Quantum computing: IBM ha raggiunto il Quantum Volume più alto di sempre

Quantum computing: IBM ha raggiunto il Quantum Volume più alto di sempre

IBM prosegue la sua ricerca nell'ambito del quantum computing e oltre ad aver raggiunto un nuovo record di prestazioni, annuncia l'installazione dei suoi primi computer quantistici al di fuori degli Stati Uniti

di pubblicata il , alle 20:01 nel canale Innovazione
IBMCES2020
 

Durante il CES 2020, IBM ha annunciato di aver raggiunto un nuovo traguardo nell'ambito del quantum computing: l'azienda ha raddoppiato il suo indicatore di performance, raggiungendo il Quantum Volume più alto di sempre. Il Quantum Volume è una metrica per misurare la potenza dei computer quantistici, introdotta da IBM due anni fa e ogni anno ha raddoppiato le performance dei suoi sistemi, arrivando recentemente una Quantum Volume pari 32.

In termini pratici, siamo un po' più vicini a una condizione di Quantum Advantage, che si verificherà quando la potenza dei computer quantici sarà tale da offrire vantaggi significativi rispetto alle architetture tradizionali. Questo ancora non avviene, se non per particolarissimi tipi di calcoli. 

IBM_SystemOne_Andrew_Lindemann

IBM espande la IBM Q Network 

La IBM Q network è una comunità che riunisce tutte quelle realtà che stanno lavorando insieme a IBM per far avanzare lo sviluppo del quantum computing. Fanno parte di questa rete aziende della Fortune 500, centri di ricerca, università e startup. La rete, che può contare più di 100 partner, si è arricchita con due importanti nomi: Delta Air Lines e Daimler AG

Nelle intenzioni di Delta Air Lines questa collaborazione permetterà di sfruttare il calcolo quantistico per migliorare l'esperienza di viaggio per dipendenti e clienti, offrendo più comfort e riducendo lo stress del volo.  

"Realizzare partnership con aziende del calibro di IBM è una delle strategie di Delta per essere ai vertici della tecnologia, così da servire meglio i nostri clienti e le nostre persone, e allo stesso tempo disegnare le applicazioni del futuro" - ha affermato Rahul Samant, CIO di Delta - "Recentemente abbiamo introdotto l'autenticazione biometrica nei nostri terminali internazionali e siamo eccitati di esplorare le applicazioni del calcolo quantistico per risolvere le problematiche tipiche dei viaggi".

La collaborazione di IBM e Daimer AG (un'azienda di Mercedes-Benz) è invece mirata allo sviluppo di una nuova generazione di batterie basate su zolfo e litio (Li-S). Quello della chimica, in particolare la simulazione di molecole complesse, è uno degli ambiti dove i computer quantici potrebbero dimostrare la loro superiorità rispetto alle architettura classiche che utilizziamo oggi. 

IBM installa due computer quantistici in Europa e Giappone

A oggi, tutti i computer quantistici di IBM sono installati in territorio USA, ma IBM ha già annunciato  primi due elaboratori oltreoceano. Uno di questi verrà installato in Europa, precisamente in Germania, all'istituto Fraunhofer-Gesellschaft, la più grande organizzazione di ricerca applicata in Europa. Il secondo computer quantico di IBM verrà installato presso l'Università di Tokyo, dove verrà usato per far avanzare la ricerca in collaborazione con università, aziende ed istituzioni per dare vita a nuove opportunità di crescita economica.

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
lucaf15 Gennaio 2020, 00:53 #1
"Nelle intenzioni di Delta Air Lines questa collaborazione permetterà di sfruttare il calcolo quantistico per migliorare l'esperienza di viaggio per dipendenti e clienti, offrendo più comfort e riducendo lo stress del volo. "

Esperienza...
ste maledette parole introdotte dal peggior marketing che attecchiscono peggio della peste bubbonica e fanno più danni.

[U]...Per migliorare la qualità del viaggio...[/U]

ma porco cagnaccio ....
Marko_00115 Gennaio 2020, 08:41 #2
che poi non mi è chiaro come possa
il calcolo quantistico "offrire più comfort e ridurre lo stress del volo."
hanno già inventato il teletrasporto e non l'hanno annunciato al CES?
allora aveva ragione quello svalvolato di generale americano (del nord)
quando ha dichiarato che possono trasportare una persona,
in qualsiasi parte del mondo, in un'ora. (che a spanne significa, per la distanza
massima, farlo viaggiare a mach 9 quando neppure i loro test su armamenti
riescono a superare gli 8.4 teorici - mentre i russi con il loro "pugnale",
che è già in produzione, stanno poco sopra gli 8.2)
s-y15 Gennaio 2020, 08:45 #3
doveva essere la qantas a iniziare le danze del marketing
e che cacchio, occasione persa
smartiz16 Gennaio 2020, 14:48 #4
Probabilmente grazie ai computer quantistici riusciranno ad aumentare la larghezza dei sedili e lo spazio per le gamb....
O...no ?
Erunoèr16 Gennaio 2020, 15:36 #5
che bel lampadario, ce lo vedrei bene in salotto
joe4th17 Gennaio 2020, 10:42 #6
Originariamente inviato da: smartiz
Probabilmente grazie ai computer quantistici riusciranno ad aumentare la larghezza dei sedili e lo spazio per le gamb....
O...no ?


No, ridurranno le dimensioni dei passeggeri... https://www.youtube.com/watch?v=SZ56xO0jAjU

:-)
joe4th17 Gennaio 2020, 11:03 #7
Originariamente inviato da: Marko_001
che poi non mi e' chiaro come possa
il calcolo quantistico "offrire piu' comfort e ridurre lo stress del volo."
hanno gia' inventato il teletrasporto e non l'hanno annunciato al CES?
allora aveva ragione quello svalvolato di generale americano (del nord)
quando ha dichiarato che possono trasportare una persona,
in qualsiasi parte del mondo, in un'ora. (che a spanne significa, per la distanza
massima, farlo viaggiare a mach 9 quando neppure i loro test su armamenti
riescono a superare gli 8.4 teorici - mentre i russi con il loro "pugnale",
che e' gia' in produzione, stanno poco sopra gli 8.2)


Facendo passare il malcapitato per un tunnel che passa per il centro della Terra, lo fai viaggiare sul diametro anziche' sulla circonferenza..., riducendo del 157% la distanza da percorrere... :-)
joe4th17 Gennaio 2020, 12:07 #8
Ricordiamo che i computer quantistici non utilizzano la classica Architettura Von Neumann.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^