devolo Mesh Wi-Fi 2 arriva in Italia: la rete mesh WiFi si fa con i powerline

devolo Mesh Wi-Fi 2 arriva in Italia: la rete mesh WiFi si fa con i powerline

devolo presenta l'ultima evoluzione della sua gamma di powerline che creano reti mesh WiFi: devolo Mesh WiFi 2, che punta su un'alta qualità del segnale per tutti i dispositivi connessi, anche se si muovono nell'ambiente

di pubblicata il , alle 16:31 nel canale Device
devolo
 

L'azienda tedesca devolo ha presentato anche in Italia la sua nuova generazione di adattatori di rete powerline con rete WiFi di tipo mesh: i nuovi devolo Mesh Wi-Fi 2 promettono un'esperienza d'uso superiore grazie alle tecnologie Multi-User MIMO, beamforming e access point steering mantenendo la semplicità dei dispositivi powerline.

Reti mesh in semplicità con devolo Mesh Wi-Fi 2

devolo Mesh WiFi 2

Gli adattatori powerline sono da sempre ritenuti come un compromesso non ideale ma necessario nel mondo delle reti: per quanto non offrano prestazioni comparabili con le reti cablate ad hoc, sono infatti comunque più affidabili e offrono un raggio d'azione maggiore rispetto al WiFi. devolo ha presentato la nuova evoluzione della sua soluzione che coniuga questi adattatori con le reti mesh, così da ottenere il meglio dei due mondi.

devolo Mesh Wi-Fi 2 è di fatto una serie di dispositivi powerline che creano reti WiFi: la rete mesh creata dai powerline si appoggia alla rete elettrica per la trasmissione da un dispositivo all'altro, anziché al WiFi stesso come avviene tradizionalmente per le reti mesh. In questo modo è possibile ottenere, in linea teorica, velocità più elevate di trasmissione e una copertura più ampia dell'edificio o dell'appartamento.

Tra le tecnologie su cui devolo punta per garantire prestazioni superiori si segnalano: il client steering, ovvero il passaggio rapido del client da un hotspot all'altro; il MU-MIMO, che sta per "multi-user multiple input, multiple output", che permette di gestire molteplici segnali in entrata e in uscita per ciascun dispositivo connesso; il beamforming, ovvero l'indirizzamento del segnale verso la posizione specifica del dispositivo, così da ottenere una migliore qualità della connessione; il band steering, ovvero il passaggio automatico dalla rete a 2,4 GHz alla rete a 5 GHz (e viceversa) in funzione dell'occupazione delle stesse.

devolo Mesh Wi-Fi 2 utilizza il protocollo G.hn per la comunicazione sulla rete elettrica e usa tre bande nelle frequenze intorno ai 2,4 GHz e ai 5 GHz; per garantire la sicurezza dei dati trasmessi, offre la compatibilità sia con il protocollo WPA2 che con il più sicuro WPA3. Ciascun devolo Mesh Wi-Fi 2 è poi dotato di due porte Gigabit Ethernet per connettere eventuali dispositivi cablati.

Tra le particolarità della soluzione di devolo c'è anche la possibilità di connettere ulteriori dispositivi alla presa di corrente, così da non doverla sacrificare per la connessione di rete.

devolo punta principalmente agli utenti privati con il Mesh Wi-Fi 2, ma afferma che possa essere utile anche per realtà aziendali. Soluzioni come il Mesh Wi-Fi 2 sono utili anche negli uffici di piccole o medie dimensioni per estendere il segnale o collegare dispositivi anche laddove non siano presenti prese di rete o dove il segnale WiFi non arriva. Durante la presentazione, l'azienda ha portato come caso notevole un albergo che ha scelto le soluzioni devolo per via della semplicità d'uso e dell'esperienza utente senza interruzioni.

I prezzi per l'Italia partono da 249,90€ per il "kit iniziale" con due powerline e arrivano a 369,90€ per il "Multiroom Kit" con tre powerline. È compresa una garanzia di tre anni.

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
djfix1312 Maggio 2021, 16:59 #1
performanti sì, ma prezzo non certo normale per utenti privati, anzi mi sembra più un prezzo compatibile per realtà come alberghi e B&B.
Sono 125€ a presa e manco un po di sconto su kit multipli.
Svelgen12 Maggio 2021, 17:17 #2
Se vabbè. Tra impianti vecchi, e impianti dove c'è la presenza massiccia magnetotermici e differenziali, le prestazioni si azzoppano che è un piacere se usi tenti i collegamenti su rete elettrica.
Io i powerline li usavo. Ora li ho sostituiti con antenne point to point. Sono molto più performanti e non dipendono dalla linea elettrica (se non per l'alimentazione ovviamente).

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^