Le nuove soluzioni Huawei per il mercato enterprise: WiFi 6, fibra ottica, archiviazione e networking

Le nuove soluzioni Huawei per il mercato enterprise: WiFi 6, fibra ottica, archiviazione e networking

Huawei arricchisce la sua offerta per il mercato enterprise con nuove soluzioni per la gestione della connettività di rete nei campus aziendali, switch di nuova generazione, UPS e solzuioni di archiviazione dei dati

di pubblicata il , alle 18:21 nel canale Device
Huawei
 

Huawei ha arricchito la sua offerta per il mondo enterprise con nuove soluzioni che vanno dalle reti per i campus delle grandi aziende fino a soluzioni per i data center che includono apparati di rete, UPS e dispositivi per l'archiviazione dei dati.

Huawei HiCampus: la connettività di rete per i campus tra WiFi 6 e fibra ottica

Il problema nel costruire le reti per i campus è notevole: l'estensione fa sì che sia necessario cablare il campus e fornire connettività wireless, con il problema però che quest'ultima non riesce a coprire efficacemente tutto il campus e non garantisce la velocità necessaria. L'estensione della rete e la spesa necessaria per aggiornarla rendono poi i miglioramenti particolarmente difficili e dispendiosi.

Sulla scorta di queste considerazioni Huawei ha presentato Huawei HiCampus, soluzione basata su tre pilastri: l'uso delle tecnologie 5G, della fibra ottica e di una piattaforma in grado di monitorare lo stato della rete nel suo complesso.

Huawei propone il nuovo AirEngine WiFi 6 che offre banda passante di picco di 10 Gbit/s, latenza di 10 ms e un raggio di copertura superiore del 20% allo standard del settore. Per raggiungere questi risultati l'azienda ha riversato nel campo IP (ovvero le reti tradizionali basate su Internet Protocol) le sue conoscenze del mondo 5G riguardo le tecnologie di radiofrequenza, gli algoritmi come lo scheduling distribuito tra più sistemi, l'uso di reti di accesso radio definite via software.

La soluzione Campus OptiX fornisce invece una rete LAN basata su fibra ottica che dà accesso agli stessi vantaggi delle reti tradizionali in termini di flessibilità e configurabilità, ma allo stesso tempo diminuisce nettamente i consumi energetici.

La Huawei Horizon Digital Platform è poi una piattaforma di gestione della rete in grado di monitorare la rete nel suo complesso, con un monitoraggio full stack e in grado di rilevare la sorgente dei guasti in tempi più ridotti rispetto alle soluzioni tradizionali. 

Reti nei data center: le soluzioni Huawei OptiXtrans e CloudEngine

Huawei ha presentato i nuovi switch per i data center basati su reti sia in fibra ottica sia in rame. Per quanto riguarda le reti in rame il Huawei CloudEngine 16800 offre porte 400GE e una riduzione del 50% dell'energia impiegata per bit trasmesso, oltre a una più efficiente dissipazione del calore rispetto al pasasto e una migliore efficienza dell'alimentazione.

Lo Huawei OptiXtrans DC908 supporta invece reti in fibra ottica con una capacità di trasmissione di 800 Gbps per lunghezza d'onda e un massimo di 220 lunghezze d'onda gestibili allo stesso tempo. Un singolo dispositivo 2U può quindi supportare una banda massima di 12,8 Tbps. Oltre a supportare le reti in fibra ottica l'OptiXtrans DC908 supporta anche reti in rame così da far convergere la gestione di vari dispositivi su un unico punto di controllo.

Con Huawei SmartLi UPS le batterie agli ioni di litio arrivano nei data center

Gli UPS tradizionali utilizzano ancora batterie al piombo, meno efficienti delle moderne batterie agli ioni di litio. Huawei SmartLi UPS utilizza invece batterie al litio con una vita utile stimata in 10-15 anni, ovvero 5.000 processi di carica e scarica. Huawei ha raggiunto questo risultato utilizzando tecniche che coinvolgono l'elettronica, il controllo digitale e la progettazione delle batterie.

L'UPS integra sistemi di gestione che permettono di controllare e individuare eventuali problemi all'interno dei pacchi batterie, nonché tecniche di tolleranza ai guasti che permettono agli UPS di continuare a essere funzionanti anche nel caso di guasti.

Huawei punta molto sul fatto che la vita utile lunga del dispositivo abbassi il TCO (Total Cost of Ownership, costo totale del possesso) sotto la soglia delle soluzioni tradizionali, meno longeve ed efficienti.

Huawei OceanStor Dorado: fino a 2,4 PB con meno di 0,1 ms di latenza

Huawei ha presentato anche la nuova soluzione di archiviazione di livello enterprise: Huawei OceanStor Dorado. Si tratta di una soluzione basata su un controller 5U in grado di ospitare fino a 120 dischi da 3,5 pollici con una capacità complessiva di 2,4 PB (petabyte, corrispondenti a 1.000 terabyte) e una densità pari a tre volte la media del settore. La latenza è di appena 0,081 ms, ovvero 81 microsecondi.

Queste caratteristiche sono rese possibili dall'impiego di memoria NVMe e dall'uso di un'architettura che l'azienda chiama SmartMatrix, in grado di fornire una disponibilità del servizio del 99,9999% e la continuità del servizio anche nel caso in cui sette controller su otto si guastino.

Huawei prevede che l'OceanStor Dorado venga utilizzato da grandi aziende nei settori delle telecomunicazioni, della finanza, dell'energia, della salute, della manifattura e dei trasporti, nonché dalle organizzazioni governative.

Huawei afferma che meno del 2% dei dati prodotti dalle aziende è effettivamente archiviato e gestito e meno del 10% viene utilizzato efficacemente. Con il crescere della mole di dati gestiti dalle aziende, grazie anche all'avvento dell'Industrial Internet of Things, è necessario utilizzare soluzioni di archiviazione in grado di fornire prestazioni eccellenti, nonché dalla capacità estremamente elevata.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^