Vienna Scientific Cluster-4, il nuovo supercomputer Lenovo

Vienna Scientific Cluster-4, il nuovo supercomputer Lenovo

Lenovo e Intel collaboreranno all'aggiornamento dell'infrastruttura HPC di Vienna Scientific Cluster-4 (VSC-4), il supercomputer più potente in Austria, usato per la ricerca in meteorologia, scienza dei materiali, chimica quantistica e genetica

di pubblicata il , alle 08:31 nel canale Device
LenovoIntelsupercomputingHPC
 

Vienna Scientific Cluster-4, noto anche come VSC-4, è il supercomputer più potente in Austria, il primo del paese a superare abbondantemente la barriera del petaFLOP: grazie al nuovo aggiornamento è in grado di raggiungere un picco di prestazioni di 3,7 PFLOPS (2,7 PFLOPS in funzionamento continuo).

Viene utilizzato in più di 300 progetti di ricerca da scienziati e istituti d’istruzione superiore in Austria alle prese con sfide in ambiti quali meteorologia, scienza dei materiali, chimica quantistica e genetica. Con il nuovo aggiornamento, questo HPC verrà utilizzato anche in altri ambiti, quali la biotecnologia, le scienze sociali e le discipline umanistiche, con progetti per la previsione dell'impatto dei cambiamenti climatici sui fiumi e sulle aree alluvionali, per aiutare le nazioni a prepararsi al cambiamento dei fenomeni meteorologici, per capire come determinati farmaci interagiscano con le proteine nel corpo umano al fine di migliorare lo sviluppo della medicina oppure per simulare i primi momenti dell'universo dopo il Big Bang.

 

VCS-4

 

L'architettura di VSC-4, il supercomputer più potente fra quelli installati in Austria

Dopo il nuovo aggiornamento, VSC-4 può contare sulla potenza di calcolo erogata da due cluster si server ThinkSystem SD650, ognuno dei quali composto da 790 nodi. Un totale di ben 37.920 core Intel DL Boost, la tecnologia integrata di Intel per l’accelerazione AI, che comunicano fra loro attraverso l'architettura Intel Omni-Path, in grado di offrire una banda di ben 100 GB/s

700 di questi nodi sono dotati di 96 GB di RAM mentre altri 78, definiti fat node, ne montano ben 384 GB. Niente in ogni caso in confronto ai very fat node, che possono vantare 768 GB di RAM ciascuno. Ogni nodo è dotato di SSD da 480 GB, usati come storage temporaneo. 

Per il raffreddamento, è stata usata la tecnologia Direct Water-Cooling, che rimuove il 90% del calore dal sistema, riducendo sensibilmente la necessità di ventole per il raffreddamento ad aria e riducendo i consumi energetici, aumentando al contempo le prestazioni.

 

DirecttoNodeDataCooling

 

"VSC-4 è quattro volte più potente del suo predecessore e grazie alla tecnologia di raffreddamento ad acqua diretto, siamo anche in grado di risparmiare sui costi" - ha dichiarato il professor Herbert Störi, Project Leader del Vienna Scientific Cluster - "Siamo molto felici dei risultati perché adesso abbiamo un supercomputer realmente di livello mondiale, che sarà utilizzato dalla comunità di ricerca austriaca per gli anni a venire".

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Opteranium14 Dicembre 2019, 15:34 #1
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
Niente in ogni caso in confronto ai che possono vantare 768 GB di RAM ciascuno

forse manca un pezzo?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^