Iscriviti al nostro nuovo canale YouTube, attiva le notifiche e rimani aggiornato su tutti i nuovi video

Commvault estende la protezione dei workload Kubernetes

Commvault estende la protezione dei workload Kubernetes

Le nuove funzionalità delle piattaforme di Commvault potenziano la protezione e il disaster recovery negli ambienti containerizzati e permettono di abbattere in maniera significativa i costi, accelerando allo stesso tempo la migrazione verso il cloud

di pubblicata il , alle 11:31 nel canale Security
CommVaultCloud SecurityData Management
 

Commvault, realtà specializzata in soluzioni per la protezione dei dati destinate alle grandi aziende, ha potenziato la sue piattaforme introducendo funzionalità per garantire la sicurezza dei carichi di lavoro Kubernetes in ambienti multi-cloud e ibridi. Le nuove funzionalità sono disponibili sulle piattaforme Commvault Complete Data Protection e Metallic.

"Accolgo con particolare piacere il fatto che Commvault stia portando su Kubernetes soluzioni di gestione dei dati di livello mondiale", commenta Nigel Poulton, autore, formatore ed evangelist di Kubernetes. "Avendo una consolidata esperienza in questo mercato, è entusiasmante vedere come i leader di settore di lunga data ne prendano seriamente in considerazione l’evoluzione - aspetto quanto mai critico in settori come quello bancario e sanitario, in cui è necessario disporre dell'intero spettro di protezione prima di poter distribuire nuovi workload in azienda".

I container accelerano la migrazione verso il cloud

Sempre più aziende guardano con interesse alle applicazioni containerizzate tramite Kubernetes, dato che sono molto utili per accelerare la migrazione degli ambienti IT tradizionali verso il cloud. Una tendenza che non rallenterà entro breve, anzi: secondo Gartner, infatti, entro il 2025 l'85% delle imprese a livello globale farà leva su applicazioni containerizzate nei propri ambienti produttivi. 

Inevitabile, quindi, porsi il problema della sicurezza di container e macchine virtuali. Le nuove funzionalità introdotte da Commvault garantiscono la protezione e il ripristino di tutto l'ecosistema Kubernetes, inclusi i cluster completi di macchine virtuali ed estendono la sicurezza anche ai namespace e alle certificazioni ETCD e SSL.

La possibilità di migrare le applicazioni Kubernetes fra cluster, distribuzioni, versioni e storage consente accelerare ulteriormente i test di sviluppo e sono infine rese più efficienti - dal punto di vista economico - le procedure di disaster recovery. 

Fra i clienti delle soluzioni di Commvault c'è anche ENEL. Secondo Bruno Bianchini, Head of Infrastructure & Technological Services - Global Digital Solutions di ENEL, "utilizzando la piattaforma unica di Commvault, siamo in grado di monitorare e valutare in modo preventivo i rischi, mitigare le minacce informatiche al business e proteggere tutti i workload, incluso Kubernetes, nel multi-cloud - riducendo il nostro OPEX fino al 40% rispetto a soluzioni precedenti. Commvault si è rivelata la soluzione più efficace a supporto della nostra strategia di crescita e del nostro percorso di trasformazione digitale, senza impatti su produttività e servizio clienti.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^