Azure, Xbox e Surface spingono i conti di Microsoft: è l'effetto benefico del lockdown

Azure, Xbox e Surface spingono i conti di Microsoft: è l'effetto benefico del lockdown

La trimestrale di Microsoft rispecchia la richiesta in forte crescita di servizi da parte di lavoratori e semplici consumatori legata allo smart working al periodo di lockdown dovuto al COVID-19: a trainare i conti sono infatti Azure, Xbox e Surface.

di pubblicata il , alle 11:21 nel canale Market
MicrosoftXboxAzureSurface
 

Microsoft va a gonfie vele secondo i risultati del quarto trimestre fiscale 2020, decisamente superiori alle attese degli analisti e in crescita sullo stesso periodo dello scorso anno. La casa di Redmond ha raggiunto un fatturato di 38 miliardi di dollari (+13%), con un utile operativo di 13,4 miliardi di dollari (+8%) e uno netto di 11,2 miliardi (+5%).

Un andamento in netta controtendenza rispetto alla crisi economica causata dal COVID-19, perché non per tutti la pandemia è stata un fonte di problemi, ma anzi è stata un'opportunità: sono diverse le divisioni di Microsoft che hanno beneficiato di questo evento epocale che ha ridisegnato il mondo del lavoro, portando molte persone a lavorare da casa, ma anche a cercare rifugio nella tecnologia per passare il tempo del lockdown tra gaming, videoconferenze e molto altro.

"Gli ultimi cinque mesi hanno reso chiaro che l'intensità tecnologica è chiave per la resilienza aziendale. Le imprese che sviluppano le loro capacità digitali recupereranno più rapidamente ed emergeranno dalla crisi più forti", ha affermato Satya Nadella, CEO di Microsoft, che ha rimarcato il ruolo dell'azienda nell'aiutare qualsiasi realtà "nel trasformare e reinventare il modo in cui rispondono alle necessità dei clienti".

Cloud con Azure, Surface e Xbox rappresentano i vettori di crescita dell'azienda statunitense. La divisione Intelligent Cloud ha contribuito al fatturato con 13,4 miliardi di dollari, un balzo del 17% sull'anno passato. Come detto, gran parte del passo avanti è addebitabile alla piattaforma Microsoft Azure, che è cresciuta del 47%. "Il nostro cloud commerciale ha sorpassato i 50 miliardi di dollari di fatturato annuale per la prima volta quest'anno. E questo trimestre le nostre richieste sono state migliori delle attese, crescendo del 12% su base annua", ha aggiunto Amy Hood, capo del dipartimento finanziario.

Per quanto riguarda Surface e Xbox, anche se in termini assoluti rappresentano una porzione minore del fatturato di Microsoft, stanno crescendo considerevolmente, con Surface che ha messo a segno un quasi +30% su base annua, mentre le vendite legate a servizi e contenuti di Xbox - giochi e abbonamenti a Live, ecc. - sono aumentate del 65%.

A contribuire all'ottimo andamento trimestrale anche le licenze Windows OEM (+7%), Office Commercial (+5%), Office Consumer (+6%, con un balzo degli abbonati Office 365 Consumer a 42,7 milioni) e LinkedIn (+10%). Per l'intero anno fiscale 2020, Microsoft ha raggiunto un fatturato di 143 miliardi di dollari (+14%) e un utile netto di 44,3 miliardi di dollari.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^