Red Hat OpenShift è ora disponibile anche su Oracle Cloud Infrastructire

Red Hat OpenShift è ora disponibile anche su Oracle Cloud Infrastructire

Il vantaggio principale di queste possibilità di installazione è che permettono di utilizzare i sistemi cloud anche in settori pesantemente regolamentati, come la finanza, la sanità, le telecomunicazioni

di pubblicata il , alle 16:41 nel canale Cloud
OracleRed HatAs a serviceBig del Cloud
 

La collaborazione fra Red Hat e Oracle si potenzia e ora Red Hat OpenShift  è disponbile a livello globale tramite OCI, la Oracle Cooud Infrastructure. I clienti ora possono scegliere su quale regione eseguire i carichi di lavoro che fanno leva sui container Kubernetes, così da soddisfare i requisiti di conformità normativa cui sono sottoposti. 

Kubernetes: Red Hat OpenShift è disponibile su OCI

RED HAT openshift

Gli utenti possono ora estendere il loro ecosistema Red Hat OpenShift includendo anche installazioni su OCI, gestite dal loro portale Red Hat. Sono disponibili vari metodi di installazione, come Red Hat OpenShift Assisted Installer, a linea di comando e basato su agenti, che consente l’installazione in ambienti isolati. Oracle fornisce anche il software Container Storage Interface (CSI) per l’integrazione dello storage OCI con Red Hat OpenShift, oltre a Cloud Control Manager (CCM), piattaforma che consente l’interoperabilità API tra OCI e la piattaforma Red Hat OpenShift.

Il cloud distribuito di OCI include le regioni Oracle Government Cloud negli Stati Uniti, nel Regno Unito e in Australia; le regioni OCI Dedicated controllate dal cliente; le regioni Oracle Alloy, gestite dai partner; Compute Cloud@Customer nei data center dei clienti; infine, Oracle EU Sovereign Cloud. Le versioni 4.14 e 4.15 di Red Hat OpenShift sono certificate per l’installazione su macchine virtuali OCI Compute, disponibili in ciascuna di queste offerte. 

Il vantaggio principale di queste possibilità di installazione è che permettono di utilizzare i sistemi cloud anche in settori pesantemente regolamentati, come la finanza, la sanità, le telecomunicazioni, in particolare quelle che operano in più Paesi e quindi si devono scontrare con differenti norme.  

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^