Secondo lo studio The Connected Now gli italiani adorano la tecnologia connessa

Secondo lo studio The Connected Now gli italiani adorano la tecnologia connessa

Per 3/4 degli italiani i gadget connessi a Internet hanno migliorato la vita, il dato più altro fra i paesi europei presi in esame: Francia, Germania, Italia, Spagna e Regno Unito. Le perplessità sono relative ai furti di identità e alla privacy

di pubblicata il , alle 12:41 nel canale Market
Assurant
 

Assurant fornisce soluzioni abitative e di lifestyle che supportano, proteggono e connettono i principali acquisti tecnologici dei consumatori. In pratica offre assicurazioni personalizzate che coprono anche la rottura e lo smarrimento dei smartphone, notebook e altri dispositivi.

Assurant ha realizzato lo studio The Connected Now intervistando 5.500 persone in Francia, Germania, Italia, Spagna e Regno Unito su temi relativi alla tecnologia e al futuro della connettività.

Gli italiani sono i più fiduciosi d'Europa per quanto riguarda la tecnologia connessa

Capita spesso di leggere sui media generalisti notizie che mettono in guarda da presunti pericoli della tecnologia, in particolare quella connessa. Pensiamo solo alla tanta disinformazione che sta girando sulla tecnologia 5G e i presunti rischi per la salute umana, rischi non certificati da alcun ente attendibile. I tanti click ottenuti da questi articoli potrebbero far pensare agli italiani come un popolo poco fiducioso nei confronti della tecnologia ma lo spaccato che emerge dallo studio The Connected Now fa emergere un dato significativo: il 77% degli italiani ha grande fiducia nella tecnologia connessa. Cosa che a ben pensarci non dovrebbe stupire se consideriamo l'enorme diffusione che hanno avuto da noi, fin da subito, i telefoni cellulari e, successivamente, gli smartphone.

Le poche riserve, definite nello studio "preoccupazione tiepida" stanno registrando una riduzione e sono prevalentemente legate ai furti di identità e all'uso improprio che può essere fatto dei dati raccolti online. Piccoli timori che non scoraggiano l'adozione della tecnologia

Emerge un dato interessante: gli intervistati hanno il terrore che si rompano anche perché il 21% afferma di aver già dovuto spendere cifre significative per effettuare riparazioni. A tal proposito, lo studio evidenzia come l'estensione della garanzia e un miglior supporto tecnico potrebbero accelerare l'adozione di nuovi dispositivi. 

"Il mondo che ci circonda sta diventando sempre più connesso giorno dopo giorno e la tecnologia gioca un ruolo significativo nei prodotti e nei servizi che utilizziamo" - ha affermato Marco Prada, Amministratore delegato di Assurant per l’Europa Centrale e Meridionale - "Aiutare i consumatori a comprendere meglio i vantaggi di uno stile di vita connesso, insieme a rendere i prodotti di supporto e protezione più facilmente disponibili, è un passo importante nella promozione del loro utilizzo. Quando le persone decidono di investire in dispositivi connessi, il supporto aggiuntivo e la garanzia, possono contribuire a fornire loro una maggiore tranquillità. La maggioranza degli italiani (54%) prevede, inoltre, che i dispositivi tecnologici connessi avranno una durata di almeno quattro anni, il che è in linea con la media europea dei paesi esaminati. Aggregare e fornire supporto tecnico e garanzia estesa ai prodotti, aumentano l’intenzione dei consumatori di acquistare e abbracciare ulteriormente uno stile di vita più connesso".

 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Ratavuloira24 Giugno 2019, 13:54 #1
Dato che ci piacciono i gadget connessi dateci una connessione sfruttabile
LukeIlBello24 Giugno 2019, 14:02 #2
fino a 15 anni fa, prima che una pletora di signore buongiornissimo e di attempati conquistadores tatuati invadessero cessbook e i social in generale, avere una connessione internet permanente (leggasi adsl)era visto come l'apoteosi della vita da nerd
adesso leggo che il trend si è invertito ed ora gli italiani amano restare connessi.. probabilmente 15 anni fa ancora non avevano scoperto il sillogismo: internet <-> porno
Bradiper24 Giugno 2019, 14:23 #3
Certo che questi sondaggi mi fanno un po' ridere 5500 su 65.000.000 gli italiani amano la tecnologia connessa,anzi il 77 % su 5500 sempre che ne hanno intervistati 5500 ogni paese.
Se è così che tirano fuori le stime un po' per tutto siamo apposto.
zbear24 Giugno 2019, 17:41 #4

Mah ...

"Gli italiani sono i più fiduciosi d'Europa per quanto riguarda la tecnologia connessa" ... fiduciosi o utonti?? Io propendo per la seconda ipotesi, vista la media degli utilizzatori che ho conosciuto.
Qarboz24 Giugno 2019, 21:44 #5
L'articolo parla in più punti della garanzia degli "apparecchi connessi"; ma che garanzia c'è che i produttori di tali devices supportano per i 4 anni nominati nell'articolo con gli aggiornamenti di sicurezza?
ComputArte26 Giugno 2019, 12:16 #6

....statistiche....ma su quale campione?!

"...all'uso improprio che può essere fatto dei dati raccolti online. Piccoli timori che non scoraggiano l'adozione della tecnologia. "

PICCOLI TIMORI?!?....ma chi ha scritto questo articolo?!...ZUCKERBERG?!?! :Sofico:

Stiamo di fronte al più grande attacco mai visto nella storia contro la PRIVACY!

TUTTA la tecnologia SMART è ingegnerizzata per raccogliere dati in maniera continuativa ed illimitata...alias SPIARE!!!!

Su una cosa concordo....gli italiani sono, nella stragrande maggioranza INCONSAPEVOLI....ma andate a toccargli casa ed affetti....e vedrete cosa succederà....anczi cosa sta per succedere....

Ma chi ha scritto questo articolo avrà mai sentito parlare del GDPR?!
mally26 Giugno 2019, 12:22 #7
Originariamente inviato da: ComputArte
"...all'uso improprio che può essere fatto dei dati raccolti online. Piccoli timori che non scoraggiano l'adozione della tecnologia. "

PICCOLI TIMORI?!?....ma chi ha scritto questo articolo?!...ZUCKERBERG?!?! :Sofico:

Stiamo di fronte al più grande attacco mai visto nella storia contro la PRIVACY!

TUTTA la tecnologia SMART è ingegnerizzata per raccogliere dati in maniera continuativa ed illimitata...alias SPIARE!!!!

Su una cosa concordo....gli italiani sono, nella stragrande maggioranza INCONSAPEVOLI....ma andate a toccargli casa ed affetti....e vedrete cosa succederà....anczi cosa sta per succedere....

Ma chi ha scritto questo articolo avrà mai sentito parlare del GDPR?!


si ma non scaldarti Vasco...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^