I prodotti Checkpoint Systems certificati per l’Iperammortamento

I prodotti Checkpoint Systems certificati per l’Iperammortamento

Le soluzioni di Checkpoint Systems hanno recentemente conseguito un attestato relativo alla predisposizione dei requisiti necessari per poter usufruire delle agevolazioni fiscali previste dall'Iperammortamento. Le certificazioni di Checkpoint potranno facilitare il processo di richiesta delle agevolazioni da parte delle imprese.

di pubblicata il , alle 10:41 nel canale Market
Checkpoint Systems
 

Secondo il piano relativo all’Industria 4.0, incluso nella Legge di Bilancio 2019, le imprese che investono in nuovi beni strumentali funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale dei propri processi produttivi hanno la possibilità di recuperare, nel corso degli anni, fino al 270% dei beni acquistati. Sono le agevolazioni fiscali previste dall’Iperammortamento, che rientra nelle misure progettate per l'evoluzione digitale delle imprese italiane. Checkpoint Systems, che quest'anno celebra i suoi 50 anni di attività, è uno dei primi fornitori a soddisfare i requisiti richiesti dalla recente normativa, grazie ad un attestato appena conseguito.

Checkpoint Systems: le soluzioni per rientrare nel piano Industria 4.0

L’Iperammortamento può rappresentare uno strumento utile per dotarsi di soluzioni tecnologicamente avanzate, come quelle indirizzate alla gestione dei processi della supply chain e della sicurezza. In quest’ambito troviamo i prodotti di Checkpoint Systems, dotati di attestazione relativa al possesso dei requisiti necessari per poter usufruire delle agevolazioni fiscali previste dalla Legge di Bilancio.

Tra le diverse soluzioni RF/RFID di Checkpoint troviamo i sistemi anti-taccheggio, quali antenne, disattivatori e verificatori, e i contapersone, che VisiPlus. Questi prodotti sono stati analizzati al fine di verificarne la predisposizione per poter rientrare nella categoria di beni strumentali delineata dalle normative per l’Industria 4.0. Le soluzioni Checkpoint, una volta installate dal retailer, possono dimostrare l’effettiva interconnessione e integrazione dei macchinari in ottica di trasformazione tecnologica, facilitando il processo di richiesta delle agevolazioni da parte delle imprese.

Queste ultime, infatti, potranno usufruire delle suddette agevolazioni fino al 31 dicembre 2019 al fine di iperammortizzare parte del proprio investimento. Il retailer dovrà solo effettuare un ordine e anticipare almeno il 20% del costo entro la data sopracitata, completando l’installazione dei beni entro la fine del 2020. Per chi acquisterà in leasing, invece, il contratto dovrà essere sottoscritto da entrambe le parti e sarà necessario pagare un maxicanone pari almeno al 20% della quota  capitale dovuta al locatore.

Con la futura Legge di Bilancio 2020 e la relativa proroga degli incentivi da essa prevista, le imprese potranno usufruire dell’iperammortamento e dei vantaggi ad esso connessi anche per il prossimo anno.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^