Vuoi lavorare nel mondo IT? Aruba cerca personale in tutta Italia

Vuoi lavorare nel mondo IT? Aruba cerca personale in tutta Italia

Aruba è alla ricerca di nuovi talenti lungo tutto l'Italia. Le posizioni aperte sono numerose e spaziano dall'help desk a sistemisti con vari livelli di esperienza, per arrivare a programmatori Java ed esperti di SAP S/4HANA

di pubblicata il , alle 18:01 nel canale Market
Aruba
 
17 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
bonzoxxx13 Settembre 2020, 09:51 #11
Originariamente inviato da: cdimauro
Poi se uno dovesse avere ancora bisogno soltanto degli amici d'infanzia, qualche domandina se la dovrebbe seriamente fare...


In effetti...
personalmente ho tagliato i ponti con tutti tranne che con i 2 sopra citati, gli altri se li vedo li saluto (e un paio se li incontro li prendo a testate tanto mi stanno sulle balle).
Ci sta avere amici d'infanzia per carità ma farsene di nuovi è buona cosa
canislupus13 Settembre 2020, 11:01 #12
Originariamente inviato da: bonzoxxx
In effetti...
personalmente ho tagliato i ponti con tutti tranne che con i 2 sopra citati, gli altri se li vedo li saluto (e un paio se li incontro li prendo a testate tanto mi stanno sulle balle).
Ci sta avere amici d'infanzia per carità ma farsene di nuovi è buona cosa


Soprattutto non ci sta che dei legami (vabbè si chiamano così ), rischino di bloccarti le tue prospettive e speranze di vita.
Se hai un sogno o un'idea e vuoi realizzarli, chi ti è vicino, dovrebbe essere un incentivo e non rappresentare un freno.
Anche perchè poi vivere di rimorsi non è facile, specie se dovesse capitare (e ahimè succede spesso) che quelle certezze emotive poi si dovessero dissolvere.
Ci si troverebbe ad avere ipotecato la propria esistenza (e salvo nuove scoperte... per ora ne abbiamo una) nell'illusione che tutto possa essere immutabile.
wobbly13 Settembre 2020, 11:08 #13
Ci sono persone che amano la routine, il loro paese e che danno più importanza a questo rispetto ad ambizione e altre che preferiscono lasciare la propria "casa", andare via e farsi una famgilia altrove. Le persone sono diverse, non c'è un giusto o uno sbagliato in questo caso: ognuno è diverso.
canislupus13 Settembre 2020, 12:56 #14
Originariamente inviato da: wobbly
Ci sono persone che amano la routine, il loro paese e che danno più importanza a questo rispetto ad ambizione e altre che preferiscono lasciare la propria "casa", andare via e farsi una famgilia altrove. Le persone sono diverse, non c'è un giusto o uno sbagliato in questo caso: ognuno è diverso.


Non importa il luogo... conta la persona...
La routine puoi creartela ovunque... il tuo paese per amarlo deve avere qualcosa che non può essere offerto altrove (cibo a parte, l'arte e forse il clima) non ci vedo cose che l'ITALIA abbia in più... anzi...
Io già a 20 anni volevo andarmene, ma ho fatto l'errore di pensare di poter cambiare le cose (che ci vuoi fare... in fondo in fondo sono anche un sognatore).
Poi la realtà ti porta il conto e può essere salato.
bonzoxxx13 Settembre 2020, 14:38 #15
Originariamente inviato da: canislupus
Soprattutto non ci sta che dei legami (vabbè si chiamano così ), rischino di bloccarti le tue prospettive e speranze di vita.
Se hai un sogno o un'idea e vuoi realizzarli, chi ti è vicino, dovrebbe essere un incentivo e non rappresentare un freno.
Anche perchè poi vivere di rimorsi non è facile, specie se dovesse capitare (e ahimè succede spesso) che quelle certezze emotive poi si dovessero dissolvere.
Ci si troverebbe ad avere ipotecato la propria esistenza (e salvo nuove scoperte... per ora ne abbiamo una) nell'illusione che tutto possa essere immutabile.


Quoto, concordo e sottoscrivo.

Originariamente inviato da: wobbly
Ci sono persone che amano la routine, il loro paese e che danno più importanza a questo rispetto ad ambizione e altre che preferiscono lasciare la propria "casa", andare via e farsi una famgilia altrove. Le persone sono diverse, non c'è un giusto o uno sbagliato in questo caso: ognuno è diverso.


Verissimo siamo tutti diversi e quello che può andare bene a uno non va bene all'altro, a me interessa MOLTO di più il benessere della mia famiglia rispetto a tutto il resto, farei di tutto per non far mancare loro nulla e se questo significasse andare all'estero bene, faccio le valigie.
cdimauro14 Settembre 2020, 06:58 #16
Infatti, il punto è proprio questo. Con moglie e, soprattutto, 2 figli da sfamare, non potevo certo aspettare indefinitamente per trovare un lavoro. Dopo 6 o 8 mesi (non ricordo più adesso quant'è il periodo) di disoccupazione lo stato si era scordato completamente della nostra esistenza: vivi o morti era uguale.

Mentre qui in Germania il welfare è anni luce avanti.
CYRANO14 Settembre 2020, 08:31 #17
A me mi piacerebbe tanto emigrare in new zealandia a fare il pastore...



Cò,sò,sòòlsòls

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^