SAP presenta l'Ecommerce Report 2019: situazione non brillante in Italia, ma segnali positivi per il futuro

SAP presenta l'Ecommerce Report 2019: situazione non brillante in Italia, ma segnali positivi per il futuro

SAP promuove l’Ecommerce Report: Italy 2019, report condotto da Ecommerce Foundation che analizza lo scenario relativo al commercio digitale. Spostando la lente d’ingrandimento sul Bel Paese, dai dati non emerge una situazione del tutto positiva, ma la crescita di alcuni segmenti lascia ben sperare per l’immediato futuro.

di pubblicata il , alle 08:21 nel canale Market
SAP
 

Ecommerce Report: Italy 2019 è il titolo dello studio promosso da SAP attraverso cui ci affacciamo allo scenario e-commerce, osservando da vicino i fenomeni che interessano il settore del commercio digitale in Italia. L’analisi è condotta da Ecommerce Foundation, organizzazione indipendente che promuove l’e-commerce a livello globale, monitorando i comportamenti dei consumatori e le tendenze future.

SAP e Ecommerce Foundation: il rapporto degli italiani con l’e-commerce

Secondo l’analisi promossa da SAP, la situazione legata al commercio elettronico nel Bel Paese non è particolarmente brillante, almeno secondo alcuni indici che studiano lo scenario e-commerce a livello globale. Per la precisione, l’Italia:

  • Si posiziona al 20° posto nella classifica dell’Internet Inclusivity. Esaminando 100 paesi, la selezione curata da The Economist si basa su quattro fattori: cultura e competenze digitali, costi di accesso a Internet, livello delle infrastrutture digitali e presenza e rilevanza di contenuti online nella lingua locale. Rispetto al 2017, l’Italia ha perso dieci posizioni.
  • Occupa il 51° posto del ranking Ease of Doing Business, indice con cui il World Bank che esamina 190 paesi, sulla base di diversi indicatori; tra questi c’è quello legato alle regolamentazioni e i vincoli che un’impresa deve rispettare per poter avviare e gestire un’attività commerciale. Qui l’Italia ha perso cinque posizioni.
  • Si posiziona al 22° posto nella classifica che si fonda sull’indicatore dello Sviluppo per l’e-Government (EGDI) e che esamina 193 paesi. 

In ogni caso, secondo il report di SAP e Ecommerce Foundation, nel 2019 il fatturato generato dall’e-commerce B2C in Italia sarà pari a 35,65 miliardi di euro - con un aumento del 2,01% rispetto allo scorso anno. A tal proposito, nel 2018 - su un fatturato totale di 27,42 miliardi di euro - sono state registrate quote interessanti legate al mercato online dei viaggi, che ha generato 14,2 miliardi di vendite, e quelle relative al comparto delle assicurazioni online e dell'entertainment online. Nell'ambito dei retailer online, Amazon spicca con un fatturato di 2,3 miliardi di euro, con percentuali vicine al 20% del totale del mercato e-commerce nazionale.

Dai 27,42 miliardi di euro vanno tolte ad esempio le quote relative al mercato online dei viaggi che in Italia nel 2018 ha generato 14,2 miliardi di euro di vendite (fonte Osservatorio Innovazione Digitale nel Turismo della School of Management del Politecnico di Milano), quelle generate dal comparto delle assicurazioni online, dell’entertainment online (biglietti concerti e spettacoli) riportando così il valore delle revenue di Amazon nel nostro Paese a percentuali vicine al 20% del totale del mercato ecommerce online B2C nazionale.

Ecommerce Report 2019: la cura della casa tra le priorità degli italiani

Tale situazione migliorerà sensibilmente in futuro: secondo le stime, tra il 2018 e il 2023 le revenue del commercio digitale aumenteranno in ogni settore, dall’elettronica all’oggettistica, con dati ancora più incoraggianti per quello della moda: questo settore passerà dai 4,48 miliardi di euro di fatturato del 2018 a 6,71 miliardi nel 2023.

“E’ proprio per essere competitivi che è importante per le aziende disporre di dati intelligenti e fruibili per assicurare il massimo coinvolgimento del cliente nelle vendite, nel digitale, nei servizi e anche nel marketing”, ha commentato Ivano Fossati, Chief Operating Officer EMEA South, SAP Customer Experience. “Nell’era dell’Experience Economy diventa essenziale offrire alle persone ciò che vogliono, quando lo vogliono e come lo vogliono in qualsiasi momento e situazione. La capacità di essere presenti e offrire una soluzione quando il cliente lo richiede sarà quindi fondamentale per costruire relazioni di fiducia nel lungo termine”

Tra le priorità degli italiani c’è la cura della casa, fenomeno che, negli ultimi anni, è stato fortemente influenzato dal concetto di sostenibilità: vogliamo vivere in case più efficienti a livello energetico e, possibilmente, più smart. Secondo le previsioni del suddetto report, 9,6 milioni di utenti acquisteranno un elettrodomestico online, mentre 4,87 milioni compreranno mobili e accessori per la casa. In forte crescita anche il segmento dei prodotti per il fai da te (9,45 milioni), quello dei giocattoli e i prodotti per la prima infanzia (9,43 milioni) e il settore dell’intrattenimento digitale, che include e-book, film, musica e videogiochi (21,87 milioni).

Ivano Fossati di SAP ha quindi aggiunto: “Stiamo vivendo quella che oggi viene definita experience economy, dove per essere vincenti è necessario saper gestire in modo ottimale l'esperienza dei clienti su tutti i canali sia fisici che online, appoggiandosi a una data customer platform univoca per le diverse aree che compongono il journey di un consumatoreLa nostra soluzione SAP Commerce Cloud può integrare tutti i punti di contatto con un cliente sia digitali che fisici in ununica piattaforma, che include online, mobile, negozio fisico, call center, social media e stampa, e che consente di offrire esperienze rilevanti e consistenti ai propri clienti con un veloce time to value”.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
matrix8312 Dicembre 2019, 13:38 #1
Si ciaone. Buongiorno...
E' un report di giugno, tanto vale fare un articolo su quello di Aprile della Casaleggio.
Ma la smettete di scrivere se non sapete di cosa parlate?
Ah no, è un post marchetta di SAP. Tutto nella norma allora.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^