Ti dimentichi la password? Disegnala

Ti dimentichi la password? Disegnala

La password, per essere efficace, deve essere sufficientemente complicata. Ciò vuol dire anche difficile da ricordare mnemonicamente. Disegnarla sarebbe più facile

di pubblicata il , alle 12:08 nel canale Software
 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

43 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Karandas05 Novembre 2007, 13:12 #11
Originariamente inviato da: Fl1nt
gran boiata


Se ti tagliano entrambe le mani avrai di certo problemi più pressanti di una password dimenticata...
Garz05 Novembre 2007, 13:16 #12
Originariamente inviato da: il_joe
che problema ha il riconoscimento delle impronte?!? mi sembra tanto bello....

appunto, nessuno conosce i problemi delle impronte digitali?
Khronos05 Novembre 2007, 13:36 #13
sulle impronte digitali il problema non è tanto quello dell'impronta, quanto quello del flusso di dati che arriva dall'aggeggio che ti sente l'impronta e va verso il pc, può intercettarlo chiunque.
K7-50005 Novembre 2007, 13:41 #14
Figata, ci metti un Picasso come password e chi te lo becca?

Poi alle dita ci tagli via i polpastrelli... o usi la mano mozzata di un altro...

Ci si ingegna ragazzi!
R3GM4ST3R05 Novembre 2007, 13:46 #15
Il problema delle impronte digitali è che sono

1) facilmente riproducibili
2) se ti tagli un dito anche solo superficialmente (non dico, te lo stacchi) il lettore di impronte potrebbe non riconoscerlo

Rilevare le impronte non è difficile,
provate a fare questo esperimento, prendete un foglio di carta bianco, da stampante, metteteci la mano sopra, poi prendete una candela, ed un fermafogli (puntina, o fermafogli metallico) accendete la candela e mettete il fermafogli metallico sulla fiamma (attenzione a non scottarvi), noterete che fa del fumo nero, ora indirizzate quel fumo nero sul foglio di carta(dove avete appoggiato la mano), e come per magia potrete vedere le impronte digitali che compaiono sul foglio, poichè il fumo nero prodotto dal fermaglio reagisce con gli acidi del tessuto epiteliale lasciati sul foglio...
Provare per credere, funziona davvero!
Da li a clonarle però ce ne passa, ma non è poi molto complesso...

Cmq son cose abbastanza da paranoico...
Un buon sensore biometrico è abbastanza sicuro se non bypassabile a livello HW...

Il sensore biometrico infatti da solo un "consenso" (alza o abbassa un pin ad un chip esterno)...se quel particolare pin del chip, viene manipolato, il sistema potrebbe risultare insicuro...

Ciao!
teo_05 Novembre 2007, 14:09 #16
Originariamente inviato da: R3GM4ST3R
Il problema delle impronte digitali è che sono

1) facilmente riproducibili
2) se ti tagli un dito anche solo superficialmente (non dico, te lo stacchi)

3) che non puoi cambiarle!
Un po’ il problema di qualsiasi riconoscimento biometrico usato come password.
share_it05 Novembre 2007, 15:10 #17
news: giovane disegnatore entra nei pc della nasa
Haran Banjo05 Novembre 2007, 15:13 #18
Ma scusate, forse sono io che non ci arrivo... si parla sempre di riconoscimento biometrico, ma IMHO le impronte digitali sono il sistema MENO SICURO per proteggere i dati! Qualora una persona sia seriamente intenzionata a trafugare i nostri importanti dati, non dovrà far altro che riprodurre le nostre impronte, prendendo "originali" che sono OVUNQUE nei luoghi che noi frequentiamo... a meno di non girare sempre con i guanti.
Certo, per proteggere dati meno riservati il sistema può essere comodo... ma se i dati da proteggere non sono importanti, a chi gliene può fregare?
MiKeLezZ05 Novembre 2007, 15:21 #19
Originariamente inviato da: teo_
3) che non puoi cambiarle!
Un po’ il problema di qualsiasi riconoscimento biometrico usato come password.
Il tuo corpo è unico, ma di dita ne hai 10 .....
Comunque mi ce li vedo già tutti a fare i novelli CSI con la polverina e il pennellino per entrare nei PC degli amici e fregargli i divx zozzi
ma daiiiii
Spacio05 Novembre 2007, 15:46 #20
non è così difficile cmq riprodurre un'impronta...
qualche settimana fa nel programma Myth Busters su discovery channel sono riusciti ad aprire una serratura a impronte digitali con una fotocopia ingrandita presa da un cd (non mi ricordo come l'hanno scansionata) ripassata col pennarello per unire le linee e poi scansionata e ristampata piccola... e la porta si è aperta... e la cosa + bella è che la casa produttrice sosteneva che nessuno era mai riuscito a gabbare quella serratura...
fantastico

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^