Microsoft annuncia la prima Insider Preview di Windows Server 2022

Microsoft annuncia la prima Insider Preview di Windows Server 2022

Windows Server 2022 arriverà alla fine dell'anno e Microsoft ha dunque pubblicato la prima versione di anteprima della nuova edizione, così da permettere alle aziede di arrivare preparate al lancio

di pubblicata il , alle 15:01 nel canale Cloud
MicrosoftWindows
 

La prossima versione con supporto a lungo termine di Windows Server sarà Windows Server 2022. Microsoft ha l'ha annunciato ufficialmente sul suo blog, rendendo al contempo disponibile la prima versione Insider Preview con numero di build 20292. Si tratta di una novità interessante, perché conferma l'interesse di Microsoft a mantenere la propria presenza nel mercato dei sistemi operativi per server on premise.

Windows Server 2022 è la prossima versione del sistema per server di Microsoft

Microsoft aveva annunciato nel 2018 la propria volontà di dismettere Windows Server Essentials dopo la versione 2019, citando la generale volontà da parte del mercato di effettuare la transizione verso il cloud. Con un'attenzione ad Azure sempre maggiore, il futuro di Windows Server più in generale era dato come incerto. L'azienda ha però ora rivelato di voler proseguire sulla strada percorsa finora e ha dunque annunciato la prima versione di anteprima di Windows Server 2022.

Windows Server continuerà dunque a vivere al di fuori del cloud, così che le aziende che abbiano esigenza di accedere a tale versione possano farlo. Il lancio di Windows Server 2022 è previsto per la fine dell'anno, presumibilmente a ottobre o novembre, seguendo il classico ciclo triennale adottato fin qui dall'azienda.

Come ottenere e come attivare Windows Server 2022

La versione di anteprima di Windows Server 2022, build 20292, è disponibile per tutti gli utenti registrati al programma Windows Insider for Business a questo indirizzo.

È possibile attivare Windows Server 2022 usando le seguenti chiavi:

  • Edizione Server Standard: MFY9F-XBN2F-TYFMP-CCV49-RMYVH
  • Edizione Datacenter: 2KNJJ-33Y9H-2GXGX-KMQWH-G6H67

L'anteprima è disponibile in formato ISO in 18 lingue (incluso l'italiano), mentre il formato VHDX è disponibile solo in inglese. Le chiavi sono valide solo per le versioni di anteprima e saranno valide fino al 31 ottobre 2021.

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
mattia.l17 Febbraio 2021, 15:53 #1
Quindi secondo Microsoft pochissima gente necessita di Win Server on premise?
boboviz17 Febbraio 2021, 16:40 #2
Io ho praticamente TUTTI i clienti (da quelli piccolissimi a quelli che hanno cluster a vari nodi) che hanno i server fisici "in casa" e non vogliono sentir parlare di server in cloud (tranne che per esigenze particolari).
Sarò sfortunato io che non sento pressioni per passare ad Azure....
boboviz17 Febbraio 2021, 16:41 #3
Originariamente inviato da: mattia.l
Quindi secondo Microsoft pochissima gente necessita di Win Server on premise?

Sai quanti Windows Server 2008 R2 ho ancora in giro?
Non vogliono aggiornare "in house", figurarsi passare al cloud.
DanieleG17 Febbraio 2021, 17:09 #4
Originariamente inviato da: boboviz
Sai quanti Windows Server 2008 R2 ho ancora in giro?
Non vogliono aggiornare "in house", figurarsi passare al cloud.


Io ho dei 2003 e perfino un 2000... lasciamo perdere va...
Favuz17 Febbraio 2021, 17:40 #5
io ho clienti "misti", parecchi sono ancora on premise, altri stanno transizionando verso il cloud una parte (non tutte) delle loro strutture.

2008 r2 ne ho ancora alcuni, 2003 fortunatamente no , comunque la mia azienda ha deciso di puntare forte sulle offerte cloud solo da quest'anno (Azure e AWS, non google cloud se no uscivamo matti).
boboviz17 Febbraio 2021, 18:19 #6
Originariamente inviato da: Favuz
io ho clienti "misti", parecchi sono ancora on premise, altri stanno transizionando verso il cloud una parte (non tutte) delle loro strutture.

Un mio cliente ha un ufficio tecnico che fa rendering veramente pesante (abbiamo fatto tutto in ethernet 10gb e ssd come se piovesse).
Hai voglia a farlo in cloud.
Slater9117 Febbraio 2021, 18:59 #7
Originariamente inviato da: DanieleG
Io ho dei 2003 e perfino un 2000... lasciamo perdere va...


2000 non ne ho mai visti, ma l'anno scorso ho fatto la migrazione di un 2003 a 2016. Il povero server era ormai col fiato così corto che stando fermo sbanfava. Vedo ancora diversi 2008, però, e anche alcuni 2012 (che ormai comincia a essere vecchiotto: il supporto scade tra due anni!).

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^