitor principale (amazon con AWS) non riesce a generare utili?


ai massimi de che? Hanno dovuto fare fuori quasi 20.000 teste e comprarsi nokia per darsi una raddrizzata
pabloski13 Novembre 2014, 12:33 #18
Originariamente inviato da: Holy87
Beh ma scusa, basta fare 2+2 e capire perché .NET non è mai andato oltre Java, almeno fino ad ora: è disponibile su ogni piattaforma, mentre .NET è sempre stato legato all'ecosistema Microsoft.


Mono fu supportato proprio per questo motivo. Tuttavia nemmeno con Mono sono riusciti a farsi "amare" dal vasto mondo.

Quello che pesa sono le licenze e i brevetti. E' ormai impensabile di poter andare avanti a colpi di closed source. Il closed può funzionare per i software utente, oppure per software molto specialistici e di nicchia. Ma se parliamo di strumenti di sviluppo, framework, librerie, c'è ormai un diffuso desiderio di apertura nel mondo informatico.
s0nnyd3marco13 Novembre 2014, 12:52 #19
Originariamente inviato da: [Kendall]
Beh diamine, l'hai usato davvero poco allora.
Una delle poche, o forse unica, altra IDE che mi ha restituito una esperienza di utilizzo (e funzionalità paragonabile è la piattaforma dei Jetbrains.

(Il tutto chiaramente per quanto concerne la mia sfera di utilizzo, quindi programmazione desktop e mobile)


L'ho usato relativamente poco con C#, ma decisamente di piu' con C++ (sviluppo per software multi piattaforma, con cmake, boost e qt). Esperienza pessima.
themac13 Novembre 2014, 13:02 #20
Originariamente inviato da: [Kendall]
Beh diamine, l'hai usato davvero poco allora.
Una delle poche, o forse unica, altra IDE che mi ha restituito una esperienza di utilizzo (e funzionalità paragonabile è la piattaforma dei Jetbrains.

(Il tutto chiaramente per quanto concerne la mia sfera di utilizzo, quindi programmazione desktop e mobile)


Quoto in pieno.

Vi confermo anche gli ENORMI passi avanti fatti da Xcode, in queste ultimissime release. Ancora un po' macchinoso, ma sta crescendo in maniera esponenziale e swift e' una ventata di aria fresca.

Visual Studio invece da n.1 ultimamente riposa sugli allori (e poi Microsoft e' un po' troppo grossa ultimamente, fanno e disfanno in poco tempo, non hanno una strategia unica e omogenea), soprattutto la parte mobile e' carente. Parlo di cross platform eh...


Poi, ovviamente, dipende dall'ambito. Se vogliamo parlare di Abap/4..beh.....

TheMac

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^