OpenText: le aziende che adottano il cloud ibrido sono più flessibili e snelle

OpenText: le aziende che adottano il cloud ibrido sono più flessibili e snelle

Passare da un modello interamente basato sui data center on-premise a uno che prevede l'adozione del cloud ibrido migliora produttività, efficienza e soddisfazione dei clienti, oltre a contribuire a irrobustire la sicurezza. La ricerca di OpenText

di pubblicata il , alle 16:21 nel canale Cloud
OpenText
 

Parlare di cloud non è più sufficiente: bisogna puntare su modelli più versatili e capaci di rispondere alle esigenze delle imprese, come il cloud ibrido, che unisce i vantaggi dei data server on-premise alla flessibilità garantita dal cloud. 

Il modello cloud ibrido migliora produttività e resilienza. La ricerca di OpenText

Nel 2020 OpenText ha commissionato a Forrester Consulting una ricerca per comprendere l'approccio delle aziende con i vari modelli di cloud. Uno studio che ha coinvolto 208 decision maker nell’ambito dell’Enterprise Content Management (ECM), in Nord America ed Europa. Quello che emerge, è che il modello ibrido è quello che, secondo gli intervistati, garantisce i maggiori benefici, dato che contribuisce a migliorare la produttività e a garantire la miglior soddisfazione dei clienti.

Antonio Matera_Regional Sales Director Italy, Malta, Greece & Cyprus_OpenText

In particolare, 3 aziende su 4 (76%) ritengono che un approccio moderno alla gestione dei contenuti  sia la chiave per rispondere alle sempre crescenti esigenze di collaborazione e customer experience. Questo perché grazie alla nuvola è più semplice creare contenuti, accedervi e condividerli con partner e clienti. Il paragone fra chi adotta soluzione ibride e chi si appoggia solo ai sistemi on-premise non lascia dubbi: il livello di soddisfazione dei clienti è più elevato nelle imprese che adottano il cloud (72% contro il 25% di chi si appoggia solo alle strutture on-premise), così come la sicurezza (70% contro 16%) e l'"usabilità" (64% contro 16%). 

Un gap ben percepito dalle aziende: più della metà (51%) di chi non ha ancora adottato il cloud dichiara di faticare a rispondere alle esigenze dei clienti, mentre il 64% ammette di notare uno svantaggio competitivo rispetto alla concorrenza. 

La gestione dei contenuti attraverso architetture ibride poi mostra vantaggi che vano al di là della soddisfazione del cliente: per il 51% del campione questo approccio migliora  la sicurezza, mentre per il 43% ci sono vantaggi in termini di produttività. Questo è dovuto al fatto che l'adozione di modelli ibridi permette di automatizzare i processi chiave, permettendo alle aziende di reagire più prontamente e di essere più efficienti. 

La crisi conseguente alla pandemia ha accelerato il processo di trasformazione digitale che molte realtà avevano già intrapreso, aprendo la strada a nuove opportunità per accrescere la resilienza aziendale. Non si tratta, tuttavia, di un percorso che si possa portare a termine da un giorno all’altro: al contrario, il successo richiede tempo, nonché un supporto diffuso a tutti i livelli aziendali, dai C-level agli end user” - spiega Antonio Matera, Regional Sales Director di OpenText Italy - “Inoltre, molte aziende sono spaventate all’idea dell’adozione del cloud su vasta scala e preferiscono, quindi, optare per un approccio iniziale ibrido: si tratta di una valida soluzione che può rivelarsi vincente, in quanto offre benefici tangibili, ma lascia la possibilità di modernizzare l’infrastruttura e trasformarla nel modo che più si adatta alle esigenze di ciascuna realtà”.

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
DanieleG09 Marzo 2021, 16:43 #1
Che mastodontica minchiata
Noi abbiamo provato l'ibridazione della posta, sono stati più i problemi e i vincoli che i vantaggi.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^