Kioxia EM6: arrivano i primi SSD per data center connessi direttamente alla rete

Kioxia EM6: arrivano i primi SSD per data center connessi direttamente alla rete

Kioxia ha annunciato i primi SSD collegabili direttamente alla rete: si tratta degli EM6, che mettono a disposizione due porte da 25 Gbps e offrono una latenza estremamente ridotta per applicazioni di IA, machine learning e HPC

di pubblicata il , alle 13:01 nel canale Device
Kioxia
 

Dalle SAN si è passati alle infrastrutture iperconvergenti e sembra che il futuro vada nella direzione di una sempre maggiore distribuzione dei servizi di archiviazione. Kioxia ha recentemente annunciato i nuovi SSD EM6, pensati per essere utilizzati con il protocollo NVMe-oF (NVMe over Fabrics) in sistemi che fanno uso di EBOF (Ethernet Bunch of Flash). In altri termini, si tratta di unità SSD connesse direttamente alla rete: un passo in avanti notevole verso la decentralizzazione e la disaggregazione delle unità di archiviazione.

Kioxia presenta i primi SSD enterprise connessi alla rete

Kioxia EM6

La serie Kioxia EM6 è pensata per essere usata in casi in cui è fondamentale avere una banda elevata e la possibilità di accedere ai dischi da remoto. L'azienda cita applicazioni come intelligenza artificiale, addestramento di reti neurali, HPC e, più in generale, espansione dell'archiviazione dei sistemi.

Gli SSD EM6, che hanno un formato standard da 2,5 pollici, sono dotati di un controller Marvell 88SN2400 che converte da NVMe a due porte da 25 Gbps compatibili con NVMe-oF, mettendo così a disposizione sulla rete l'intera banda delle unità con una latenza simile a quella ottenibile nelle unità DAS (Direct Attached Storage). La capacità delle unità è di 3,84 TB o 7,68 TB.

La serie EM6 è certificata NVIDIA GPUDirect Storage, il che significa che i sistemi dotati di GPU NVIDIA A100 possono connettersi direttamente alle unità SSD, ad esempio per accelerare applicazioni di IA e machine learning.

Attualmente i Kioxia EM6 sono disponibili solo tramite Ingrasys, un'azienda sussidiaria di Foxconn, che li fornisce assieme al suo sistema ES2000, un'unità da rack con fattore di forma 2U che contiene fino a 24 SSD.

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
giuvahhh17 Novembre 2021, 21:30 #1
bella la storia delle porte lan. con uno switch coi controfiocchi nei colleghi parecchi di questi e sei a posto. speriamo lo facciano anche per gli hdd.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^