Iscriviti al nostro nuovo canale YouTube, attiva le notifiche e rimani aggiornato su tutti i nuovi video

I nastri magnetici sono ancora attuali: previste 5 nuove generazioni

I nastri magnetici sono ancora attuali: previste 5 nuove generazioni

Il consorzio che sviluppa i nastri magnetici aderenti allo standard LTO ha annunciato piani per le prossime 5 generazioni: l'obiettivo è di arrivare a ben 1,44 petabyte di spazio compresso per cartuccia

di pubblicata il , alle 13:01 nel canale Device
Data Management
 

Lo standard LTO, che riguarda l'archiviazione di dati sui nastri magnetici, è ben lungi dall'essere morto. Le aziende parte del consorzio, ovvero HPE, IBM e Quantum, hanno infatti pubblicato una nuova roadmap che copre altre cinque generazioni. L'obiettivo è arrivare con la generazione 14 a offrire fino a 1,44 PB (ovvero 1.440 TB) di spazio compresso per ciascuna cartuccia, ovvero 32 volte quanto disponibile ora.

L'archiviazione su nastro vivrà per almeno altre 5 generazioni

Sembra quasi anacronistico parlare di archiviazione su nastro al giorno d'oggi, ma questa tecnologia è ancora in costante evoluzione e offre tutt'oggi uno dei migliori rapporti tra spazio a disposizione e prezzo, oltre che una grande affidabilità. Proprio per questo, i produttori hanno visto un'esplosione nelle vendite nel 2021, come riporta Blocks and Files.

Il futuro dello standard LTO pare roseo anche dal punto di vista dell'evoluzione tecnologica, con i produttori che si aspettano di riuscire a raddoppiare la capacità a ogni generazione. Va notato che per quella attuale, che è la nona, i piani di raddoppio sono saltati e si è passati da una capacità non compressa di 12 TB a una di 18 TB. Non è dunque improbabile che ciò possa avvenire nuovamente in futuro, in particolare viste le problematiche nello sviluppare materiali (e testine per la scrittura e la lettura) sempre più avanzati e nel mantenere la retrocompatibilità con gli standard esistenti.

Il consorzio LTO sta puntando molto anche su quella che afferma essere la maggiore sostenibilità del nastro rispetto ai dischi a piatti magnetici: una volta effettuata la scrittura, i nastri non richiedono ulteriore energia e, se conservati correttamente, possono durare per diversi anni senza perdite di dati.

21 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Gringo [ITF]17 Settembre 2022, 14:03 #1
Io speravo in nuovi progressi sui supporti ottici, almeno da non essere legati alla lettura sequenziale, si parlava tanto di archiviazione Olografica....ma siamo ancora alle "Cassette", ed il costo per giga sui supporti BLU_Ray è troppo esoso oltre a non essere concorrenziale con i dischi fissi..... e non mi parlino di costi di produzione, o le tasse visto che gli unici ad avere le "Accise" sui giga siamo noi in Italia, ringraziamo Franceschini.... con due orette di applausi.
frankie17 Settembre 2022, 15:17 #2
Hiei360017 Settembre 2022, 17:29 #3
Originariamente inviato da: frankie


L'idiozia dei politici è internazionale purtroppo
demon7717 Settembre 2022, 23:05 #4
Originariamente inviato da: Gringo [ITF]
Io speravo in nuovi progressi sui supporti ottici, almeno da non essere legati alla lettura sequenziale, si parlava tanto di archiviazione Olografica....ma siamo ancora alle "Cassette", ed il costo per giga sui supporti BLU_Ray è troppo esoso oltre a non essere concorrenziale con i dischi fissi..... e non mi parlino di costi di produzione, o le tasse visto che gli unici ad avere le "Accise" sui giga siamo noi in Italia, ringraziamo Franceschini.... con due orette di applausi.


In effetti c'erano grandi promesse per le tecnologie ottiche del futuro.. ma tuto si è arrestato a quanto pare..
jepessen18 Settembre 2022, 08:15 #5
Originariamente inviato da: Gringo [ITF]
Io speravo in nuovi progressi sui supporti ottici, almeno da non essere legati alla lettura sequenziale, si parlava tanto di archiviazione Olografica....ma siamo ancora alle "Cassette", ed il costo per giga sui supporti BLU_Ray è troppo esoso oltre a non essere concorrenziale con i dischi fissi..... e non mi parlino di costi di produzione, o le tasse visto che gli unici ad avere le "Accise" sui giga siamo noi in Italia, ringraziamo Franceschini.... con due orette di applausi.


Originariamente inviato da: demon77
In effetti c'erano grandi promesse per le tecnologie ottiche del futuro.. ma tuto si è arrestato a quanto pare..


C'e' anche il fatto che per lo scopo dei backup una cosa piu' che fondamentale e' l'affidabilita' dei supporti, anche a distanza di tempo. Evidentemente nonostante gli avanzamenti tecnologici i supporti olografici sono ancora troppo "nuovi" per poter ispirare questo tipo di fiducia nelle aziende, oltre al fatto che probabilmente non si e' riusciti a raggiungere grande affidabilita' (ad esempio nell'hardware che deve leggere e scrivere i dati).
demon7718 Settembre 2022, 10:58 #6
Originariamente inviato da: jepessen
C'e' anche il fatto che per lo scopo dei backup una cosa piu' che fondamentale e' l'affidabilita' dei supporti, anche a distanza di tempo. Evidentemente nonostante gli avanzamenti tecnologici i supporti olografici sono ancora troppo "nuovi" per poter ispirare questo tipo di fiducia nelle aziende, oltre al fatto che probabilmente non si e' riusciti a raggiungere grande affidabilita' (ad esempio nell'hardware che deve leggere e scrivere i dati).


mah.. non sarà piuttosto che il mercato ha preso un'altra direzione e che quindi anche l'interesse per lo sviluppo dei supporti ottici è scemato?
andbad19 Settembre 2022, 10:27 #7
Da utente SOHO con necessità di fare backup di qualche TB mi ero interessato ai nastri, ma il costo del dispositivo è ancora elevato.
Anche nel mercato dell'usato non ho trovato granché.

By(t)e
demon7719 Settembre 2022, 10:38 #8
Originariamente inviato da: andbad
Da utente SOHO con necessità di fare backup di qualche TB mi ero interessato ai nastri, ma il costo del dispositivo è ancora elevato.
Anche nel mercato dell'usato non ho trovato granché.

By(t)e


I nastri sono soluzioni di backup utilizzate da una nicchia della prte esclusivamente professionale dell'utenza.
Una nicchia che chiaramente necessita di fare backup di enormi quantità di dati.. non certo una piccola azienda.

Questa è anche la ragione per cui queste unità hanno prezzi altissimi e ce ne sono poche in giro.
andbad19 Settembre 2022, 12:47 #9
Originariamente inviato da: demon77
I nastri sono soluzioni di backup utilizzate da una nicchia della prte esclusivamente professionale dell'utenza.
Una nicchia che chiaramente necessita di fare backup di enormi quantità di dati.. non certo una piccola azienda.

Questa è anche la ragione per cui queste unità hanno prezzi altissimi e ce ne sono poche in giro.


Si si, lo immaginavo. Il bacino di utenza è limitato, ma speravo che nell'usato si trovasse qualcosa a prezzi umani.

By(t)e
giovanbattista19 Settembre 2022, 13:33 #10
Originariamente inviato da: Gringo [ITF]
Io speravo in nuovi progressi sui supporti ottici, almeno da non essere legati alla lettura sequenziale, si parlava tanto di archiviazione Olografica....ma siamo ancora alle "Cassette", ed il costo per giga sui supporti BLU_Ray è troppo esoso oltre a non essere concorrenziale con i dischi fissi..... e non mi parlino di costi di produzione, o le tasse visto che gli unici ad avere le "Accise" sui giga siamo noi in Italia, ringraziamo Franceschini.... con due orette di applausi.

Folio Photonics Announces Breakthrough Multi-Layer Optical Disc Storage: 10 TB for $50
https://foliophotonics.com/

Folio Photonics, a leading pioneer of immutable active archive, today announced that it has achieved a significant breakthrough in multi-layer optical storage disc technology that will enable an unprecedented level of cost, security and sustainability advantage. Leveraging patented advancements in materials science, Folio Photonics has developed the first economically viable, enterprise-scale optical storage discs with dynamic multi-layer write/read capabilities, which will enable the development of radically low-cost/high-capacity disc storage.

"Folio Photonics is on a path to engendering far greater data densities than was thought possible several years ago," said John Monroe, lead analyst at Furthur Market Research and former VP analyst in the data center infrastructure group at Gartner. "Using next-generation materials, patented polymer extrusion, and film-based disc construction processes (distinct from mere optical layering), in concert with customized optical pickup units (OPUs), Folio Photonics appears poised to deliver a new optical technology that enables eight or 16 film layers per side per disc, as opposed to only three optical layers per side per disc for archival discs today, with a roadmap to add additional layers over time."
Data growth is overwhelming existing storage technologies, and today's outdated enterprise storage technologies fail to address three key pain points of cost, cybersecurity and sustainability. The high cost of storage is untenable with exploding data growth, cyber threats continue to escalate, and data centers are a major contributor to energy/water usage and CO2 emissions. Current hard disk drive (HDD) and LTO tape roadmaps reflect insufficient technological advancement to meet user needs and desired price points in the future.

Folio's technology milestone proves the feasibility of its materials, manufacturing and optics and shifts the company from the research phase to product development. With disc availability targeted for 2024, Folio's multi-layer disc capacity is expected to start at 10 TB per cartridge (1 TB per disc) with an aggressive roadmap to multi-TB capacities. The roadmap is enabled by the addition layers due to its easily scalable polymer co-extrusion process as well as significant increases in capacity per layer.

"Our talented engineering team - under the leadership of founder and CIO Dr. Kenneth Singer - has pioneered a fresh approach to optical storage that overcomes historical constraints and puts unheard of cost, cybersecurity and sustainability benefits within reach," said Steven Santamaria, Folio Photonics CEO. "With these advantages, Folio Photonics is poised to reshape the trajectory of archive storage."

Folio Photonics optical discs will provide a powerful combination of game-changing characteristics that make data archives ACTIVE.

Folio Photonics is well positioned to be a leader in the archival storage market, projected to be $10B+1, 2.68+2 Zettabytes in 2025. It plans to start with adoption in the immutable active archive use case and expand to become a standard for all archive data. Folio's manufacturing advantages drive room for significant channel/partner margin and profitability and position the company for sustainable growth and continued investment in the business.

"Archival storage data comprises up to 80 percent of all data according to industry estimates, and Folio Photonics is in a strong position to be a leading player in this large, fast-growing market," said Fred Moore, president, Horison Information Strategies. "Archival data is typically unchanging, presenting itself as 'write once' and requiring immutability. At the same time, artificial intelligence (AI), machine learning (ML) and Big Data analytics are increasing activity and accessibility requirements for archival storage systems. As a result, the demand for immutable active archives will only increase as immutability and higher performance requirements reshape the exploding secondary storage paradigm."

Unlike tape, Folio Photonics ACTIVE archive storage will provide random access to archives to ensure effective data retrieval. Unlike HDD, its ACTIVE archive storage is Immutable by Design and offers a 5X lower acquisition price - roughly $25/TB for HDDs and less than $5/TB for Folio. Folio Photonics discs are highly sustainable and will provide 80 percent power savings over HDDs. In addition, its ACTIVE archive storage is not vulnerable to electromagnetic pulse (EMP) attacks, offers an air gap to ensure cybersecurity and provides a media lifespan of 100 years.

"Folio's next-generation storage media will radically reduce the upfront cost and TCO while making data archives active, cybersecure, and sustainable - an ideal combination for data center and hyperscale customers. We believe that it will disrupt and reenergize the multi-billion-dollar data storage industry with its breakthrough financial and sustainability upside," added Santamaria.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^