AESVI non esiste più: diamo il benvenuto a IIDEA

AESVI non esiste più: diamo il benvenuto a IIDEA

AESVI cambia nome e diventa IIDEA, Italian Interactive Digital Entertainment Association. Con l'ingresso di nuovi soci e nuove categorie associative, l'associazione aumenterà gli sforzi per fare lobbying a favore del settore videoludico

di pubblicata il , alle 19:01 nel canale Market
AesviIDEA
 

AESVI, l’Associazione Editori Sviluppatori Videogiochi Italiani, non esiste più. Non sparisce, ma cambia nome e logo, trasformandosi in IIDEAItalian Interactive Digital Entertainment Association. Il motivo del rebranding è da ricercare nell'ingresso di nuovi soci e di nuove categorie, ma anche nella trasformazione del settore videoludico, che hanno spinto l'associazione a intraprendere un percorso di innovazione così da essere un interlocutore ancora più riconoscibile a livello internazionale.

Logo IIDEA

"Gli ultimi anni sono stati per noi anni di transizione, in cui abbiamo posto le basi per una maggiore focalizzazione sulle attività politico-istituzionali e sullo sviluppo del business per le imprese italiane che operano nel settore” - ha spiegato Marco Saletta, Presidente di IIDEA - "Con il 2020 inizia la nostra evoluzione, ben esemplificata dalla scelta di operare un rebranding a tutto tondo, che parta dal nome per arrivare a tutti gli elementi che hanno caratterizzato AESVI negli anni. Oggi, e ancora di più in futuro, vogliamo crescere tanto in Italia quanto all'estero, siamo certi che la nostra nuova immagine, una nuova governance e una maggiore apertura nei confronti di tutti gli attori dell’ecosistema ci aiuteranno in questo percorso".

Marco Saletta, Presidente IIDEA

La mission di IIDEA, Italian Interactive Digital Entertainment Association

Nonostante il cambio di nome, l'obiettivo principale dell'associazione rimane quello di sostenere tutti gli attori del settore, a partire dagli sviluppatori, tanto che IIDEA parteciperà a fiere come la Game Developers Conference a San Francisco, il London Games Festival a Londra, la Gamescom a Colonia, promuovendo le imprese italiane del settore grazie ai fondi del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e dell’Agenzia ICE

Per il 2020 IIDEA mira a crescere sul piano internazionale puntanto su tre aree: publisher, developer ed e-sport. Per raggiungere l'obiettivo punta sullo sviluppo di due eventi di respiro internazionale: First Playable e Round One. Il primo si terrà fra il 1 e il 3 luglio presso Manifatture Digitali Cinema Pisa e sarà organizzato in partnership con Toscana Film Commission. Vi parteciperanno 30 publisher e 15 speaker internazionali, e ha l'obiettivo di supportare la crescita delle imprese italiane e aiutarle a sviluppare il loro business sul mercato internazionale.

Round One, invece, è organizzato insieme a Trentino Film Commission, Trentino Sviluppo, Trentino Marketing, APT Garda Trentino e Riva del Garda Fierecongressi spa. Si terrà dall'11 al 13 maggio al Centro Congressi di Riva del Garda e mira a favorire lo sviluppo del business, promuovere la professionalizzazione degli operatori e dare visibilità al settore verso media e istituzioni.

L'uomo al centro di tutto

IIDEA vuole impegnarsi maggiormente sull'attività lobbying a favore del settore videoludico ma senza trascurare il lato umano. L'associazione ha dichiarato di voler promuovere il valore culturale, educativo e sociale del videogioco, dichiarazione che si concretizzerà con la campagna Game to Human, che verrà lanciata più avanti, nel corso del 2020. Si tratta di una raccolta di storie, tutte italiane, che dimostrano l'impatto positivo del videogioco sulla società: quella della Blind Console, piattaforma ludica per gli ipovedenti, quella di Gamindo, piattaforma che "trasforma" in donazioni le ore spese davanti ai videogiochi, e infine la storia di Freud’s Bones, un'avventura grafica che permetterà di "mettersi nelle ossa" del celebre psicanalista.

Game2Human_logo

Oltre ad aver rinnovato il suo sito, IIDEA lancerà un portale dedicato alle famiglie e ai consumatori, con l’obiettivo di fornire tutte le informazioni necessarie per conoscere i videogiochi e per imparare ad utilizzarli in modo consapevole. Un po' come è già stato fatto all'estero con Ask about Games (UK) e Pédagojeux (Francia).  

"L’industria dei videogiochi è sempre più globale e come Associazione vogliamo assumere un ruolo sempre più internazionale, per promuovere gli operatori italiani all'estero e facilitare l’accesso al mercato italiano degli operatori stranieri" - ha spiegato Thalita Malagò, Direttore Generale di IIDEA - "Per rispondere a queste nuove sfide, la struttura dell’Associazione si è evoluta allargando il proprio team, che oggi comprende professionisti con competenze orizzontali e verticali, in grado di focalizzarsi su Public Affairs, Developer o anche Esports, senza perdere di vista il quadro generale".

ThalitaMalago, Direttore Generale IIDEA

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
svedese21 Febbraio 2020, 08:15 #1

Qualcuno del marketing lavora!

Bravi, hanno finalmente capito che scegliendo parole a caso non sempre viene fuori un buon acronimo!
biometallo21 Febbraio 2020, 11:54 #2
Originariamente inviato da: svedese
Bravi, hanno finalmente capito che scegliendo parole a caso non sempre viene fuori un buon acronimo!


LOL in effetti, comunque anche il nuovo acronimo mi pare stia causando problemi, dato che tutt'ora nonstante le correzioni risulta scritto errato in buona parte dell'articolo

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^