Ericsson continua a investire sul 5G con l'acquisizione di Cradlepoint

Ericsson continua a investire sul 5G con l'acquisizione di Cradlepoint

Con un'operazione da 1,1 miliardi di dollari Ericsson si portata in casa il leader del mercato per le soluzioni Wireless Edge WAN. Lo scopo dell'acquisizione rafforzare l'offerta dell'azienda nel segmento enterprise

di pubblicata il , alle 17:41 nel canale TLC e Mobile
Ericsson5G
 

Ericsson è fra i principali attori nel settore del 5G e ha recentemente annunciato un'operazione commerciale che le permetterà di estendere ulteriormente le sue quote di mercato nel settore business: l'acquisizione di Cradlepoint

Ericsson investe più di un miliardo in dollari per acquisire Cradlepoint

La statunitense Cradlepoint è fra i leader di mercato nelle soluzioni Wireless Edge WAN 4G e 5G dedicate al mondo enterprise ed Ericsson ha deciso di acquisirla per espandersi ulteriormente nell'ambito delle soluzioni 5G per il business. Alla chiusura dell'operazione, Cradlepoint sarà interamente controllata da Ericsson, ma non cambierà nome, e continuerà a operare mantenendo il suo marchio.

"Le acquisizioni vicine al portafoglio sono parte integrante della nostra strategia precedentemente comunicata" - ha commentato Börje Ekholm, Presidente e CEO di Ericsson - "L’acquisizione di Cradlepoint completa le nostre offerte esistenti ed è fondamentale per aiutare i clienti a far crescere il valore dei loro investimenti nella rete 5G. Ericsson è in una posizione unica per consolidare la posizione di leadership di Cradlepoint nel Wireless Edge e nel mercato WAN wireless. Unendo le capacità di scala e le relazioni consolidate con i maggiori operatori mobili del mondo, stiamo facendo un forte investimento per supportare i nostri clienti a crescere in questo mercato entusiasmante. Vorrei porgere un caloroso benvenuto a tutti i professionisti di Cradlepoint".

"Abbiamo aperto la strada portando la potenza delle reti e delle tecnologie cellulari ai clienti aziendali e del settore pubblico, aiutandoli a connettersi oltre i limiti delle tradizionali WAN cablate" - ha dichiarato George Mulhern, CEO e Presidente di Cradlepoint - "Ericsson, con la sua leadership globale nel 5G, è un’ottima scelta per noi e sono molto contenti di continuare a scalare ed espandere la nostra attività insieme".

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
acerbo25 Settembre 2020, 19:16 #1
ericsson ha il gran culo di trovarsi dentro la guerra a huawei
Max(IT)25 Settembre 2020, 19:30 #2
Considerando quanto il mondo voglia bene a Huawei, Ericsson potrebbe trarne vantaggio se si gioca bene le sue carte
Takuya25 Settembre 2020, 20:55 #3
Originariamente inviato da: Max(IT)
Considerando quanto il mondo voglia bene a Huawei, Ericsson potrebbe trarne vantaggio se si gioca bene le sue carte


Da quando gli USA sono il mondo?
Che interesse ha l'Italia a seguire un paese che riempie i suoi prodotti di dazi?
Max(IT)25 Settembre 2020, 23:47 #4
Originariamente inviato da: Takuya
Da quando gli USA sono il mondo?
Che interesse ha l'Italia a seguire un paese che riempie i suoi prodotti di dazi?


nel caso ti sfugga, Ericsson è europea...

Io mi domando perché la gente non si informa prima di scrivere... ah già: perché è gratis
Cappej28 Settembre 2020, 08:33 #5
mi sembrava di aver letto che Conte avesse dato l'ok all'uso delle reti 5G di Huawei... mi pareva...
Ricordiamoci della via della seta... mi sembra impossibile non vi fosse niente a riguardo nbegli accordi siglati.
UK ha già detto di no a Huawei in linea con gli USA.
biometallo28 Settembre 2020, 11:26 #6
Originariamente inviato da: Cappej
UK ha già detto di no a Huawei in linea con gli USA.

In realtà prima gli aveva detto di sì, poi ha dovuto fare marcia indietro, come prima ancora aveva fatto l'Australia, però non è che gli USA controllino tutto il mondo... si una grossa parte ma non tutto.
Max(IT)28 Settembre 2020, 11:28 #7
Originariamente inviato da: biometallo
In realtà prima gli aveva detto di sì, poi ha dovuto fare marcia indietro, come prima ancora aveva fatto l'Australia, però non è che gli USA controllino tutto il mondo... si una grossa parte ma non tutto.


aspetta... se gli USA decidono di blacklistarti perché fai affari con "il nemico", ti assicuro che anche l'Italia cambierebbe opinione in tre secondi netti

La "via della seta" ha fatto incazzare i cugini europei (Francia in primis), ma non più di tanto gli USA.
Vash_8528 Settembre 2020, 11:32 #8
Originariamente inviato da: Cappej
mi sembrava di aver letto che Conte avesse dato l'ok all'uso delle reti 5G di Huawei... mi pareva...
Ricordiamoci della via della seta... mi sembra impossibile non vi fosse niente a riguardo nbegli accordi siglati.
UK ha già detto di no a Huawei in linea con gli USA.


Mi sembra che mesi fa ci fu un incontro tra Giggino Di Maio e l'ambasciatore M'urican di turno, che gli disse na roba del tipo: Ci aspettiamo che anche voi diciate no a Huawei per le infrastrutture 5g e Giggino "o'tizzone" disse qualcosa come: si si non ti preoccupare!
Viste le basi che hanno in Italia i m'uri hanno paura che i cinesi gli freghino i dati da lì!?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^