DejaBlue, una nuova vulnerabilità nel protocollo RDP di Windows

DejaBlue, una nuova vulnerabilità nel protocollo RDP di Windows

DejaBlue è molto simile a BlueKeep ma è in grado di attaccare anche le versioni di Windows successive a 7, incluso 10. Microsoft e ha già pubblicato una patch, disponibile tramite gli aggiornamenti automatici

di pubblicata il , alle 17:47 nel canale Security
MicrosoftWindows
 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

14 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
emiliano8416 Agosto 2019, 10:40 #11
Originariamente inviato da: ThE cX MaN
Ma nel 2019 c’è gente che usa ancora Windows? Incredibile...


dai come da diversi anni a questa parte:
1- "l'anno prossimo sara' l'anno di Linux"*
*nal caso non si verifichi, ripetere il punto 1

hanno voluto superare la falla di linux scoperta dopo 10 anni e quella di mac os dopo 15 anni

p.s.
non ho assolutamente nulla contro linux, e' solo un po' il suo fan club
the_joe16 Agosto 2019, 11:05 #12
Originariamente inviato da: rockroll
E invece far fuori un servizio praticamente inutile come questo assurdo Ctfmon?

https://www.sergiogandrus.it/index....ente-ctfmonexe/


Ora che abbiamo salvato il mondo possiamo dormire tranquilli.
Vindicator2316 Agosto 2019, 18:47 #13
sento parlare spesso di questi exploit come quelli per le cpu; ma io nel mio sistema non ne ho mai visti; di processi estranei manco l'ombra , oppure dei comportamenti strani

andato tutto ok

sono molto puntiglioso su come lo uso sara quello, magari non c'entra
lemming18 Agosto 2019, 21:06 #14
Per fortuna uso Windows 98 e Linux

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^