Fattura elettronica: arriva il nuovo tracciato XML

Fattura elettronica: arriva il nuovo tracciato XML

Novità per chi emette fattura elettronica. Il nuovo tracciato XML potrà essere utilizzato a partire dal 4 maggio e diventerà obbligatorio dal 1° ottobre. Prorogato al 4 maggio il termine per aderire al servizio di consultazione e conservazione

di pubblicata il , alle 14:21 nel canale Innovazione
Fattura Elettronica
 

L'Agenzia delle Entrate con il provvedimento direttoriale n. 99922 del 28 febbraio 2020 ha deciso di aggiornare il tracciato XML delle fatture elettroniche alla versione 1.6. Questa nuova versione potrà essere utilizzata in alternativa a quella attuale a partire dal 4 maggio 2020, mentre a partire dal 1° ottobre il nuovo tracciato sarà l'unico accettato

Cosa cambia con il nuovo tracciato XML per le fatture elettroniche?

Il nuovo tracciato non stravolge quanto visto fino ad ora, ma si limita ad aggiungere nuovi tipi di documento e nuovi codici natura, con l'obiettivo di garantire maggiore flessibilità. In particolare, sono disponibili i seguenti codici: 

  • TD16: integrazione fattura a seguito di reverse charge interno;
  • TD17: integrazione/autofattura per acquisto di servizi dall’estero;
  • TD18: integrazione per l’acquisto di beni intracomunitari;
  • TD19: integrazione/autofattura per acquisto di beni ex art. 17 comma 2 del DPR 633/1972.

Uno dei vantaggi per chi emette fattura elettronica è che col nuovo tracciato non sarà più obbligatorio trasmettere l'esterometro per le fatture passive dall'estero, incluse quelle extra-UE. 

Novità anche per quanto riguarda il bollo virtuale, obbligatorio per le fatture di importo superiore ai 77,47 euro. Il nuovo tracciato XML prevede un blocco denominato "DatiBollo", che specifica sia il numero sia l'importo. 

Riassumiamo qui l'elenco completo delle modifiche è specificato nell'allegato al provvedimento direttoriale: 

Variato lo schema XSD della fattura ordinaria con:

  •  introduzione del nuovo attribute “SistemaEmittente”
  •  modifica del numero di occorrenze di DatiRitenuta
  •  modifica del type di Importo in ScontoMaggiorazioneType
  •  modifica della enumeration di CausalePagamentoType, TipoDocumentoType, TipoRitenutaType, NaturaType e ModalitaPagamentoType
  •  modificato il campo complesso DatiBollo con introduzione dell’opzionalità per l’elemento ImportoBollo non più obbligatorio
  •  introduzione del tipo String35LatinExtType
  •  modifica della definizione di EmailType

Variato lo schema XSD della fattura semplificata con:

  •  introduzione del nuovo attribute “SistemaEmittente”
  •  introduzione del campo “BolloVirtuale” e del type BolloVirtualeType
  •  modifica della enumeration di NaturaType
  •  modifica della definizione di EmailType

Variato lo schema XSD dati fatture trasfrontaliere con:

- modifica della enumeration di NaturaType.

Modificata la descrizione dell’errore 00420 sulle fatture

Introdotti nuovi controlli sulle fatture con codici 00443, 00444, 00445, 00471, 00472, 00473, 00474.

Modificati i criteri di controllo per gli errori 00404 e 00409 sulle fatture.

Modificata la descrizione dell’errore 00400 sui dati fattura.

Introdotti nuovi controlli sui dati fattura con codici 00321, 00325 e 00448

Chi emette fatture elettroniche potrà continuare a usare il servizio come ha sempre fatto: nella stragrande maggioranza dei casi i nuovi codici e tipi di documento verranno integrati automaticamente con un aggiornamento automatico dell'applicazione o del servizio.  

Esteso il termine per l'adesione al servizio di consultazione e conservazione dell'Agenzia delle Entrate

Una notizia positiva è l'estensione dei termini per l'adesione al servizio di consultazione delle e-fatture, che dal 29 febbraio è stato spostato al 4 maggio 2020. Chi ancora non avesse aderito a questo servizio, ha ancora un paio di mesi di tempo. Per farlo, è necessario andare nella sezione "Fatture e corrispettivi" del portale dell'Agenzia delle Entrate. 

Questo dettaglio interessa prevalentemente chi si usa il software dell'AdE per la fatturazione, oppure a software gratuiti che si appoggiano a questo servizio per la conservazione. Molti software o servizi a pagamento in ogni caso includono già la funzione di conservazione e consultazione. 

Segnaliamo che dal 20 febbraio questa sezione del sito dell'AdE è stata arricchita con una nuova funzionalità che permette il download massivo delle fatture elettroniche

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
eureka8502 Marzo 2020, 19:49 #1
e tutto questo dovrebbe facilitare e migliorare la vita dei possessori di partita iva ?
Non serve a nulla se poi devi comunque conservarne una copia cartacea solo un aggravio di tempo e costi per il contribuente che traslerà ovviamente sulle parcelle dei clienti.
IN ITALIA NON PUOI AVERE NULLA ALTRIMENTI VIVI E LAVORI PER LO STATO. MEGLIO LAVORARE ALL'ESTERO, PERSINO TANTI PENSIONATI EMIGRANO PER LE TASSE LOCALI, REGIONALI E NAZIONALI, SOLTANTO I DIPENDENTI STATALI VIVONO BENE CON STIPENDIO E POSTO DI LAVORO GARANTITO A VITA CON ENORMI PRIVILEGI MOLTI CON DOPPIO LAVORO IN NERO.
ADDIO ITALY TERRA DI STOLTE MARIONETTE
massi4791102 Marzo 2020, 21:43 #2
Originariamente inviato da: eureka85
e tutto questo dovrebbe facilitare e migliorare la vita dei possessori di partita iva ?
Non serve a nulla se poi devi comunque conservarne una copia cartacea solo un aggravio di tempo e costi per il contribuente che traslerà ovviamente sulle parcelle dei clienti.
IN ITALIA NON PUOI AVERE NULLA ALTRIMENTI VIVI E LAVORI PER LO STATO. MEGLIO LAVORARE ALL'ESTERO, PERSINO TANTI PENSIONATI EMIGRANO PER LE TASSE LOCALI, REGIONALI E NAZIONALI, SOLTANTO I DIPENDENTI STATALI VIVONO BENE CON STIPENDIO E POSTO DI LAVORO GARANTITO A VITA CON ENORMI PRIVILEGI MOLTI CON DOPPIO LAVORO IN NERO.
ADDIO ITALY TERRA DI STOLTE MARIONETTE


Guarda che non è affatto obbligatorio conservare una copia cartacea (anzi).
Titanox203 Marzo 2020, 09:14 #3
uno fa prima a fare l'esterometro

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^