VMware Cloud on Dell EMC: disponibile la seconda generazione

VMware Cloud on Dell EMC: disponibile la seconda generazione

VMware Cloud on Dell EMC permette di realizzare un'infrastruttura as-a-service sicura e scalabile per i data center on-premise dei clienti, combinando la semplicità del cloud pubblico con la sicurezza e il controllo delle infrastrutture on-prem

di pubblicata il , alle 13:01 nel canale Cloud
VMwareDell
 

Il principale vantaggio di VMware Cloud on Dell EMC è che permette alle aziende di spostare velocemente sul cloud i carichi di lavoro basate su VMWare, senza dover investire tempo e denaro per adattare le app al nuovo ambiente. 

Il servizio, pensato per aiutare le organizzazioni IT a ridurre la complessità operativa e ad accelerare l'innovazione, è stato aggiornato alla seconda generazione, che introduce una serie di nuove funzionalità:

  • Business Continuity Support via VD
  • Opzioni di distribuzione Enterprise-Grade
  • Protezione dei dati e trasparenza operativa 

"Oggi i team IT sono chiamati a offrire i vantaggi di un modello operativo cloud, ovvero velocità e agilità, pur tenendo conto della sicurezza e della conformità" - dichiara Fidelma Russo, senior vice president e general manager di VMware Cloud on Dell EMC - "VMware Cloud on Dell EMC consente inoltre ai team IT di trasformare le operation, la gestione e la protezione della propria infrastruttura on-premise in un modello cloud. Le organizzazioni possono migrare immediatamente i carichi di lavoro esistenti basati su VMware su questo servizio cloud, eliminando qualsiasi ulteriore sviluppo, re-factoring o rielaborazione architettonica e i relativi costi. Inoltre, VMware Cloud on Dell EMC massimizza il valore degli  investimenti IT esistenti, eliminando la potenziale necessità di strumenti IT puntuali e dei relativi processi".

VMware Cloud on Dell EMC Infographic

Le novità della seconda generazione di VMware Cloud on Dell EMC

La nuova generazione di VMware Cloud on Dell EMC è certificata VMware Horizon e permette quindi di mettere in piedi dei destkop virtuali lì dove è più utile, sia nel data center, sia nella porzione edge dell'architettura. Una novità che arriva al momento giusto, considerato l'elevato numero di persone che oggi accedono ai dati e alle app da remoto a causa della pandemia. Attivando desktop virtuali è possibile garantire un accesso più sicuro alle risorse, un aspetto di fondamentale importanza per le aziende, soprattutto quelle che trattano dati sensibili, come quelle attive nell'ambito sanitario o in quello dei servizi finanziari. 

Una seconda novità è la certificazione per Dell EMC PowerProtect Data Manager, soluzione per il backup e il ripristino dei dati, e il supporto a VMware vRealize Log Insight, che garantisce una gestione dei registri di log eterogenea e altamente scalabile grazie dashboard intuitive e interattive. Il servizio è comunque compatibile anche con altre soluzioni di backup sviluppate da altri produttori. 

VMware Cloud on Dell EMC: sempre più potente

Alla classica soluzione in formatto rack R1 se ne aggiunge ora una nuova, su rack 42RU R2, progettata per gestire i carichi di lavoro più impegnativi, dato che vengono raddoppiate la capacità di calcolo e quella di storage. I nuovi host, infatti, possono includere sino a due CPU con 24 core ciascuna, che supportano un massimo di 768 GB di RAM e 23 TB di spazio disponibile su memorie flash NVMe. 

"I nostri clienti si aspettano flessibilità e coerenza nell'uso delle tecnologie cloud dal core all'edge" - spiega Deepak Patil, senior vice president and general manager, Cloud Platforms & Solutions di Dell Technologies - "Si aspettano che il cloud sia un abilitatore senza soluzione di continuità in questi ambienti. Con la seconda generazione di VMware Cloud on Dell EMC, stiamo estendendo questa capacità a una serie più ampia di casi d’uso. Grazie alla stretta integrazione tra Dell EMC VxRail e VMware, stiamo consentendo ai nostri clienti di ottenere prestazioni ancora maggiori, fornite come servizio, in tutte le sedi periferiche, nel data center e nei cloud pubblici".

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^