La programmazione funzionale: un'opportunità, secondo openmind

La programmazione funzionale: un'opportunità, secondo openmind

Michele Riva dell'italiana openmind ha parlato di programmazione funzionale a Codemotion Milano, descrivendo i vantaggi prnicipali derivanti dall'uso di questo paradigma per limitare la complessità e facilitare il lavoro degli sviluppatori

di pubblicata il , alle 11:01 nel canale Innovazione
openmind
 
15 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
zappy07 Novembre 2019, 22:04 #11
Originariamente inviato da: Slater91
Oddio, ho fatto di tutto per semplificare la cosa: ...


beh, un'infarinatura ce l'ho, probabilmente scarsa,, ma lostesso non ho capito in cosa si differenziano questi linguaggi dagli altri
Nui_Mg07 Novembre 2019, 22:39 #12
Originariamente inviato da: LukeIlBello
boh ma che è sta roba.. io mi ricordo del LISP come linguaggio funzionale, ma sta roba qui mai sentita.. "costrutti funzionali"... traducendo?

Se non ricordo male avevi detto che avevi fatto all'uni un corso di DB relazionali, allora probabilmente capirai subito questo, da quel che teoricamente ricordo:

1) Vedi l'algebra relazionale come un linguaggio di tipo Procedurale per interrogare le basi di dati relazionali.

2) Vedi il calcolo relazionale come un linguaggio di tipo Dichiarativo.

3) L'sql ha degli aspetti sia procedurali che dichiarativi.


I linguaggi Dichiarativi specificano le proprietà del risultato, cioè non si occupano tanto di specificare come fare una certa operazione ma piuttosto definiscono qual'è il risultato che si vuole ottenere.

Ecco, i linguaggi Funzionali (Lisp, Datalog, ecc.) sono di tipo Dichiarativo.

Vanno incontro al programmatore (leggibilità, debug, ecc.) ma, per quanto mi riguarda a proposito di javascript (multi-paradigma, quindi anche funzionale), non va affatto d'accordo con la mia solita ricerca dell'ottimizzazione prestazionale (quando possibile e tempo permettendo vado di vanilla javascript, no a nessun framework, ormai mi sono fatto una libreria di snippet performanti).
LukeIlBello08 Novembre 2019, 13:26 #13
Originariamente inviato da: Nui_Mg
Se non ricordo male avevi detto che avevi fatto all'uni un corso di DB relazionali, allora probabilmente capirai subito questo, da quel che teoricamente ricordo:

1) Vedi l'algebra relazionale come un linguaggio di tipo Procedurale per interrogare le basi di dati relazionali.

2) Vedi il calcolo relazionale come un linguaggio di tipo Dichiarativo.

3) L'sql ha degli aspetti sia procedurali che dichiarativi.


I linguaggi Dichiarativi specificano le proprietà del risultato, cioè non si occupano tanto di specificare come fare una certa operazione ma piuttosto definiscono qual'è il risultato che si vuole ottenere.

Ecco, i linguaggi Funzionali (Lisp, Datalog, ecc.) sono di tipo Dichiarativo.

Vanno incontro al programmatore (leggibilità, debug, ecc.) ma, per quanto mi riguarda a proposito di javascript (multi-paradigma, quindi anche funzionale), non va affatto d'accordo con la mia solita ricerca dell'ottimizzazione prestazionale (quando possibile e tempo permettendo vado di vanilla javascript, no a nessun framework, ormai mi sono fatto una libreria di snippet performanti).


Si, ricordi bene ed è tutto chiaro l'esempio, non ho capito però COME un linguaggio dichiarativo possa performare meglio di un equivalente scritto in C
Nui_Mg08 Novembre 2019, 17:17 #14
Originariamente inviato da: LukeIlBello
non ho capito però COME un linguaggio dichiarativo possa performare meglio di un equivalente scritto in C

Non mi sembra che qualcuno abbia mai parlato di paragoni con il C e sue performance.
LukeIlBello09 Novembre 2019, 14:16 #15
Originariamente inviato da: Nui_Mg
Non mi sembra che qualcuno abbia mai parlato di paragoni con il C e sue performance.


eh si ho riletto l'articolo e in effetti mi ero fatto un film tutto mio
grazie per le spiegazioni comunque

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^