Iscriviti al nostro nuovo canale YouTube, attiva le notifiche e rimani aggiornato su tutti i nuovi video

HPE Aruba Instant On AP15, un access point ideale per le PMI

HPE Aruba Instant On AP15, un access point ideale per le PMI

HPE Aruba AP15 è un access point con supporto per reti mesh, in grado di gestire un'elevata densità di connessioni grazie al MU-MIMO 4x4. Può essere alimentato tramite la porta ethernet, così da semplificare la complessità di installazione e ridurre il numero di cavi da stendere. Può essere installato e configurato tramite app, senza dover richiedere l'intervento di uno specialista IT ed è ideale per uffici e retail store

di pubblicato il nel canale Device
HPE ArubaWiFi
 

Gli access point wireless non sono tutti uguali e le differenze fra i vari modelli non si limitano alle prestazioni che sono in grado di erogare. La famiglia Instant On di HPE Aruba, per dire, è pensata per soddisfare le esigenze delle piccole e medie aziende, che hanno la necessità di implementare con semplicità una o più reti wireless all'interno dell’azienda garantendo prestazioni ideali anche con numerosi dispositivi connessi, un elevato livello di sicurezza degli accessi e l’espandibilità della rete stessa.

La serie Instant On è composta dai modelli AP11, AP12, AP15 e AP17, con quest’ultimo dedicato alla copertura Wi-Fi degli ambienti esterni. Gli altri modelli sono invece destinati a un utilizzo indoor, e si differenziano per il supporto MU-MIMO e la massima velocità di connessione consentita: si va dal 2x2 di AP 11 (1167 MBps di transfer rate massimo) al 4x4 di AP15 (2033 Mbps). In mezzo si trova AP12, 3x3 con velocità massima di 1600 Mbps.HPE Aruba Instant On

HPE Aruba suggerisce di integrare AP11 in ambienti con un massimo di 50 client (piccoli uffici, boutique, piccoli negozi), AP12 quando si prevede di collegare sino a 75 client (boutique hotel, ristoranti, studi medici) e AP15 – quello che abbiamo testato - quando i client wireless arrivano sino a 100 unità. Tutti supportano sia la banda a 2,4 sia quella a 5 Ghz e supportano il PoE, che gli permette di essere alimentati tramite la porta ethernet. Un aspetto fondamentale, dato che permette di semplificare l’installazione e nascondere le unità all'interno dei punti vendita, per esempio nei controsoffitti. Assente il supporto Wi-Fi 6, una funzionalità che HPE Aruba ha riservato ad altre gamme di prodotti.

Per installarlo basta un’app

Pur trattandosi di apparecchi pensati per un’utenza business, HPE Aruba ha voluto semplificare al massimo il processo di installazione e configurazione dei dispositivi Instant On. Come suggerisce il nome, per metterli in grado di lavorare sono sufficienti pochi minuti: basta collegarli via ethernet a un router, scaricare l’app per smartphone e seguire la procedura guidata, che in pochi minuti permetterà di creare la prima rete. Nel nostro caso, abbiamo avuto qualche problema nell'individuazione automatica del dispositivo ma a quel punto è bastato scansionare all'interno dell'app il codice a barre presente sull'unità per risolvere.

Una volta riconosciuto l’AP, si potrà decidere se proseguire la configurazione dall’app oppure trasferirsi su un desktop ed andare a “giocare” con le opzioni tramite browser, tramite il portale dedicato. Questo consente di gestire gli AP da remoto, via cloud, una scelta coerente considerando che il pubblico di riferimento probabilmente non avrà in azienda del personale IT specializzato.

Hpe Aurba AP15

AP15 permette di creare ben 8 reti separate, così da suddividere il traffico di rete a seconda delle esigenze: una potrà essere dedicata al sistema di videosorveglianza, una all’accesso dei dispositivi aziendali, a una (o più) da dedicare agli ospiti. Per ogni rete si potrà decidere il tipo di autenticazione (PSK o WPA2 + WPA3 Personal, oltre a RADIUS) quali client possono accedervi, la banda massima disponibile, le frequenze da utilizzare e le limitazioni di accesso, bloccando sia singoli siti, sia intere categorie (contenuti per adulti, giochi, social network e via dicendo). Ogni rete può essere programmata per attivarsi e disattivarsi a specifici orari, una funzione utile per risparmiare energia, per esempio disattivando le reti per gli ospiti quando il negozio è chiuso al pubblico.

Interessante la possibilità di personalizzare l’aspetto del portale guest in pochi passi, aggiungendo nome e logo della propria azienda.

Hpe Aurba AP15

Copertura completa

Nei nostri test AP15 si è comportato molto bene, garantendo grazie al MU-MIMO 4X connessioni wireless veloci e stabili anche in presenza di numerosi dispositivi e numerosi altri AP, che inevitabilmente interferivano col segnale. Siamo rimasti colpiti dalla notevole portata del segnale, a livello dei migliori dispositivi che ci sono passati per le mani. Nel caso di ambienti molto ampi e con diverse pareti che smorzano il segnale, è possibile espandere la copertura semplicemente aggiungendo altri AP della stessa serie e integrandoli in una rete mesh. Anche questa può facilmente essere configurata con pochi tap direttamente dall’app per smarpthone, praticamente senza dover configurare alcunché.

Conclusioni

HPE Aruba AP15 mantiene le promesse fatte dal produttore: è un Access Point facilissimo da installare e da gestire e, grazie alla possibilità di creare 8 reti wi-fi separate fra loro, è molto versatile e si adatta facilmente agli scenari per cui è pensato: negozi, alberghi e uffici commerciali, che apprezzeranno anche la possibilità di configurare a piacimento l’aspetto del portale di accesso guest. Può anche essere usato all'interno di strutture mediche, grazie alle certificazioni EN 60601-1-1 e EN 60601-1-2.

A partire dalla versione 1.4 del firmware, HPE Aruba ha aggiunto la possibilità di abilitare le funzioni di NAS su tutti gli AP della gamma Instant ON, cosa che potrebbe risultare utile in alcuni scenari di utilizzo. Quello che contraddistingue questa gamma di AP è comunque la possibilità di gestire tutti gli apparati da remoto, tramite il cloud: un aspetto importante per le aziende con più sedi o i negozi con più punti vendita.

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
LeaderGL207 Aprile 2020, 11:21 #1
costi?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^