Eolo Missione Comune: l'Academy dei Sindaci è ora online

Eolo Missione Comune: l'Academy dei Sindaci è ora online

Eolo avvia una nuova fase del suo progetto Missione Comune, aprendo le porte della nuova sezione online dedicata all'Academy dei Sindaci. Quest'ultima permetterà ai Sindaci italiani di condividere le proprie esperienze di digitalizzazione e di usufruire di pratici consigli per la trasformazione dei propri comuni.

di pubblicata il , alle 12:01 nel canale Innovazione
EOLO
 

Eolo Missione Comune è il progetto dell’operatore di telecomunicazioni finalizzato alla digitalizzazione dei piccoli comuni italiani.

Lo scorso 3 dicembre, Eolo ha lanciato il nuovo capitolo della sua iniziativa, l’Academy dei Sindaci, che avrà l’obiettivo di accelerare la modernizzazione e l’inclusione dei comuni con meno di 5,000 abitanti. Lo scopo è quello di supportare la formazione di una rete di condivisione delle esperienze di digitalizzazione, utilizzando una pratica piattaforma dedicata a tutti i cittadini.

Academy dei Sindaci: il nuovo capitolo di Eolo Missione Comune

Visitando il sito missionecomune.eolo.it è ora possibile trovare la nuova sezione Academy dei Sindaci. I primi contenuti online evidenziano le potenzialità legate alla trasformazione digitale, trattando il caso specifico delle aree alpine, e offrono alcuni consigli in merito alla scelta della giusta velocità di banda. Tali contenuti riportano le firme di Marco Bussone, Presidente Unione nazionale dei comuni comunità enti montani (Uncem), Massino Castelli, Sindaco di Cerginale e coordinatore Anci Piccoli Comuni, e Luca Cavobianchi, Marketing Business Eolo.

Secondo il programma di Eolo Missione Comune, l’Academy si rivolge a un’audience specifica, quella che coinvolge i Sindaci che possono sfruttare i consigli di Eolo per accelerare la trasformazione digitale del proprio comune. All’interno della sezione troveremo dunque temi più istituzionali e le storie dei Sindaci che hanno svolto le prime attività di digitalizzazione sul proprio territorio. Ogni Sindaco potrà partecipare all’iniziativa e raccontare la propria esperienza, scrivendo all’indirizzo mail missionecomune@eolo.it.

Per parlarci del progetto è intervenuto Luca Spada, Presidente e Fondatore di Eolo:

“I sindaci del nostro Paese si trovano ogni giorno a dover affrontare scelte che impattano direttamente sulla vita di tutti i cittadini. Il loro è un lavoro che comporta grandi responsabilità e spesso, soprattutto nei piccoli comuni della provincia italiana al centro delle nostre iniziative, la gestione amministrativa si deve confrontare con dinamiche rese più difficili da fenomeni come lo spopolamento. Per questo abbiamo cercato una soluzione che possa essere utile a livello pratico e possa supportare lo sviluppo di tutto il Paese, creando una vera e propria rete di condivisione tra le esperienze di digitalizzazione dei Comuni, favorendone la diffusione e l’emulazione. 

Con questa iniziativa confermiamo il nostro impegno verso la diffusione della digitalizzazione nelle zone di provincia del nostro paese, uno dei principali driver dell’economia italiana”. 

L’iniziativa di Eolo coinvolge i piccoli comuni (<5,000 abitanti), ai quali sono destinati premi digitali per un valore di 1 milione di euro l’anno per tre anni. Tra questi premi troviamo piani di connettività omaggio per 2 anni, webcam per la sicurezza, access point per connettere le aree del paese e soluzioni dedicate a istruzione e municipalità. Sono già 80 i Comuni che accederanno ai premi di Eolo Missione Comune, grazie ai voti dei cittadini: gli strumenti donati dall’operatore agevoleranno l’innovazione delle realtà più piccole.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
mr.cluster06 Dicembre 2019, 13:36 #1

ma vedete dove andare...

Pensassero ad aumentare la copertura (non si possono ancora definire come un operatore nazionale) e a migliorare il cablaggio delle BTS già attive, invece di fare pubblicità spicciola....
x_term06 Dicembre 2019, 18:19 #2
Originariamente inviato da: mr.cluster
Pensassero ad aumentare la copertura (non si possono ancora definire come un operatore nazionale) e a migliorare il cablaggio delle BTS già attive, invece di fare pubblicità spicciola....


Si stanno facendo fibrare 1100 BTS da OpenFiber... vedi te.
Thalon07 Dicembre 2019, 15:19 #3
Li conoscevo quando si chiamavano NGI (ero pure loro cliente adsl) e avevano lanciato in via sperimentale il servizio eolo anni fa, vedo che ne han fatta di strada...
BTW, in origine usavano l'hyperlan, poi s'erano messi ad usare il wi-max su frequenze libere (e immagino i casini sia tecnici che legali connessi), sbaglio o adesso han cambiato tutto in una tecnologia proprietaria diversa da tali standard?
frank808507 Dicembre 2019, 20:03 #4
hanno portato copertura 100mbps anche nella frazione di 6 case sparse nel paese dove abitavo (da 1400 abitanti tutti sparsi in giro in casette e un piccolo centro storico)

seppur sia costoso il piano da 100 mbps (37,90/mese), è un servizio più che decente e sono contento. vorrei che tutti quelli che abitano in posti del genere abbiano la possibilità di abbonarsi ad almeno 100mbps... eolo lo sta rendendo possibile.

l'unica criticità è che sono presenti soprattutto in lombardia e in piemonte... altre regioni sono carenti... eh ma dopotutto è un azienda media ancora, non ha i budget delle compagnie nazionali.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^