I chatbot non piacciono alla Pubblica Amministrazione: sono adottati solo dallo 0,33% dei comuni

I chatbot non piacciono alla Pubblica Amministrazione: sono adottati solo dallo 0,33% dei comuni

Secondo un'analisi condotta da QuesIT insieme all'Università di Siena sono ancora pochissimi i siti comunali che adottano assistenti virtuali per semplificare la vita agli utenti, e sono quasi tutti (79%) su amministrazioni del Nord Italia

di pubblicata il , alle 18:01 nel canale Innovazione
intelligenza artificialeGestione processi
 
15 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
danylo05 Agosto 2022, 11:04 #11
I chatbot non piacciono alla Pubblica Amministrazione

Non piacciono neanche agli utenti
_GV_05 Agosto 2022, 15:39 #12
Non ho mai sentito di nessuno a cui questi bot abbiano risolto un problema. Forse li hanno per far vedere che offrono assistenza quando invece non lo fanno.
Invece le chat con un assistente umano secondo me sono la cosa migliore
Falcon8806 Agosto 2022, 11:43 #13
Essendo stupidi e senza intelligenza, sono inutili, inefficaci e una perdita di tempo.
D'altrone è impossibile avere una amcchina che possa comprendere e interpretare.
Gringo [ITF]07 Agosto 2022, 09:02 #14
... ho provato più volte il Chatbot di TIM e da Piangere, non fà nulla che tu non possa fare in autonomia e risponde sempre allo stesso modo, a domande più specifiche.
... poi passi al 187...... UGUALE !!!!
Pino9008 Agosto 2022, 08:52 #15
Originariamente inviato da: Falcon88
Essendo stupidi e senza intelligenza, sono inutili, inefficaci e una perdita di tempo.


Vedo che hai conosciuto gli impiegati del mio comune, è una descrizione accuratissima.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^