Qualcomm prova a rientrare nel data center con l’Intelligenza Artificiale

Qualcomm prova a rientrare nel data center con l’Intelligenza Artificiale

Facendo leva sul successo della piattaforma Snapdragon per mobile, Qualcomm ha sviluppato una soluzione per accelerare l’elaborazione inferenziale in ambito di Intelligenza Artificiale. Qualcomm Cloud AI 100 promette prestazioni per watt 10 volte superiori alle soluzioni già in uso e potrà essere integrato in architetture cloud ed edge

di pubblicata il , alle 18:31 nel canale Cloud
Qualcomm
 

L’evoluzione del cloud ha reso disponibili a qualsiasi azienda i motori di Intelligenza Artificiale dei giganti tecnologici come IBM, Google o Microsoft. Possiamo integrare facilmente un assistente virtuale nel nostro sito web, perché l’elaborazione dati necessaria a farlo funzionare è nel cloud. Qualsiasi soluzione che sfrutta il machine learning deve gestire due fasi ben distinte, con esigenze elaborative molto diverse. La prima fase di training che ha bisogno di grandi infrastrutture e modelli di calcolo che vengono svolti efficacemente da sistemi basati su GPU. Una volta istruito il sistema e viene eseguito il modello, si passa alla fase di AI inferenziale in cui viene elaborata la richiesta per ottenere il risultato più efficace.

Qualcomm Cloud AI 100: pensato per l’elaborazione inferenziale in ambito AI 

Nella visione di Qualcomm l’elaborazione inferenziale in ambio AI ha bisogno di caratteristiche diverse da quelle offerte da sistemi basati da una combinazione di CPU e GPU presenti oggi nei data center. Facendo leva sull’esperienza accumulata su oltre 1 miliardo di installazioni delle piattaforme Snapdragon per smartphone, Qualcomm ha realizzato Cloud AI 100, un componente dedicato da integrare nei data center e pensato espressamente per ottimizzare la performance per watt in soluzioni di elaborazione inferenziale per l’Intelligenza Artificiale.

Qualcomm Cloud AI 100

Qualcomm Cloud AI 100 è basato su un chip progettato specificamente, con processo produttivo a 7nm che permette di ottenere performance per watt 10 volte superiori alle soluzioni adottate in questo momento. Inoltre la nuova piattaforma supporta nativamente gli stack software più utilizzati in ambito AI come PyTorch, Glow, TensorFlow, Keras e ONYX.

Nelle previsioni di Qualcomm, il sampling ai clienti di Cloud AI inizierà nella seconda metà del 2019.

 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^