QNAP presenta le novità per il 2020 e i nuovi strumenti per il backup da e verso il cloud

QNAP presenta le novità per il 2020 e i nuovi strumenti per il backup da e verso il cloud

In occasione del Tech Day 2020 QNAP ha presentato nuovi prodotti dedicati al networking, inclusi nuovi switch 10 Gbe, schede di rete sino a 40 Gbe. Estrema attenzione è stata dedicata agli strumenti di backup e per l'integrazione con la G-Suite

di pubblicata il , alle 20:01 nel canale Edge
Qnap
 

Fino a qualche anno fa i NAS venivano considerati degli strumenti prevalentemente consumer o dedicati alle piccole aziende, praticamente dei server in miniatura, semplici da gestire ma percepiti come soluzioni economiche. Non ci è voluto molto a fare cambiare l'opinione degli addetti ai lavori tanto che ora i NAS sono a tutti gli effetti prodotti che possono essere integrati anche all'interno di aziende di tipo enterprise

QNAP è uno dei leader di questo settore e continua ad aggiornare le sue soluzioni sia dal lato hardware, sia da quello software, migliorando a ogni nuova versione il suo sistema operativo QTS. 

HBS 3: backup sempre più affidabili

Una corretta strategia di backup non può basarsi su una sola copia dei dati, per esempio su un hard disk esterno o un NAS. Uno degli approcci più diffusi è chiamato 3-2-1, e presuppone 3 copie separate su almeno due differenti supporti, oltre a una terza copia conservata esternamente, per esempio su cloud. Una strategia che è supportata da HBS 3, integrato sui NAS QNAP e strutturato per rendere più veloci le operazioni di messa in sicurezza dei dati e ripristino.

HSB 3 supporta QuDedup per la deduplicazione dei dati: in termini più comprensibili, si occupa di comprimere i dati del backup, andando anche alla ricerca di file duplicati così da snellire le dimensioni del file risultate. Così facendo è possibile velocizzare enormemente i trasferimenti di grossi archivi, soprattutto quando vengono spostate da e verso il cloud. Una volta deduplicati, i dati non sono immediatamente accessibili e vanno decompressi. Per questo motivo QNAP ha sviluppato QuDedup Extract Tool, funzionante su Windows, Mac e Linux, che permette di recuperare singoli file e cartelle dagli archivi deduplicati senza dover decomprimere l'intero archivio.

QuDedup lavora molto sui file e può facilmente mettere in crisi un sistema di hard disk tradizionale. Di conseguenza, quando si ha a che fare con archivi di grandi dimensioni ha senso integrare all'interno del NAS delle SSD, capaci di accelerare notevolmente questo tipo di operazioni.

Qdedup

HybridMount, il NAS si fonde con la nuvola

HybridMount è una delle funzioni più interessanti dei dispositivi QNAP e permette di usare un servizio di cloud pubblico, per esempio Dropbox, per estendere lo spazio di archiviazione. In questi scenari, il NAS locale non è più il contenitore primario dei dati, ma funge da cache per le informazioni disponibili sul cloud. Al momento sono sopportati 20 servizi, inclusi Amazon S3, OneDrive, Google Cloud, OneDrive, Dropbox e molti altri. 

QnapCloudGateway

Boxsafe, una soluzione per il backup locale della G-Suite e di Office 365

Sono parecchie le aziende che hanno abbracciato la filosofia SaaS (Sofware as a Service) anche per i classici strumenti da ufficio come editor di testi, fogli di calcolo e presentazioni PowerPoint. I prodotti più diffusi sono la G-Suite o Office 365, che offrono anche lo spazio online necessario per salvare i propri documenti. Per quanto questi servizi siano affidabili, nessuno si dichiara responsabile in caso di perdita di dati o di momentanea interruzione del servizio, motivo per il quale un backup in locale è di primaria importanza.

Boxafe di QNAP ovvia al problema sfruttando il NAS locale come backup dei dati di questa applicazione, garantendo il ripristino in tempi estremamente ristretti. 

boxafe

QGD-1600P: un NAS e uno switch PoE nello stesso case

QNAP ha presentato una serie di novità e non tutte sono NAS. Fra le più interessanti segnaliamo l'introduzione di schede di rete Fiber Channel da inserire nei NAS di tipo enterprise e le più classiche interfacce ethernet in grado di supportare i protocolli 25 GbE e 40 GbE

QNAPNetworkin

Il prodotto più innovativo è il QGD-1600P, un dispositivo in formato rack 1U che integra le funzioni di switch con supporto PoE (Power over Ethernet) e di NAS. Abbastanza potente da gestire macchine virtuali, è dotato di due sistemi operativi totalmente indipendenti: da un lato un potente NAS, dal'altro uno switch di rete managed con porte ethernet in grado di veicolare sino a 60 Watt di corrente. Sono interamente separati e indipendenti, tanto che quando si riavvierà o spegnerà la parte NAS, lo switch continuerà a funzionare senza interruzioni.

QGD-1600P

Il suo ambito ideale è quello della videosorveglianza, come del resto suggeriscono le porte ethernet con supporto PoE, ideali per traspostare dati e corrente da e verso le videocamere usando un solo cavo. Le applicazioni integrate lo rendono molto flessibile e, per esempio, potrà essere utilizzato per gestire l'illuminazione smart di un ufficio o per applicazioni di digital signage

QGD-1600P2

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^