Kingston Data Center DC1000B, l'SSD per il data center in formato M.2

Kingston Data Center DC1000B, l'SSD per il data center in formato M.2

Kingston ha presentato un SSD per i data center, il DC1000B: un SSD nell'inusuale formato M.2, solitamente usato in ambito consumer, per risparmiare spazio fisico nei server mantenendo alte prestazioni e affidabilità

di pubblicata il , alle 15:21 nel canale Device
Kingston
 

Il formato M.2 è nato specificamente per applicazioni client, ma si sta diffondendo rapidamente anche nel mondo server grazie alle piccole dimensioni e alle alte prestazioni degli SSD che usano questo standard. Kingston si inserisce in questo mercato nascente con un nuovo SSD pensato per i data center: il Kingston DC1000B.

Kingston presenta un SSD NVMe per data center: il Data Center DC1000B

Kingston DC1000B

Il Kingston Data Center DC1000B è un SSD NVMe con formato M.2 2280 pensato specificamente per il mercato dei server ad alta densità: offre una connessione PCIe 3.0 x4 e utilizza chip NAND 3D TLC a 64 strati. Queste caratteristiche garantiscono che l'SSD offra, stando a Kingston, "costanza di livello enterprise nelle prestazioni". Il DC1000B sarà disponibile nei formati da 240 GB e da 480 GB.

La scelta del formato avviene a causa della necessità di ridurre lo spazio utilizzato per il disco su cui risiede il sistema operativo: i posti presenti nelle baie anteriori dei server sono infatti limitati e la possibilità di utilizzarli tutti per l'archiviazione dei dati, senza sottrarre spazio per il sistema, è interessante.

Ma sui dischi su cui risiedono i sistemi operativi vengono anche conservati i log, nonché la cache locale in alcuni casi. La costanza nelle prestazioni citata da Kingston va pertanto nella direzione di una maggiore garanzia, rispetto ai dischi per i privati, di prestazioni nel tempo. Il Kingston DC1000B offre infatti 0,5 DWPD per 5 anni: ciò significa che è possibile scrivere dati pari alla metà della capacità massima del disco per 5 anni prima che le prestazioni siano degradate. In questo modo è possibile far gestire cache e log dal disco senza temere che questo si guasti per le scritture eccessive.

Sebbene la maggioranza dei server sia dotata di sistemi UPS per non subire spegnimenti improvvisi, capita talvolta che i server siano esposti a interruzioni improvvise di corrente. Kingston ha inserito dunque funzionalità di protezione dalle interruzioni di alimentazione (PLP, power loss protection) che impedisce che il disco si danneggi qualora si verifichi un'anomalia nell'alimentazione.

Per offrire la sicurezza dei dati custoditi sul disco, il DC1000B offre cifratura AES-XTS a 256 bit a livello di controller, rendendo l'SSD un disco auto-cifrante (SED, self-encrypting drive).

Ulteriori informazioni sono presenti sul sito del produttore.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Bradiper18 Gennaio 2020, 18:04 #1
Chissà che prezzo, parlando di ssd m2 in generale non capisco il perché non abbiano implementato la possibilità di installare facilmente il sistema operativo come un normale ssd sata, non capisco dove è il problema che non lo rende immediato e semplice.
fraussantin18 Gennaio 2020, 21:27 #2
Originariamente inviato da: Bradiper
Chissà che prezzo, parlando di ssd m2 in generale non capisco il perché non abbiano implementato la possibilità di installare facilmente il sistema operativo come un normale ssd sata, non capisco dove è il problema che non lo rende immediato e semplice.


Cosa c'é di diverso?
thecatman18 Gennaio 2020, 22:00 #3
hanno dei bei ssd anche lato sata6. controllate il sito kingston
hotak19 Gennaio 2020, 01:50 #4
Originariamente inviato da: Bradiper
Chissà che prezzo, parlando di ssd m2 in generale non capisco il perché non abbiano implementato la possibilità di installare facilmente il sistema operativo come un normale ssd sata, non capisco dove è il problema che non lo rende immediato e semplice.


Non capisco il problema: io ho clonato direttamente l'SO da SSD a M.2 e mai avuti problemi
amigafever19 Gennaio 2020, 10:30 #5

TLC no Grazie

Continua la rincorsa per TLC-QLC quando non riescono a gestire flussi in grosse quantita come i MLC, durano di mano e hanno bisogno di maggiori controlli.
Per di piu sono solo 480gb ma dove vogliono andare.
Per i server gli M2 non servono ad una mazza.
Senza calcolare che i prezzi sono gonfiati e la capacità tenuta ferma.
Siamo nel 2020 SSD con almeno 8TB minimo e capazienza normale 40Tb non 256gb.
Ma quando 1TB costa a loro 1 euro e viene venduto a 80 euro in su dove vogliamo andare.
phmk19 Gennaio 2020, 13:11 #6

240 GB e 480 GB...

Per i server di un data center???
Si quelli di 30 anni fa
noppy119 Gennaio 2020, 13:48 #7
già da un pò nei datacenter per l'OS si usano dischi SSD (2 in RAID 1) in M.2 ma non PCIe ma SATA3 perchè per l'OS non interessa a nessuno che siano ultra veloci tra l'altro usiamo dischi da 120-240 Gb perchè sono stra sufficienti per il sistema operativo , molto raramente si usano più grandi, io installo sistemi linux e mi bastano 40 Gb + lo swap e sto apposto per la vita , le applicazioni e i dati stanno su dischi apparte molto probabilmente in SAN
giovanni6919 Gennaio 2020, 18:02 #8
In altro articolo, relativamente recente su hwupgrade, era uscita un'inchiesta che citava la propensione ai gestori di datacenter di non eccedere nei size perchè, anche se ridondandi su RAID, si cercherebbe di evitare il rischio di perdita dati nel dover gestire SSD troppo capienti.
\_Davide_/19 Gennaio 2020, 22:13 #9
Originariamente inviato da: Bradiper
Chissà che prezzo, parlando di ssd m2 in generale non capisco il perché non abbiano implementato la possibilità di installare facilmente il sistema operativo come un normale ssd sata, non capisco dove è il problema che non lo rende immediato e semplice.


Quello dipende dalla tua scheda madre: le mie li gestiscono esattamente allo stesso modo così come anche i miei NAS.

Riguardo alle dimensioni, per ora ho visto montare su server solo SSD da 500 GB o da 1 TB, mentre per quanto riguarda gli HDD se ne vedono dai 300 GB a 1,2 TB sempre "in media".

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^