Iscriviti al nostro nuovo canale YouTube, attiva le notifiche e rimani aggiornato su tutti i nuovi video

Arrivano le nuove soluzioni infrastrutturali di Lenovo basate su CPU Intel Xeon Scalable di quarta generazione

Arrivano le nuove soluzioni infrastrutturali di Lenovo basate su CPU Intel Xeon Scalable di quarta generazione

Il colosso dell'ICT ha presentato 25 nuove soluzioni ThinkSystem e ThinkAgile, tutte basate sui più recenti processori Xeon Scalable di Intel. Si tratta di piattaforme pensate per carichi di lavoro mission critical, elaborazioni di IA, HPC

di pubblicata il , alle 17:01 nel canale Device
Lenovo
 

Lenovo ha rinnovato la sua gamma di soluzioni introducendo ben 25 nuovi modelli fra server ThinkSystem e piattaforme iperconvergenti ThinkAgile. Tutte adottano i più recenti processori Xeon Scalable di Intel, quelli di quarta generazione. Tutte queste macchine sono pensate per l'elaborazione di carichi di lavoro complessi, come applicazioni di HPC (High Performance Computing), virtualizzazione, intelligenza artificiale. 

Attenzione anche alla sostenibilità, alcuni di questi modelli utilizzano il sistema di raffreddamento a liquido Neptune che, secondo Lenovo, consente una riduzione dei consumi energetici che arriva al 40%

ThinkSystem e ThinkAgile V3 

Fra le nuove soluzioni spicca il nuovo ThinkSystem SR850 V3, un server in formato rack 2U dotato di quattro socket. Un sistema adatto ai workload tipici di settori come manifatturiero, finanziario e medicale. Fra le caratteristiche di spicco di questo sistema l'affidabilità: SR850 V3 può infatti contare su un sistema di analisi predittiva dei guasti, così da limitare manutenzioni non previste. Sotto il profilo della sicurezza, è dotato di un sistema di rilevamento delle manomissioni. 

Neptune: il raffreddamento a liquido secondo Lenovo

Alcune delle nuove soluzioni Lenovo sono caratterizzate dall'adozione di un sistema di raffreddamento a liquido, Neptune, che in questa incarnazione ha raggiunto la sua quinta generazione. Nello specifico, si tratta dei server ThinkSystem SD650 V3 e SD650-I V3, che secondo i dati forniti dalla multinazionale, sono in grado di ridurre del 40% i consumi energetici senza scendere a compromessi con le prestazioni. 

Questi sistemi sfruttano Neptune per raffreddare le CPU, le GPU e la memoria ad elevata banda HBM, che è in grado di quadruplicare la larghezza di banda. L'adozione delle CPU Intel Xeon Max con HBM e della GPU Intel Data Center Max permette un incremento delle prestazioni di 2,8 volte rispetto ai precedenti sistemi. 

"Nell'attuale contesto competitivo, le moderne soluzioni infrastrutturali in grado di generare insight più rapidi e di abilitare in modo più efficiente carichi di lavoro complessi, dall'edge al cloud, sono fondamentali in tutti i principali settori di mercato", ha dichiarato Kamran Amini, Vice President e General Manager of Server & Storage di Lenovo Infrastructure Solutions Group. "Grazie ai miglioramenti in termini di prestazioni e gestione del portfolio ThinkSystem V3 basato su Intel, i clienti possono ridurre l'ingombro IT fino a tre volte2 per ottenere un ROI più elevato e trasformare più facilmente la propria infrastruttura grazie ad un'unica piattaforma senza soluzione di continuità che è progettata per le attuali esigenze di IA, virtualizzazione, multi-cloud e computing sostenibile".

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
BeaZtiE11 Gennaio 2023, 20:23 #1

Raga... XENON ;-) state scherzndo

In articolo e scritto giusto "Xeon", ma questo mi fa ridere "....basate su CPU Intel Xenon Scalable"
Ultimate scrivete più di auto, che di CPU. Ma spero, che vi sistemata il errore ;-)
riaw12 Gennaio 2023, 09:11 #2
Originariamente inviato da: BeaZtiE
In articolo e scritto giusto "Xeon", ma questo mi fa ridere "....basate su CPU Intel Xenon Scalable"
Ultimate scrivete più di auto, che di CPU. Ma spero, che vi sistemata il errore ;-)


è quello che succede quando la tua preoccupazione maggiorè è che il banner sull'offerta per la lavasciuga abbia il link corretto.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^