L'autodromo di Monza è il primo in Europa ad avere una rete 5G, quella di TIM

L'autodromo di Monza è il primo in Europa ad avere una rete 5G, quella di TIM

TIM ha completato l'installazione della sua rete 5G nell'autodromo di Monza, cogliendo l'occasione del Monza Rally Show 2019 per mostrare a tutti il potenziale della sua rete mobile di nuova generazione

di pubblicata il , alle 17:41 nel canale TLC e Mobile
TIM5G
 

Mentre negli USA Verizon mira a coprire gli stadi dell'NFL con il suo segnale 5G, da noi TIM ha preferito concentrarsi sugli autodromi, in particolare quello di Monza, uno dei più apprezzati dai piloti di tutto il mondo. Ecco che dopo aver coperto parte della città di Milano, che può contare su 60 nodi 5G di TIM attivi (diventeranno 100 entro la fine dell'anno e raddoppieranno nel 2020), l'operatore telefonico si è espanso anche al territorio della Brianza e ha scelto il circuito di Monza per mostrare il potenziale delle nuove reti mobile. 

“Il Monza Eni Circuit – ha commentato Pietro Benvenuti, Direttore Generale Monza Eni Circuit – conferma la sua tradizione di polo attrattivo per le innovazioni. Sulla pista di Monza sono stati studiati importanti sviluppi in campo tecnologico e automotive che hanno concretamente migliorato la vita di tutti i giorni. L’Autodromo di Monza è oggi il primo in Europa ad essere coperto dalla rete 5G, grazie a TIM. Il pubblico del Monza Rally Show potrà provare in prima persona, durante i tre giorni dell’evento, quali sono le incredibili applicazioni di questa innovativa tecnologia. Dalla prossima stagione sportiva, i team dotati di applicativi 5G che correranno nel Tempio della Velocità potranno quindi avvalersi di servizi che consentiranno loro di ricevere e analizzare i dati delle vetture in pista con velocità e qualità superiore a qualsiasi altra rete esistente. Ancora una volta dunque l’Autodromo di Monza, nato nel 1922, dimostra di essere all'avanguardia nel mondo dell’auto e del motorsport”.

Il 5G e l'autodromo di Monza: una passione comune per la velocità

Considerato che non abbiamo problemi a seguire gli eventi sportivi già ora, con i nostri smartphone 4G, come può arricchire l'esperienza il 5G? Per scoprirlo siamo andati all'autodromo dove TIM ha allestito una serie di demo tecniche per mostrare a tutti il potenziale delle nuove reti, montando telecamere sia all'interno delle auto, sia agganciate a droni che svolazzavano sul tracciato. A che pro? Per immergere gli appassionati nella gara, dando loro più punti di vista su quanto accade in pista: grazie alla velocità della rete 5G è stato possibile visualizzare lo stream di più telecamere 4K, con la possibilità di selezionare quella preferita, guardarla a tutto schermo e scegliere dove far puntare l'obiettivo semplicemente muovendo un dito sullo schermo. Poter guardare le facce e i movimenti dei piloti durane le fase più concitate della corsa e passare con un tap alla visuale aerea dal drone sono dettagli che stravolgono il modo di osservare le competizioni sportive, sia che si segua lo sport lì dove si svolge la competizione sua che ci si trovi sul divano di casa, dove lo smartphone diventa un complemento delle immagini televisive. 

Controllare un'auto via 5G: un'esperienza soporifera

Durante l'evento organizzato all'autodromo di Monza, TIM ha voluto far provare anche altri tipi di applicazioni che si basano sul 5G agli intervenuti. Molti sono scenari di cui abbiamo parlato già in più occasioni, dalla chirurgia a distanza all'automazione di impianti industriali, ma era presente anche la dimostrazione di un'auto guidata da remoto. La vettura si trovava nella zona box e veniva controllata dalle tribune, dove era stata allestita una postazione di guida dedicata basata su un economico kit di volate e pedaliera di Logitech. Non ci aspettavamo certo di vedere sfrecciare l'auto senza pilota a 300 all'ora sul rettifilo, ma limitarci a vedere un'auto che si muove - molto lentamente - all'interno di un parcheggio non è il modo migliore per mostrare le potenzialità del 5G.

Abbiamo cercato qualche momento di adrenalina andando nella Game Arena, uno spazio dedicato alla dimostrazione della piattaforma TIMGAMES, il servizio di game streaming di TIM, una sorta di Stadia dedicato al mobile. Dobbiamo ammettere di non essere rimasti particolarmente colpiti da quello che ci è stato mostrato: giochi come Grid o Moto GP laggavano in maniera evidente, risultando praticamente ingiocabili

I piani di TIM per il 5G

Entro la fine dell'anno TIM conta di coprire con il segnale 5G 30 destinazioni turistiche e 50 distretti industriali, oltre alle città di Roma, Napoli, Torino, Firenze e Brescia, già raggiunte. L'obiettivo di TIM per il 2021 è di raggiungere 120 città, 200 destinazioni turistiche e 245 distretti industriali

Tim5g.jpg

Le prossime città coperte dalla rete 5G di TIM saranno Bergamo, Como e Varese, che dovrebbero ricevere il segnale nel 2020. Sotto un certo profilo potrebbe sembrare che TIM vada un po' a rileno nelle città, ma non bisogna trascurare le aree industriali e soprattutto le destinazioni turistiche, sulle quale l'azienda di telecomunicazioni sta puntando molto, così da creare contenuti per le applicazioni di turismo virtuale, che permetteranno di esplorare musei e altri siti di interesse storico tramite VR o AR

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Vindicator2309 Dicembre 2019, 19:47 #1
si certo ci sono ancora dei posti dove fai solo chiamate internet è inutilizzabile , se usassero meglio i soldi per coprire decentemente tutto invece solo certe zone piu' profittabili; non lo impareranno mai

windtre e iliad hanno messo il 4G+ dove vado in vacanza quest'anno ora che lo metteva tim passavano anni
ero intrappolato a tim per questo motivo appena ho visto il 4g la ho mollata immediatamente , finalmente anche in vacanza streaming bella sensazione
quartz09 Dicembre 2019, 21:22 #2
Notare come questa news propangandistica venga subito dopo quella dell'OFFERTONA "TIM Giga illimitati per un mese totalmente gratis! Ecco come riceverli"

DarkmanDestroyer09 Dicembre 2019, 21:34 #3
quest'anno durante il gp di F1 era letteralmente impossibile dalle tribune per qualasi persona, streammare la diretta dal sito del noto emittente che ha il monopolio italiano sulla F1.
Tim, vodafone, wind, iliad han tutte fatto cilecca. linea up, ma sul sito solo schermo nero.
io, unico della tribuna ad avere fastweb in 3g, riuscivo ad accedere e a godermela fluidamente.
sia stata colpa degli smartphone, dei provider, o del tipo di linea, per gli usi odierni il 3g a imo avviso va ancora bene. auto da remoto? lo useranno i miei nipoti quando sarò troppo vecchio per parcheggiare da solo come si deve.
pensassero a ammodernare e ampliare l'infrastruttura base via cavo, specie dove all'alba del 2020 ancora non arriva internet (non per problematiche, ma per i mancati guadagni)
Vindicator2310 Dicembre 2019, 08:30 #4
Originariamente inviato da: DarkmanDestroyer
quest'anno durante il gp di F1 era letteralmente impossibile dalle tribune per qualasi persona, streammare la diretta dal sito del noto emittente che ha il monopolio italiano sulla F1.
Tim, vodafone, wind, iliad han tutte fatto cilecca. linea up, ma sul sito solo schermo nero.
io, unico della tribuna ad avere fastweb in 3g, riuscivo ad accedere e a godermela fluidamente.
sia stata colpa degli smartphone, dei provider, o del tipo di linea, per gli usi odierni il 3g a imo avviso va ancora bene. auto da remoto? lo useranno i miei nipoti quando sarò troppo vecchio per parcheggiare da solo come si deve.
pensassero a ammodernare e ampliare l'infrastruttura base via cavo, specie dove all'alba del 2020 ancora non arriva internet (non per problematiche, ma per i mancati guadagni)


ti quoto in piano
cronos199010 Dicembre 2019, 10:16 #5
Originariamente inviato da: Vindicator23
ti quoto in piano
Io in pendenza!
nickname8810 Dicembre 2019, 12:48 #6
Pensassero ad aggiungere qualche curva, che chiamarlo circuito è imbarazzante.
mrk-cj9415 Dicembre 2019, 23:01 #7
Originariamente inviato da: nickname88
Pensassero ad aggiungere qualche curva, che chiamarlo circuito è imbarazzante.


se deve fare la fine di Hockenheim (da Superspeedway ad aborto castrato), no grazie.. già Monza ha avuto delle modifiche e molte sono tutt'ora denigrate (vedi Lesmo e prima variante), figuriamoci se viene snaturato ancor di più...
nickname8816 Dicembre 2019, 13:48 #8
Originariamente inviato da: mrk-cj94
se deve fare la fine di Hockenheim (da Superspeedway ad aborto castrato), no grazie.. già Monza ha avuto delle modifiche e molte sono tutt'ora denigrate (vedi Lesmo e prima variante), figuriamoci se viene snaturato ancor di più...

Sono quattro lunghi rettilinei in croce unici da qualche varianti ad S lente.
Le uniche eccezioni sono le 2 arrabbiate + la finta parabolica, diciamo che non è esattamente uno dei circuiti più tecnici .....
Krusty16 Dicembre 2019, 14:30 #9
Le due Lesmo forse, le arrabbiate sono al Mugello.

Ps: Monza non si tocca.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^