Da Barracuda 5 consigli per uno smart working sicuro e produttivo

Da Barracuda 5 consigli per uno smart working sicuro e produttivo

Da Barracuda una serie di cinque consigli su come proteggere al meglio i dipendenti che lavorano da remoto sfruttando la soluzione di accesso Zero Trust Barracuda CloudGen Access, che promette elevati standard di sicurezza e latenze minime

di pubblicata il , alle 14:01 nel canale Innovazione
BarracudaSmart Working
 

Smart working è stata una delle parole più usate (e abusate) del 2020, ma è inevitabilmente quella che ha caratterizzato lo scorso anno, e che continuerà ad accompagnarci ancora per un po'. Se da un lato questo approccio ha permesso a molte aziende di rimanere operative garantendo la sicurezza ai propri dipendenti, dall'altro l'avere tutta la forza lavoro da remoto pone dei problemi relativi alla sicurezza. Le VPN possono mitigare i problemi, ma non rappresentano sempre la soluzione migliore. Barracuda ha realizzato un eBook gratuito con alcuni suggerimenti su come garantire sicurezza e produttività ai dipendenti che lavorano da remoto.

Sicurezza Zero Trust con CloudGen Access

In piena emergenza, molte aziende si sono appoggiate a soluzioni VPN per far connettere i lavoratori in sicurezza, ma non sono la soluzione ideale: espongono l'intera rete aziendale, non solo le risorse necessarie allo specifico dipendente, e non supportano un sistema di controllo degli accessi basato sui ruoli. Non solo: sono poco efficaci nel prevenire gli attacchi via web, come phishing, furto di credenziali, download nascosti o malware infiltrati nelle pubblicità, oltre a offrire prestazioni non all'altezza. 

Barracudacloudgen

Per garantire la sicurezza anche da remoto, è consigliabile affidarsi a soluzioni più moderne e robuste, basate su un approccio del tipo Zero Trust, che garantisce una totale visibilità sulla rete e permette di avere il pieno controllo sugli accessi a ogni risorsa. Il concetto di Zero Trust è piuttosto semplice: non esiste un computer considerato "affidabile", e ogni operazione deve essere autorizzata sulla base delle credenziali. Sebbene a parole sembri complesso, è un approccio semplice da implementare, ed è facilmente scalabile al contrario di quanto accade con le classiche VPN.

La soluzione di Barracuda per il Zero Trust è CloudGen Access, che è in grado di creare e gestire certificati relativi sia ai dispositivi sia ai componenti dell'infrastruttura, validare ogni richiesta di accesso sulla base delle policy definite dagli utenti e tenere sotto controllo risorse ovunque si trovino, anche se su differenti infrastrutture, sempre basandosi sulle medesime politiche di accesso. 

Una volta concesso l'accesso a un dispositivo, poi, questo viene costantemente monitorato, in modo da assicurarsi che non stia effettuando attività sospette. Nonostante l'apparente complessità, per l'utente sarà praticamente trasparente, e anche in caso di cambio dell'IP del client, la sessione non verrà interrotta né rallentata. Non solo: CloudGen Access si occuperà anche di controllare tentativi di phishing sugli endpoint, senza dover installare soluzioni specifiche. 

Per meglio comprendere quali siano le principali sfide del remote working e come CloudGen Access possa aiutare le aziende a risolvere queste problematiche, Barracuda ha realizzato un eBook dove illustra i 5 passaggi fondamentali per garantire uno smart working efficace e sicuro. Qui sotto trovate il link per il download gratuito. 

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^