Chimica e informatica: arriva il chip "a bolle"

Chimica e informatica: arriva il chip "a bolle"

I ricercatori del MIT mettono a punto una tecnologia che consente di realizzare appositi chip con funzioni di analisi chimica utilizzando piccole bolle di fluidi che simulano il comportamento degli elettroni

di pubblicata il , alle 14:34 nel canale Software
 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

43 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Lollo614 Febbraio 2007, 20:26 #21
Originariamente inviato da: zopi
Vorrei rivolgermi a chi (che abbia capito o meno il funzionamento) ha detto che è inutile o che nn serve: credo che in un università come il MIT si faccia ricerca seria, se anche dovesse servire a capire verso quale direzione NON bisogna andare sarebbe utile! In ogni caso se una cosa proviene da lì avrà certamente i suoi risvolti, il MIT non è l'italia non fanno ricerche stupide per mangiarsi i soldi, anzi non investono un centesimo in una ricerca se nn intravedono potenzialità....


Ehi, piano a sparare a zero sulla ricerca italiana. Ti faccio presente che buona parte delle cause della scarsa produttività dei laboratori italiani è dovuta alla mancanza di fondi, non ad idee inutili. Tant'è che esportiamo tantissimi brevetti, che all'estero fruttano soldi ma che in Italia (non si sa come mai) non interessano a nessuno. Inoltre i ricercatori italiani sono tra i più apprezzati in ambito internazionale (MIT compresa), quindi evitiamo di denigrare i pochi che rimangono qui guadagnando 1/5 dei colleghi americani.
Per quanto riguarda il chippettino non si sta parlando di un processore per PC quindi basta con questa storia del "...ma va 1000 volte più piano".
Criceto14 Febbraio 2007, 20:30 #22
Originariamente inviato da: liviux
Non c'entra nulla col calcolo generico dei nostri PC, per i quali va benissimo il silicio.


Insomma...
Non c'è una news recente che diceva che Intel l'abbandonerà (in favore di un esotico metallo di cui ora non ricordo il nome) già con la prossima generazione di chip?
riva.dani14 Febbraio 2007, 20:38 #23
Io non me ne intendo per nulla, qualcuno più esperto di me ha già spigato l'utilità e le potenzialità di questa tecnologia con diversi commenti. Io posso solo aggiungere che, senza star lì a leggere l'articolo intero che è faticoso, nel sottotitolo c'è scritto " con funzioni di analisi chimica": com'è possibile che ci sia gente così miope da aver pensato che il chip in questione sia stato messo a punto per sostituire le moderne CPU???
Khronos14 Febbraio 2007, 22:04 #24
Originariamente inviato da: GabrySP
Se questo chip con le bolle va 1000 volte più piano di quelli standard, si può dire che è una cac@t@.

Una cac@t@ con le bolle...............forse è diarrea

Sinceramente questa "invenzione" è la cosa più inutile che abbia mai sentito, degna di essere nominata in "Studio Aperto", come si fa ad usare le bolle al posto degli elettroni , allora usiamo i coriandoli come cartaigienica

bravo. noccioline o popcorn, in gabbietta? -.-
ho fatto in tempo qualche giorno fa a leggere la stessa notizia (però solo della ricerca in corso) sull'RSS di LeScienze.avete presente i macchinari di frankestein? si sta arrivando a quelli se si è riusciti a comandare l'elettricità sottoforma di bit, la luce sottoforma di bit, le onde sonore sottoforma di bit, mancavano i liquidi. e ci son riusciti. ora si possono fare tutti i miscugli che si vuole. ma naturalmente, c'è gente (see up) che non ne è contenta o non è capace di intenderlo.
The_SaN14 Febbraio 2007, 22:13 #25
Originariamente inviato da: GabrySP
Se questo chip con le bolle va 1000 volte più piano di quelli standard, si può dire che è una cac@t@.

Una cac@t@ con le bolle...............forse è diarrea

Sinceramente questa "invenzione" è la cosa più inutile che abbia mai sentito, degna di essere nominata in "Studio Aperto", come si fa ad usare le bolle al posto degli elettroni , allora usiamo i coriandoli come cartaigienica

Scusa, ma non stai vedendo oltre un palmo dal naso.
Non é di certo con un chip del genere che farai andare giochini/superpi

Se vuoi velocitá (come me) aspetta i processori che comandano i fotoni sottoforma di bit: questo si che secondo me sará un bel salto prestazionale (inoltre non dovrebbero scaldare, non ci sarebbe la resistenza come nel caso dell' elettricitá
GabrySP14 Febbraio 2007, 22:31 #26
Originariamente inviato da: Khronos]bravo. noccioline o popcorn, in gabbietta? -.-
ho fatto in tempo qualche giorno fa a leggere la stessa notizia (però
frankestein[/B]? si sta arrivando a quelli se si è riusciti a comandare l'elettricità sottoforma di bit, la luce sottoforma di bit, le onde sonore sottoforma di bit, mancavano i liquidi. e ci son riusciti. ora si possono fare tutti i miscugli che si vuole. ma naturalmente, c'è gente (see up) che non ne è contenta o non è capace di intenderlo.



Starò anche nella gabbietta, ma questa invenzione è una stupidaggine, probabilmente è il lavoro dei una tesi di qualche studente. Non può portare proprio a niente. (chip , memorie ).

frankestein
fsdfdsddijsdfsdfo14 Febbraio 2007, 22:55 #27
ho letto lab on a chip
ho letto l'articolo


Solo a me è venuto in mente l'idea che si possano fare analisi istantanee precisissime?



Vuoi sapere cosa c'è nella tua acqua?
La si fa passare in questi cosi e a seconda di come riflette i fotoni (non la luce! siamo nel microscopico) si capisce quali minerali ci siano.


Vuoi sapere se hai l'aids ADESSO?

Vuoi un controllo biometrico?

Vuoi vedere se l'uranio / polonio / oro / embrione che ti hanno venduto è buono?


E poi la storia ci insegna che le scoperte piu strane e non coincidenti con la visione convenzionale delle cose sono state le piu importanti.

Pensate all'effetto fotoelettrico.
O al lavoro dei Curie sulla radioattività.
Lo studio delle muffe e relativa pennicillina.

O a chuck norris che lancia una mela in testa a Newton.
claudio25114 Febbraio 2007, 23:11 #28
Qualcuno ricorda le memorie a bolle magnetiche?
dario214 Febbraio 2007, 23:27 #29
mah certe volte rimango perplesso sull'ignoranza di certa gente che parla cm fosse l'ultimo esperto, voi da 4 righe tradotte da un documento scientifico americano tradotto, probabilmente alle meno peggio, capite se una scoperta è una cagata o meno, ottimo, perchè state davanti un pc a perder tempo se siete cosi bravi?

Per chi ha palrato di italiano, io nn intendevo distinzioni di nazionalità, intendo prorprio al Mit, se ne sentono di tutti i colori da quell'istituto
fireball3315 Febbraio 2007, 01:26 #30
ma se il MIT investe tempo, denaro, personale su una ricerca e ne pubblica i risultati secondo voi è una cagata o magari ha un minimo interesse scientifico?

non si parla di intel/amd, che fanno ricerca a scopo commerciale, ma del più prestigioso istituto di tecnologia del mondo, con i migliori scienziati provenienti da ogni continente... le ricerche hanno in primo luogo scopo puramente scientifico, non devono essere per forza sfruttate commercialmente

se poi dallo scopo scientifico si passa ad un applicazione pratica tanto meglio!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^