ESET e Intel insieme per accelerare la rilevazione del ransomware tramite la GPU

ESET e Intel insieme per accelerare la rilevazione del ransomware tramite la GPU

Gli attacchi ransomware diventano sempre più sofisticati e complessi e per le aziende proteggere adeguatamente i propri endpoint è complicatissimo. ESET si affida a Intel Threat Detection Technology per migliorare la protezione dei suoi clienti

di pubblicata il , alle 12:51 nel canale Security
Cloud Security
 

I ransomware stanno divetando una minaccia sempre più pericolosa e non solo in ambito lavorativo. Per affrontare in modo efficace questa problematica, ESET ha potenziato la propria tecnologia di rilevamento delle minacce integrando Intel Threat Detection Technology nella sua suite di cybersecurity multilivello. L'hardware TDT, infatti, è in grado di offrire (sui PC basati su Intel) una protezione ransomware ad hoc.

Endpoint più sicuri con l'hardware di Intel

Questa collaborazione porterà dei benefici sia dall'utilizzo dei modelli di apprendimento automatico Intel TDT a supporto del rilevamento dei ransomware, sia nella possibilità di scaricare queste richieste di elaborazione sul controller grafico integrato (GPU) di Intel, mantenendo alte le prestazioni complessive del sistema.

Come ha dichiarato Előd Kironský, Chief of Endpoint Solutions and Security Technologies di ESET: “Questa collaborazione porta a un livello superiore la protezione dal ransomware grazie all'integrazione della tecnologia di rilevamento basata sull'hardware di Intel. Attingere alla telemetria a livello di CPU è un approccio efficace che consente un migliore tracciamento della crittografia dannosa. Fondamentalmente, per ESET questo significa smascherare il ransomware mentre cerca di evitare il rilevamento in memoria. ESET ha sempre creduto nell'approccio a più livelli, e aggiungendo il silicon layer riconosciamo che la sicurezza basata sull'hardware è la prossima pietra miliare nella lotta contro le minacce”.

I vantaggi di questa integrazione saranno tangibili nel corso dell'anno: ESET ha previsto una serie di release per progettere gli endpoint. Nella prima fase, ESET si concentrerà sugli endpoint con PC basati su Intel Core di 9a generazione e più recenti e Intel vPro Windows, che sono in grado di sfruttare Intel TDT out-of-the-box.

"Il basso impatto sulle prestazioni del sistema è un tema che ESET ha sempre privilegiato all'interno della sua architettura software multistrato ed è un punto chiave di forza per molti dei nostri clienti. Sfruttare una tecnologia che può aiutarci con la prevenzione e la protezione, preservando allo stesso tempo le prestazioni è una scelta vincente", ha aggiunto Kironský.

Carla Rodriguez, Sr Director Ecosystem Partner Enablement, Intel Corp, ha commentato la partnership: "Il ransomware ha un impatto sia sulle piccole imprese che sulle grandi aziende e può provocare ricadute economiche su scala globale. Siamo entusiasti di collaborare con ESET, che offre una vera impronta di distribuzione globale. Le ottimizzazioni per contrastare il ransomware messe in campo da ESET funzioneranno sia su Intel vPro Enterprise che sul nostro nuovo Intel vPro Essentials destinato alle PMI. Questo offre un interessante pacchetto hardware e software che garantisce una sicurezza della giusta misura per le aziende di qualsiasi dimensione e offre una protezione più efficace quando il software ESET viene eseguito su PC basati su Intel. Questo è un importante passo avanti per invertire la tendenza contro il ransomware".


0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^