Iscriviti al nostro nuovo canale YouTube, attiva le notifiche e rimani aggiornato su tutti i nuovi video

Schneider Electric integra l'IA generativa di Microsoft Azure OpenAI

Schneider Electric integra l'IA generativa di Microsoft Azure OpenAI

La multinazionale ha iniziato a sperimentare già dal 2021 con l'IA. Ora, grazie alla collaborazione con Microsoft, ha realizzato una serie di strumenti che sfruttano l'IA generativa sia a supporto dei processi interni, sia a supporto dei propri clienti

di pubblicata il , alle 11:11 nel canale data
Schneider Electricintelligenza artificiale
 

Anche Schneider Electric adotta l'IA generativa e, in questo caso, lo fa nell'ottica di migliorare i processi interni, oltre che per introdurre innovazioni a supporto dei propri clienti. Come partner, la multinazionale ha scelto di affidarsi a Microsoft, azienda con la quale collabora con anni, e la scelta è ricaduta sui servizi di Azure OpenAI.

Schneider Electric investe sull'IA di Azure OpenAI

L'IA non è proprio una novità per Schneider Electric: già dal 2021 l'azienda aveva messo in piedi AI Hub per effettuare ricerche sulla tecnologia. Quando poi è stato reso pubblico ChatGPT, l'azienda ha creato un nuovo team dedicato proprio alla ricerca dell'IA generativa e delle sue possibili applicazioni per il proprio business.

schneider azure opanAI

Ora ha deciso di proseguire il lavoro sull'IA generativa affidandosi ai servizi di un suo partner di lunga data, Microsoft, e appoggiandosi ai servizi Azure OpenAI. Basandosi su questo framework, ha realizzato una serie di servizi. Come Resource Advisor Copilot, l'assistente integrato in Resource Advisor in grado di offrire supporto nell'ottimizzare le operazioni e nel prendere decisioni migliori.

Finance Advisor, invece, è progettato come supporto agli analisti finanziari nella gestione della contabilità e di altri aspetti legati al tema finance. Secondo Schneider, questo assistente virtuale porterà a un risparmio di 10 milioni di euro ogni anno.

Knowledge Bot, come suggerisce il nome, è un assistente basato su IA progettato per aiutare chi si occupa dell'assistenza clienti a trovare rapidamente soluzioni ai problemi. Per consentire ai suoi dipendenti l'accesso sicuro a un'IA generativa è stato creato l'assistente Jo-Chat GPT.  

Un assistente di ricerca conversazionale, infine, è stato messo a disposizione dei clienti, che potranno utilizzarlo per trovare i prodotti del portafoglio Schneider più adatti alle proprie esigenze. 

"L'IA generativa cambia le regole del gioco e noi stiamo investendo in questa tecnologia. Ci ha già permesso di migliorare la produttività interna e si allinea perfettamente con il nostro impegno a migliorare continuamente e creare un'innovazione che abbia un impatto positivo, incentrata sulla sostenibilità", commenta Philippe Rambach, Chief AI Officer di Schneider Electric.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^