Darktrace aggiorna Antigena Email per supportare G Suite e Microsoft Exchange

Darktrace aggiorna Antigena Email per supportare G Suite e Microsoft Exchange

Darktrace ha aggiornato la soluzione di sicurezza per le email basata su AI, Antigena Email, che ora è in grado di prevenire l'account hijacking, lo spoofing delle email e attacchi del tipo "digital fake"

di pubblicata il , alle 12:41 nel canale Security
Darktrace
 

La maggior parte degli attacchi informatici, il 94% secondo Darktrace, viene lanciato tramite l'email. Spesso sono attacchi del tipo digital fake, cioè mail di spear phishing estremamente mirate e confezionate con grande attenzione, per esempio imitando lo stile di scrittura dei contatti e facendo abbassare la soglia di attenzione, aprendo la strada ai malware. 

Per questo motivo nel febbraio 2019 l'azienda, specializzata in soluzioni di cybersecurity basate su AI, ha lanciato la sua soluzione Antigena Email, in grado di proteggere Office 365. La piattaforma Antigena Email è stata ulteriormente estesa così da poter proteggere i più diffusi sistemi di posta elettronica, inclusi G Suite e Microsoft Exchange

"Fino ad ora, la sicurezza della posta elettronica ha rappresentato un tassello incomprensibile da posizionare nel puzzle della sicurezza" - ha spiegato Mariana Pereira, Director of Email Security Products di Darktrace - “Questo perché chi attacca diventa ogni giorno più intelligente utilizzando l'IA per generare "digital fake" in grado di colpire lungo tutta la supply chain. Per questo i responsabili della difesa devono impegnarsi per tenere al sicuro i propri dirigenti, i team finanziari e l’ampia base dei propri dipendenti. Darktrace analizza in modo univoco tutti i dati disponibili sui cloud, nelle email e nelle reti, per bloccare questi attacchi mirati prima che siano in grado di causare danni”.

Come funziona il modulo per le email di Darktrace Antigena

email-security-diagram

Il modulo per le email della piattaforma Darktrace Antigena è in grado di bloccare questi tipi di attacchi

  • Spear phishing avanzato
  • Tentativi di impersonificazione
  • Perdita di dati
  • Comportamenti ad alto rischio degli utenti

Antigena è in grado di analizzare il traffico e-mail insieme al traffico sulla rete, così da avere una comprensione olistica dell’ambiente digitale, e comprendendo il contesto delle e-mail, generando poi risposte proporzionate e mirate contro le attività minacciose o sospette.

"Senza intelligenza artificiale, non saremmo mai stati in grado di individuare gli attacchi email mirati e ben studiati che minacciavano la nostra organizzazione ogni giorno” - ha commentato Mike Proudlock, responsabile IT presso il Royal College of Surgeons of England - “Ritengo che ci troviamo di fronte all’inizio di una nuova era per la difesa informatica e che il ruolo dell'intelligenza artificiale in questo contesto si stia rivelando sempre più fondamentale”.

 

 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^