VMworld Europe 2019: dalle macchine virtuali ai container Kubernetes con VMware Tanzu

VMworld Europe 2019: dalle macchine virtuali ai container Kubernetes con VMware Tanzu

VMware ha presentato le ultime novità della sua piattaforma dedicata ai container al VMworld Europe 2019: con VMware Tanzu e Project Pacific implementare e gestire i container Kubernetes diventa più semplice ed efficace

di , Riccardo Robecchi pubblicata il , alle 13:46 nel canale Cloud
VMware
 

Al VMworld 2019 Europe VMware ha annunciato i progressi fatti in VMware Tanzu, il nuovo portafoglio di prodotti e servizi per combinare macchine virtuali e container. A dominare la scena sono il programma beta per Project Pacific e VMware Tanzu Mission Control e la nuova certificazione VMware Cloud Native Master Services Competency.

VMworld Europe 2019: con VMware Tanzu e Project Pacific VMware scommette sui container

Joe Beda al VMworld 2019

Al VMworld Europe 2019 VMware ha presentato le sue ultime novità in tema di container e, nello specifico, di Kubernetes. A presentarle è stato Joe Beda in persona, tra i creatori originali di Kubernetes e fondatore di Heptio, startup incentrata proprio su Kubernetes acquisita da VMware lo scorso anno per 550 milioni di dollari.

VMware Tanzu è la nuova famiglia di soluzioni e servizi che puntano a cambiare (e, in generale, semplificare) l'adozione dei container nelle aziende. Con VMware Tanzu Mission Control si ottiene un unico punto di controllo da cui gestire tutti i cluster Kubernetes, indipendentemente da dove siano eseguiti: che siano su vSphere in cloud ibridi o pubblici, in servizi gestiti, in distribuzioni pacchettizzate o in container Kubernetes realizzati in proprio. Il vantaggio di questo approccio è una maggiore semplicità di gestione dei container.  Dall'altro lato, gli sviluppatori potranno utilizzare le risorse di Kubernetes tramite API specifiche.

VMware Tanzu

Project Pacific, già disponibile tramite un programma beta che verrà espanso per via della forte domanda, permette agli amministratori di sistema di utilizzare gli strumenti che già conoscono e hanno implementato per controllare le macchine virtuali per gestire anche i container Kubernetes. I container sono ora distribuibili e gestibili dovunque venga eseguito VMware vSphere: in locale, in uno scenario di cloud ibrido o di piattaforme iper-scalabili (es. cloud pubblico).

L'aspetto più interessante di Project Pacific è la possibilità di eseguire e gestire i container Kubernetes sul "bare metal", senza dunque un sistema operativo virtualizzato frapposto tra il container e la macchina. Con questo approccio è possibile semplificare la gestione dei container e portarli a un livello paritario con le macchine virtuali in quanto a gestione, sebbene siano molto differenti a livello di concetto.

Anche la gestione dello spazio di archiviazione è integrata e permette di sfruttare il Cloud Native Storage, il che consente agli sviluppatori di fornire qualunque supporto di storage supportato da vSphere in modalità on demand in maniera automatizzata e scalabile.

VMware Tanzu: una serie di servizi per ottenere il massimo dai container Kubernetes

In una sessione dedicata alla stampa, Pat Gelsinger ha ribadito il concetto che grazie a Tanzu si potranno sfruttare le applicazioni pensate per girare su una VM in un'architettura "containerizzata" e basata su Kubernetes perché Tanzu mette a disposizione degli utenti un'integrazione trasparente ed elegante delle tecnologie di virtualizzazione di VMware in un ambiente Kubernetes.

VMware anticipa dunque la direzione del mercato, che va verso una sempre maggiore importanza dei container e di Kubernetes in particolare, e si pone in maniera aggressiva come concorrente di IBM e Red Hat, che con OpenShift e le altre tecnologie legate ai container si posiziona come una delle forze trainanti in questa fase di evoluzione del mercato e delle tecnologie.

VMware ha annunciato inoltre la nuova certificazione VMware Cloud Native Master Services Competency, che mette a disposizione dei partner corsi e risorse per gli amministratori di sistema certificati in Kubernetes per permettere loro di progettare piattaforme basate su Kubernetes e su tecnologie native del cloud. La nuova certificazione fa parte del nuovo programma per i partner di VMware, VMware Partner Connect, che sarà lanciato il prossimo febbraio.

Ulteriori informazioni su Project Pacific e sulle modalità di accesso alla beta sono disponibili a questo indirizzo.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
phmk09 Novembre 2019, 08:01 #1
Ma si possono già fare girare i container Docker su Bare metal con ESXi, c'è qualcosa che non capisco ...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^