Più server per applicazioni cloud nella regione EMEA, grazie alla pandemia

Più server per applicazioni cloud nella regione EMEA, grazie alla pandemia

Calano le vendite di soluzioni server nella regione EMEA nel corso del secondo trimestre 2020: in piena pandemia la dinamica gioca a favore delle installazioni nei datacenter per servizi cloud

di pubblicata il , alle 18:01 nel canale Cloud
HPEDellLenovoIBM
 

IDC, nella propria più recente ricerca di mercato, evidenzia come le vendite di soluzioni server nella regione EMEA abbiamo registrato una contrazione nel corso del secondo trimestre 2020. Il periodo, del resto, è stato di pandemia generalizzata e questo ha portato ad un cambiamento negli acquisti da parte delle aziende.

E' calato il numero di sistemi che possiamo ricondurre al mondo delle soluzioni desktop e workstation, mentre c'è stato un incremento nella domanda di server da installare all'interno dei datacenter. La maggiore diffusione dei servizi via cloud ha quindi spinto all'acquisto di sistemi da installare nei datacenter per quetso tipo di utilizzo.

seeweb_cloudserver720.jpg

Tale dinamica ha portato ad una contrazione del 32,5% nel numero di server cosiddetti tower, posizionati sulle scrivanie degli uffici, contro un aumento dell'8,9% nel numero di server dedicati ai datacenter cloud. In generale si è assistito ad un lieve incremento nel numero di server destinati all'installazione in rack, con un +0,8% rispetto al trimestre precedente, mentre è incrementato il controvalore medio del 5,1% prendendo quale riferimento il secondo trimestre 2019. Questa dinamica quindi ha portato a vendere server per installazione in rack complessivamente più potenti e complessi rispetto a quanto domandato dal mercato lo scorso anno.

Il secondo trimestre 2020 ha quindi registrato una contrazione delle vendite, tanto in termini di numero di sistemi (-6,9%) come di controvalore delle vendite (-5,8%) rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Prendendo quale riferimento i primi 3 mesi del 2020, invece, possiamo evidenziare una crescita nelle vendite con un +9% nel controvalore: il primo trimestre dell'anno è storicamente un periodo di ridotti investimenti in infrastruttura server per molti ambiti d'industria e i primi effetti legati alla pandemia da Covid-19 hanno sicuramente influito sulla dinamica di mercato dei primi 3 mesi dell'anno.

A livello di produttori HPE mantiene la prima posizione con il 26% del totale, seguita da Dell EMC con il 20%. Forte incidenza dei produttori ODM diretti con il 14% del totale, mentre Lenovo e IBM seguono di fatto appaiate con una quota del 10% ciascuna. Tutti gli altri produttori registrano assieme una quota di mercato del 20%.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^