La cybersecurty passa necessariamente dal cloud secondo AWS

La cybersecurty passa necessariamente dal cloud secondo AWS

Secondo una ricerca Gartner, le infrastrutture as a service (IaaS) del public cloud subiranno almeno il 60% in meno di incidenti di sicurezza rispetto a quelli nei data center tradizionali entro il 2020.

di pubblicata il , alle 14:01 nel canale Cloud
AWS
 

Quanto pesano i cyber attacchi dal punto di viste economico? Tanto, tantissimo. Secondo un report di Linklaters si arriverà a una cifra complessiva di 5.2 trilioni di dollari entro il 2024. Solo nell'ultimo triennio gli attacchi con una portata significativa sferrati da cyber-criminali sono aumentati del 50%. Un altro rapporto, questa volta di Gartner, indica che le strutture più a rischio sono quelle on-premise, mentre chi si appoggia al cloud ha meno probabilità di subire una grave violazione dei propri sistemi, arrivando a stimare per il 2020 un numero di incidenti informatici inferiore del 60% per chi adotta un modello IaaS (Infrastructure as a Service). 

Passare al cloud per proteggersi in maniera più efficace

Proteggere un'azienda dagli attacchi degli hacker più motivati non è semplice, in particolare quando ci si appoggia ai classici data center. Le infrastrutture aziendali negli anni sono cresciute a ritmi impressionanti per poter cogliere le occasioni offerte dalla trasformazione digitale. Da un lato questo ha permesso alle aziende di avere sempre più strumenti per gestire e accrescere il business, dall'altro ha creato dei potenziali problemi di sicurezza informatica: diventa sempre più complesso comprendere dove sono i dati e realizzare se sono effettivamente archiviati in maniera adeguata

"Perché un’azienda possa definire le proprie operazioni come sicure, ha bisogno di sapere chi è presente nel suo sistema, in qualsiasi momento"- spiega Danilo Poccia, Principal Evangelist, Serverless, Amazon Web Services - "Deve sapere quali sono le risorse a cui si può aver accesso, le azioni che vengono fatte e l’impatto che tutto questo ha sull'intero panorama della sicurezza interna dell’azienda. È praticamente impossibile avere una visione costante e completa di tutte queste informazioni senza affidarsi all'automazione e, per questo, è stato da sempre estremamente difficile per i team esperti di sicurezza sapere se l’azienda era davvero sicura e al sicuro".

Secondo Danilo Poccia, passare al cloud può mitigare il problema e semplificare il lavoro degli esperti di sicurezza. Il motivo principale è che le soluzioni cloud permettono di avere una maggior visibilità sulle risorse aziendali e, al contrario delle soluzioni on-premise, sono costantemente aggiornate in automatico, senza dove investire cifre importanti nella sostituzione di hardware e software. Non solo: quando i dati sono conservati sulla nuvola è possibile rispondere in maniera più efficace agli attacchi, per esempio crittografando automaticamente tutte le informazioni non appena viene riscontrata un'intrusione non autorizzata. 

Attenzione però: passare al cloud non offre la garanzia di avere dei sistemi inespugnabili, semplicemente le rende più sicure rispetto alle soluzioni tradizionaliConcretamente offre alle aziende più strumenti per tenere sotto controllo con facilità l'enorme mole di dati che oggi sono tenute a gestire, evitando tutte le complicazioni intrinseche nel gestire internamente tutta la struttura dei server e, spesso, permettendo anche di risparmiare passando dal un modello on-premise a uno IaaS (Infrastructure as a Service). 

"Tenendo a mente il costo che hanno i cyber attacchi sull'economia globale (stimati per 600 miliardi di dollari per anno)" - prosegue Danilo - "AWS suggerisce alle imprese che cercano di migliorare le proprie difese di prendere in considerazione di passare ai servizi in cloud non solo per la propria situazione finanziaria e per la propria reputazione, ma anche per la salute dell’economia nel suo insieme".

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Wikkle09 Maggio 2019, 14:34 #1
Il cloud non è sicuro. Il cloud è sicuro.

Decidetevi...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^