Akamai raddoppia il traffico di streaming video durante le Olimpiadi di Tokyo

Akamai raddoppia il traffico di streaming video durante le Olimpiadi di Tokyo

Akamai Edge, la piattaforma di streaming video dell'azienda statunitense specializzata nella distribuzione di contenuti via Internet, ha ottenuto dei risultati strabilianti durante i recenti Giochi Olimpici

di pubblicata il , alle 10:01 nel canale Cloud
Akamai
 

Akamai, una delle aziende leader nella distribuzione di contenuti via Internet ha condiviso i dati riguardanti il traffico di streaming video generato dalle Olimpiadi che si sono disputate a Tokyo nel mese di luglio: rispetto ai precedenti Giochi Olimpici (Rio 2016) i numeri sono raddoppiati. Per esempio, il picco medio di traffico per tutta la durata della manifestazione è stato di 8,3 Tbps rispetto ai 3 Tbps dei Giochi Olimpici brasiliani, mentre la piattaforma di Akamai ha trasmesso circa 500 milioni di ore di video da Tokyo per i propri clienti, superando le 234 milioni di ore di Rio nel 2016. 

Cory Sakakeeny, Principal Lead Technical Project manager di Akamai, ha commentato così i risultati ottenuti: “Con 35 medaglie in palio, l'ultimo giorno di competizioni durante i giochi di Tokyo ha generato il picco di traffico di streaming video sulla piattaforma Akamai Edge. Oltre 30 fra i principali broadcaster internazionali hanno scelto Akamai per servirne i contenuti video via Internet e consentire a milioni di utenti di seguire gli eventi sportivi dai propri dispositivi personali, dai cellulari alle smart TV. Le sfide per le medaglie di baseball, basket e calcio, insieme a diverse finali di atletica, hanno generato, sabato 7 agosto, un traffico pari a 10 Tbps. Questo è più del doppio del picco di 4,5 Tbps che Akamai ha rilevato durante Rio nel 2016. 

Gli Azzurri vincono anche nello streaming video

Sakakeeny è poi passato ad analizzare i numeri realizzati durante Euro 2020, la manifestazione calcististica che ha visto trionfare la compagine azzurra guidata da Roberto Mancini. "Solo il mese scorso, abbiamo condiviso i dati dello streaming del campionato europeo di calcio disputato a giugno e luglio, che ha raggiunto un picco di traffico di 35 Tbps su Akamai e una media di 17,5 Tbps per ogni partita. Perché si registra una differenza nel picco di traffico di 10 Tbps rispetto alla media di 8,3 Tbps di Tokyo? Si può ricondurre alla concentrazione del pubblico. Le partite di calcio erano un appuntamento da non perdere, in genere gare da 90 minuti che raramente avevano una durata superiore alle due ore. Tokyo invece consisteva in molte competizioni diverse che si svolgevano per tutto il giorno, ogni giorno. Sebbene il picco del Campionato Europeo di calcio sia stato più del triplo rispetto a Tokyo, il numero di ore totali di streaming dell'Europeo (578 milioni) è stato solo 1,2 volte superiore ai 500 milioni di ore di Tokyo". 

Nel frattempo, Akamai si sta preparando per le prossime Olimpiadi invernali che si terranno a Pechino nel 2022, anno in cui si disputerà il primo Mondiale di calcio in Qatar durante il periodo invernale.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^