F5 aumenta il suo impegno verso l'open source, in particolare con NGINX

F5 aumenta il suo impegno verso l'open source, in particolare con NGINX

F5 ha annunciato che aumenterà il suo impegno verso i progetti open source in cui è già coinvolta, a partire da NGINX, fornendo loro più risorse e coinvolgendo maggiormente la comunità

di pubblicata il , alle 15:01 nel canale Innovazione
F5 Networks
 

F5 ha annunciato un rinnovato impegno verso il mondo open source per quanto riguarda NGINX, prodotto (nonché azienda) che aveva acquisito nel 2019. L'ultimo annuncio che F5 ha diffuso in merito promette un ampliamento della componente open source, l'assunzione di un ruolo attivo nello sviluppo di Kubernetes Ingress e un supporto diretto alla comunità di Gateway API.

F5 promette nuovo impegno verso lo sviluppo open source di NGINX

NGINX

NGINX è uno dei server web più diffusi al mondo, assieme ad Apache. Le sue prestazioni elevate, la sua natura open source e la sua alta configurabilità lo rendono un prodotto particolarmente di successo. F5 ha ora annunciato i suoi piani per la versione open source del software, il quale è disponibile anche a pagamento con funzionalità aggiuntive e supporto ufficiale da parte del produttore.

NGINX Sprint 2.0 è il nome di questa iniziativa di F5, che punta a rendere più semplice l'adozione di NGINX da parte degli sviluppatori e a pubblicare i sorgenti di più componenti e strumenti. In particolare, F5 rilascerà nuove versioni open source dei principali strumenti di gestione per gli sviluppatori DevOps e renderà lo sviluppo più aperto alla comunità e più incentrato sullo scambio su GitHub.

F5 promette altresì di aumentare l'innovazione per quanto riguarda il data plane (il software che elabora le richieste di dati), il management plane (il software che definisce le configurazioni per i vari livelli della pila di rete) e il control plane (che definisce la topologia di rete). L'azienda intende offrire un nuovo management plane, nonché nuove funzionalità e tecnologie per il control plane sotto forma di open source.

L'azienda rilascerà versioni commerciali di tutti i prodotti open source di NGINX per fornire così supporto alle aziende che ne necessitano, marcando chiaramente le differenze tra versioni commerciali e a sorgente aperto. Le versioni commerciali godranno di funzionalità aggiuntive di sicurezza, amministrazione, osservabilità e gestione, dunque questo impegno rinnovato appare dedito anche a guadagnare nuovi clienti paganti e non solo alla volontà filantropica di migliorare l'edizione open source.

F5 ha annunciato anche che sosterrà Kubernetes Ingress, progetto open source che riceverà ora supporto ufficiale sotto forma di risorse dedicate e di adozione del progetto all'interno della stessa F5. Kubernetes Ingress permette di configurare l'accesso a servizi all'interno di un cluster Kubernetes usando delle regole, permettendo così di implementare bilanciatori di carico, di avere URL accessibili dall'esterno e di offrire hosting virtuale basato sui nomi.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^