Slack è down… ma solo per gli utenti. Per il sito status.slack.com l'uptime è al 100%

Slack è down… ma solo per gli utenti. Per il sito status.slack.com l'uptime è al 100%

Molti utenti stanno riscontrando dei problemi con Slack la piattaforma di collaboration antagonista di Microsoft Teams, recentemente acquisita da Salesforce. Problemi di questo tipo non possono essere completamente evitati, ma è strano rilevare un uptime del 100% su status.slack.com

di pubblicata il , alle 18:10 nel canale Innovazione
SlackSmart Working
 

Siamo ormai tutti dipendenti dalle piattaforme di collaborazione e messaggistica. Il modello che si è imposto è quello della messaggistica istantanea, incarnato da piattaforme come Slack e Microsoft Teams, perché è quello che più di ogni altro è coerente con l’evoluzione dei modelli organizzativi aziendali. Sono ormai decenni che le aziende di maggior successo applicano modelli organizzativi “orizzontali”, sempre meno basati su una piramide di comando “verticale” con molti livelli gerarchici. Si lavora per processi, per progetto, con team flessibili di cui fanno parte risorse interne ed esterne all’azienda in funzione delle competenze richieste.

Questi modelli organizzativi, per poter funzionare, hanno bisogno di strumenti di comunicazione flessibili, immediati e soprattutto che permettano di far interagire persone interne ed esterne all’azienda in modo diretto e rapido, seguendo un paradigma che sia coerente con l’evoluzione dei modelli organizzativi. Slack è stata la prima realtà a rendersi conto che i vecchi strumenti di comunicazione non erano più in grado di adattarsi a questi cambiamenti. Era il periodo in cui erano stati fatti diversi tentativi per costruire i famigerati “enterprise social network”, pensando che le logiche di interazione di realtà come Facebook si potessero riproporre all’interno della realtà aziendale. 

Va quindi dato merito a Slack di aver creato per prima uno strumento di comunicazione che fosse davvero in linea con il mutato contesto aziendale. Da allora Slack ha forse perso qualche colpo e oggi sempre più realtà si stanno spostando su Microsoft Teams, la piattaforma di comunicazione legata a Office, nata più tardi rispetto a Slack, ma che negli ultimi mesi è forse riuscita a evolversi più velocemente e soprattutto, più di Slack, ad adattarsi ai cambiamenti imposti dall’emergenza sanitaria.

Il down di Slack non deve stupire

I vari lockdown, con cui stiamo ancora convivendo, hanno stravolto molte realtà lavorative, spingendo forzosamente a riorganizzare il lavoro in ottica di smart working. Spesso su Edge9 abbiamo parlato di come questi cambiamenti stanno diventando strutturali e come siano necessari nuovi strumenti, sempre più basati sul cloud.

È in questo contesto che oggi assistiamo a un down di Slack, che sta rendendo difficoltoso l’accesso alla piattaforma per un numero significativo, ma non ben determinato di utenti. In redazione utilizziamo quotidianamente Slack e possiamo confermare che mentre scriviamo la piattaforma non è accessibile.

Gestire una piattaforma distribuita, basata appunto sul cloud, come Slack è molto complesso. Come testimonia il down di GMail di alcune settimane fa, è purtroppo normale che si possano verificare degli inconvenienti che portano a interruzioni del servizio. Il problema odierno di Slack è quindi da mettere in preventivo e gli utenti del servizio non possono far altro che aspettare di vedere come si evolverà la situazione. 

Slack status

Slack mette a disposizione degli utenti, come fanno praticamente tutti i provider di servizi erogati via internet, una pagina dove controllare lo stato del servizio. Questo è l’indirizzo:

https://status.slack.com/

Consigliamo quindi agli utenti di Slack di controllare gli aggiornamenti della pagina per capire quando il servizio verrà ripristinato.

Come Slack calcola l’uptime

Un dettaglio della pagina ci ha colpito… Nella parte inferiore della pagina di stato del servizio viene riportato un dato sull’uptime, ossia sul funzionamento del servizio stesso. La percentuale riportata per l’ultimo trimestre è del 100%. Guardando il calendario l’ultimo “incidente” rilevato è del 5 ottobre 2020, quindi in effetti proprio 3 mesi fa. L’incidente di oggi non è ancora riportato e anche questo è accettabile perché l’incidente è ancora in corso.

Slack uptime

Quello che però ci ha lasciati interdetti è come Slack calcola l’uptime. Nella pagina di stato di Slack è riportato quanto segue:

How is uptime calculated?

Slack is a distributed platform and during any given incident it is rare for all Slack teams to be affected. For this reason, we report our uptime as an average derived from the number of affected users.

Che si può tradurre così: 

Come è calcolato l’uptime? 

Slack è una piattaforma distribuita e durante ogni singolo incidente è raro che tutti i team di Slack siano colpiti. Per questa ragione, noi riportiamo il nostro uptime come una media derivata dal numero di utenti colpiti

Speriamo che l’attuale down di slack si risolva presto e, soprattutto, che il numero di utenti colpiti dal problema sia limitato. Siamo curiosi di vedere se l’uptime riportato sulla pagina di stato rimarrà al 100% dopo che l’incidente verrà chiuso.

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Alfhw04 Gennaio 2021, 18:20 #1
Sembra un trucco per poter sbandierare il 100% di uptime quando in realtà non lo è. Una specie di matematica creativa...
giovanni6904 Gennaio 2021, 18:21 #2
E' un nonsenso. "Media derivata dal numero di utenti colpiti" per definizione non può essere pari a 100%.

Può essere il 100% solo utilizzando come input gli utenti... non colpiti.

A meno che per loro il 99.5% venga approssimato al 100% perchè le cifre decimali vengono omesse....
Mettiu_04 Gennaio 2021, 18:28 #3
Slack è stata acquisita poche settimane fa da Salesforce.
Mi sembra che i risultati si comincino già a vedere
The_ouroboros04 Gennaio 2021, 21:34 #4
Originariamente inviato da: Mettiu_
Slack è stata acquisita poche settimane fa da Salesforce.
Mi sembra che i risultati si comincino già a vedere


Cfranco04 Gennaio 2021, 21:37 #5
Originariamente inviato da: giovanni69
E' un nonsenso. "Media derivata dal numero di utenti colpiti" per definizione non può essere pari a 100%.

Può essere il 100% solo utilizzando come input gli utenti... non colpiti.

A meno che per loro il 99.5% venga approssimato al 100% perchè le cifre decimali vengono omesse....


Basta che controlli tra tutti gli utenti online quanti sono quelli offline
giovanni6904 Gennaio 2021, 22:02 #6

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^