IBM Public Cloud: le nuove offerte

IBM Public Cloud: le nuove offerte

IBM spinge sul cloud ibrido con una serie di offerte dedicate alle aziende che vogliono appoggiarsi a queste infrastrutture per il backup dei dati o per estendere sulla nuvola il data center installato on-premise

di pubblicata il , alle 10:01 nel canale Cloud
IBM
 

Pensare di fare a meno del cloud oggi è impossibile. Qualsiasi azienda, indipendentemente dalla dimensione, deve prevedere di spostare almeno alcuni dati o carichi di lavoro sulla nuvola se vuole lavorare in efficienza e poter contare su un'architettura scalabile istantaneamente e semplice da gestire. Secondo gli analisti, entro pochi anni il 75% delle imprese avrà adottato una strategia ibrida multi cloud, affiancando al data center on-premise una serie di servizi che girano su cloud pubblici i privati. 

Per supportare queste aziende IBM, insieme al suo distributore Tech Data, ha preparato una serie di offerte per la sua infrastruttura cloud.

IBM Cloud Object Storage, per il backup a basso costo

Uno dei metodi di backup più efficaci è quello di affidarsi al cloud. Poter salvare i dati importanti sulla nuvola consente di risparmiare cifre sensibili rispetto all'acquisto di file server, hard disk e alla necessaria manutenzione, senza rinunciare alla sicurezza o all'affidabilità

Il cloud di IBM supporta infatti i più sicuri standard crittografici e permette di personalizzare in maniera fine le regole di accesso, arrivando a consentire l'accesso ai dati solo attraverso una serie di IP certificati dall'azienda

Data-server

Virtualizzazione su IBM Cloud

Alle aziende che necessitano di eseguire carichi di lavoro in cloud, IBM dedica 4 differenti offerte di server virtuali.
La più essenziale, Virtualizzazione in cloud, mette a disposizione server virtuali che possono essere resi disponibili in pochissimo tempo, partendo da immagini standard o preconfigurate. La gestione dell'Hypervisor sarà in mano a IBM e il cliente non dovrà fare altro che gestire la sua macchina virtuale.
Queste ultime possono essere ordinate in pochi click tramite il portale e le operazioni di creazione possono essere gestite tramite API, così da semplificare la scalabilità del sistema. Se necessario, è possibile poi utilizzare queste macchine virtuali all'interno della stessa VLAN dei server fisici dell'azienda.

L'offerta Virtual VMware Vcenter Server, invece, garantisce l'accesso a un ambiente certificato VMware vCenter Server, basato su due nodi dedicati ad alta disponibilità. Una soluzione dedicata a scenari di Capacity Extension, consolidamento del data center o disaster recovery, che permettere di estendere facilmente sul cloud l'infrastruttura già esistente on-premise così come la creazione di una server farm privata, che però gira in cloud. 

Data-Center

Se fossero necessarie prestazioni superiori, per esempio per gestire in modalità cloud ibrido i workload di un'azienda di fascia enterprise, è possibile orientarsi verso l'offerta Power System Virtual Servers, server basati sulla migliore tecnologia IBM Power che supportano i sistemi operativi AIX e IBM, con un'ampia scelta di voluti di storage. Questi server rappresentano l'opzione migliore nei casi in cui la resilienza e la ridondanza svolgano un ruolo critico, per esempio negli ambienti di sviluppo o negli scenari di disaster recovery e sono basati su un modello di pricing a consumo orario

Server Certificato SAP + VMware Server Virtualization è infine l'offerta dedicata alle imprese che necessitano di estendere sul cloud ibrido i loro carichi di lavoro SAP e S/4HANA. In questo caso, i clienti avranno a disposizione dei server fisici dedicati e isolati dal resto dell'infrastruttura, certificati SAP e virtualizzati tramite VMware, così da migliorarne la compatibilità e facilitare l'integrazione con i sistemi aziendali. 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^