Qualcomm, Cristiano Amon nuovo CEO: un cambio della guardia fatto in casa

Qualcomm, Cristiano Amon nuovo CEO: un cambio della guardia fatto in casa

Qualcomm ha annunciato che l'amministratore delegato Steve Mollenkopf andrà in pensione a giugno dopo 26 anni in azienda. Rimarrà per un certo periodo come consulente strategico. Sarà Cristiano Amon, attuale presidente, a prendere le redini dell'azienda statunitense.

di pubblicata il , alle 19:01 nel canale Device
Qualcomm
 

Cambio al vertice in casa Qualcomm: Cristiano Amon diventerà il nuovo CEO dell'azienda dal 30 giugno, prendendo il posto di Steve Mollenkopf, il quale ha deciso di abbandonare il ruolo per andare in pensione, anche se prima di farlo resterà in azienda come "consulente strategico" per un periodo di tempo non definito. Un avvicendamento che non dovrebbe portare scompensi nelle file dell'azienda statunitense, infatti Amon è l'attuale presidente di Qualcomm.

Mollenkopf, 52 anni, ha assunto il ruolo di CEO nel marzo 2014 e da ingegnere ha scalato le posizioni aziendali rendendo Qualcomm una realtà leader in diversi settori, dalla telefonia al mondo dell'automotive fino all'Internet of Things. "Sono immensamente orgoglioso di tutto ciò che abbiamo realizzato in Qualcomm e della posizione di cui gode attualmente l'azienda come leader mondiale nelle tecnologie wireless", ha affermato Mollenkopf. "Questo è il momento giusto per Cristiano di assumere la leadership e sovrintendere quella che considero la più grande opportunità nella storia della società".


Steve Mollenkopf

Cristiano Amaon si è occupato di definire lo sviluppo 5G e per questo motivo non potrebbe esserci momento migliore per prendere le redini dell'azienda e guidarla in un nuovo capitolo della sua storia. "Steve ha affrontato sfide senza precedenti durante il suo mandato, affrontando nei suoi sette anni come CEO più di quanto la maggior parte dei leader debba affrontare nell'intera carriera", ha affermato Mark McLaughlin, presidente del Consiglio di amministrazione di Qualcomm.

"A nome dell'intero Consiglio di Qualcomm, voglio ringraziare Steve per la visione e la leadership che ha portato durante i suoi anni come CEO e per aver guidato quella che sono fiducioso sarà una transizione senza intoppi. Cristiano è stata la scelta chiara per il ruolo di prossimo CEO di Qualcomm, avendo una storia di successi, una profonda conoscenza dell'azienda, relazioni molto forti con l'ecosistema di partner e la visione strategica".


Cristiano Amon

Amon, 50 anni, è presidente di Qualcomm dal gennaio 2018 e in questo ruolo si è occupato del business dei semiconduttori e delle operazioni mondiali. Il prossimo CEO è in Qualcomm dal 1995, quando entrò come ingegnere per ricoprire diverse posizioni manageriali e tecniche nel corso della carriera. "Sono onorato di essere nominato prossimo CEO di Qualcomm e apprezzo la fiducia che Steve e il consiglio hanno in me", ha affermato Amon.

"Qualcomm è un'azienda incredibile. Siamo in prima linea nell'innovazione da decenni e non vedo l'ora di mantenere questa posizione in futuro. Oltre a guidare l'espansione del 5G nei dispositivi tradizionali e oltre il mobile, Qualcomm è destinata a svolgere un ruolo chiave ruolo nella trasformazione digitale di numerosi settori poiché le nostre tecnologie diventano essenziali per connettere tutto al cloud".

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^