IBM Power10 debutta sul server Power E1080: 15 core e 120 thread per il cloud ibrido

IBM Power10 debutta sul server Power E1080: 15 core e 120 thread per il cloud ibrido

IBM ha annunciato il server Power E1080 per il cloud ibrido equipaggiato con il nuovo processore Power10 realizzato a 7 nanometri, annunciato lo scorso anno. Secondo Big Blue il nuovo server batte nettamente il suo predecessore in termini di inferenza e sicurezza.

di pubblicata il , alle 11:01 nel canale Cloud
IBMPower
 

A un anno dall'annuncio dei chip Power10, IBM ha svelato IBM Power E1080, il primo server basato sul nuovo processore e destinato al mondo del cloud ibrido. IBM Power10 è realizzato da Samsung con processo a 7 nanometri EUV ed è dotato di 16 core fisici, dei quali solo sono 15 attivi per ragioni di resa produttiva. Ogni core offre 8 thread logici, per un totale pari a 120 thread. Il chip occupa 602 millimetri quadrati.

Basato su una nuova architettura, Power10 consente di creare sistemi fino a 16 socket per un totale di 1920 thread logici. IBM ha progettato il nuovo processore per essere realizzato come single chip module (SCM) o persino dual-chip module (DCM), ovvero con due chip affiancati sullo stesso package.

Tra le altre caratteristiche troviamo moltissime linee PCI Express 5.0 per supportare schede aggiuntive e soprattutto le interconnessioni PowerAXON e OMI (OpenCAPI Memory Interface). Entrambe offrono una bandwidth pari a 1 TB/s, ma mentre PowerAXON serve per la comunicazione tra i chip, lo storage, la DRAM, la connettività con ASIC / FPGA e la memoria in cluster, OMI può essere usata non solo per storage e DRAM, ma anche memoria GDDR/HBM. Queste due tecnologie, insieme, consentono di gestire fino a 8 TB per sistema o 2048 TB di memoria indirizzabili su cluster in rete.

Rispetto ai processori Power9, i nuovi Power10 offrono un miglioramento delle prestazioni single-thread del 20%, un boost delle prestazioni per core del 30% e un miglioramento dell'efficienza (prestazioni per watt) di tre volte rispetto ai precedenti chip a 14 nanometri.

Pensato anche per i carichi di intelligenza artificiale, Power10 integra quattro Matrix Math Accelerator (MMA) a 512 bit e otto engine SIMD a 128 bit per core che assicurano prestazioni nettamente superiori rispetto al passato, con un avanzamento nei carichi di inferenza di 5 volte rispetto al precedente server Power E980.

Il processore Power10 è in grado di offrire una crittografia della memoria trasparente, eliminando quindi configurazioni aggiuntive. Rispetto a IBM Power9, il nuovo processore ha un numero quattro volte maggiore di engine di crittografia per core e questo dato si traduce in prestazioni 2,5 volte migliori con la crittografia AES rispetto ai server IBM Power di vecchia generazione.

Secondo IBM, il server Power E1080 è in grado di fornire scalabilità ed efficienza, tanto da raggiungere il record mondiale nel benchmark SAP SD "two tier", con 8 socket che "battono i migliori risultati in ambiente x86 a 16 socket" offrendo 2,5 volte più prestazioni per core rispetto a uno Xeon Platinum di ultima generazione.

"Un cliente IBM Power ha preventivato che potrebbe consolidare un database transazionale che lavora su 126 server basati su chip x86 in soli due server IBM Power E1080. Questa proiezione si tradurrebbe in una riduzione dell'80% nell'uso di energia del server e in una riduzione del 70% delle licenze software per core per il cliente", aggiunge IBM in un passaggio della nota stampa.

I sistemi Power10 sono in grado di funzionare in modalità di compatibilità Power9 o Power8 per supportare la mobilità delle partizioni in tempo reale, spostando così i carichi di lavoro in funzione da una macchina fisica a un'altra senza interruzioni. Secondo IBM ciò avviene senza registrare un impatto prestazionale.

Per quanto concerne la disponibilità, il server Power E1080 è ordinabile immediatamente con consegne previste prima della fine del mese.

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
CrapaDiLegno08 Settembre 2021, 12:00 #1
Ne voglio uno per postare più velocemente il mio stato su Facebook!!!!!
Gringo [ITF]08 Settembre 2021, 13:54 #2
I power hanno caratteristiche assurde, già alcuni Power5 avevano alcune configurazioni con 4 thread a core, altro che HyperThread..... :3
O il CELL BB con 1 Core e 8 Minicore Vettoriali....
difficile da programmare, ma era 4 anni avanti.
Tedturb008 Settembre 2021, 16:10 #3
IBM ormai sembra finita. Credo che durera' ancora poco prima di scomparire
les208 Settembre 2021, 19:22 #4
ma oggi sono utilizzati i processori Power? chiedo da profano, credevo fossero usciti di scena da qualche anno e non usati in ambito cloud. Già con arm non è stato sempre tutto indolore.
Cappej09 Settembre 2021, 07:47 #5
Originariamente inviato da: Tedturb0
IBM ormai sembra finita. Credo che durera' ancora poco prima di scomparire


mha... non seguo i loro bilanci e sicuramante non sono gli anni '80 (per nessuno...), non so a cosa possa servire un processore come questo se non per applicazioni dedicate, ma a parte il lato Hardware, a livello R&D temo che ce ne siano poche come IBM
CIRY7610 Settembre 2021, 09:21 #6
Originariamente inviato da: Tedturb0
IBM ormai sembra finita. Credo che durera' ancora poco prima di scomparire


Lo sostengo anche io da 20 anni..... ma sono bravi a reinventarsi e dopo l'acquisizione di RedHat e il prepensionamento di migliaia di lavoratori oggi sono in linea con la domanda di mercato; tranne sul mondo Power, qui sono assolutamente Vintage, ma possono vantare un monopolio che sfruttano beatamente a loro vantaggio.

Esempio banale:
il sistema di licensing sulle loro macchine obbliga un'azienda da 2000 utenti a pagare per ogni CORE che attivi moltiplicato per ogni feature software moltiplicato per ogni utente.

E considera che quando acquisti una macchina come quella, che costa + di 500.000 € (senza storage) poi devi acquistare le licenze, che vengono molto di +

Capisci che produrre una macchina che a parità di CORE va il 20 o il 30% + veloce è un risparmio sulle licenze notevole. Cmq avevano annunciato una cosa simile anche tra Power8 e Power9, ma poi non furono tutte rose e fiori.

Ma se sei un'azienda che necessita di quella capacità di calcolo, perchè ha un'infrastruttura software che non le permette di cambiare rotta nel breve/medio periodo: sei obbligato.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^